Niente di vero
1 2 0
Libri Moderni

Raimo, Veronica

Niente di vero

Abstract: La lingua batte dove il dente duole, e il dente che duole alla fin fine è sempre lo stesso. L'unica rivoluzione possibile è smettere di piangerci su. In questo romanzo esilarante e feroce, Veronica Raimo apre una strada nuova. Racconta del sesso, dei legami, delle perdite, del diventare grandi, e nella sua voce buffa, caustica, disincantata esplode il ritratto finalmente sincero e libero di una giovane donna di oggi. "Niente di vero" è la scommessa riuscita, rarissima, di curare le ferite ridendo. «All'inizio c'è la famiglia. Veronica Raimo racconta che, specialmente se si è figlie, quell'inizio combacia con la fine» (Domenico Starnone). «Leggere questo romanzo è una festa. Ma molte pagine sono ferite da medusa: bruciano alla distanza» (Claudia Durastanti). Prendete lo spirito dissacrante che trasforma nevrosi, sesso e disastri famigliari in commedia, da Fleabag al Lamento di Portnoy, aggiungete l'uso spietato che Annie Ernaux fa dei ricordi: avrete la voce di una scrittrice che in Italia ancora non c'era. Veronica Raimo sabota dall'interno il romanzo di formazione. Il suo racconto procede in modo libero, seminando sassolini indimenticabili sulla strada. All'origine ci sono una madre onnipresente che riconosce come unico principio morale la propria ansia; un padre pieno di ossessioni igieniche e architettoniche che condanna i figli a fare presto i conti con la noia; un fratello genio precoce, centro di tutte le attenzioni. Circondata da questa congrega di famigliari difettosi, Veronica scopre l'impostura per inventare se stessa. Se la memoria è una sabotatrice sopraffina e la scrittura, come il ricordo, rischia di falsare allegramente la tua identità, allora il comico è una precisa scelta letteraria, il grimaldello per aprire all'indicibile. In questa storia all'apparenza intima, c'è il racconto precisissimo di certi cortocircuiti emotivi, di quell'energia paralizzante che può essere la famiglia, dell'impresa sempre incerta che è il diventare donna. Con una prosa nervosa, pungente, dall'intelligenza sempre inquieta, Veronica Raimo ci regala un monologo ustionante. «Veronica Raimo è l'unica che mi ha fatto ridere ad alta voce con un testo scritto in prosa da quando ero adolescente» (Zerocalcare).


Titolo e contributi: Niente di vero / Veronica Raimo

Pubblicazione: Torino : Einaudi, 2022

Descrizione fisica: 163 p. ; 23 cm

EAN: 9788806251895

Data:2022

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 853.92 NARRATIVA ITALIANA, 2000- (21) Commedia drammatica <genere fiction> (0) Storie di formazione <genere fiction>

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2022
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 34 copie, di cui 23 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Solaro NARRATIVA RAIM SO-37701 Su scaffale Disponibile
Lainate - l'Ariston 853 RAI LA-519590 In prestito 14/03/2024
Cinisello Balsamo - Il Pertini Novita 853 RAI CB-223861 In prestito 14/03/2024
Arese Romanzi e Racconti RAIM AR-114226 In prestito 25/03/2024
Bollate 853 RAI BO-141182 In prestito 22/03/2024
Settimo Milanese 853 RAI SM-65403 In prestito 14/03/2024
Senago 853 RAI SE-62647 Su scaffale Disponibile
Sesto San Giovanni - Centrale 853 RAI Mylius ST-124824 In prestito
Novate Milanese Narrativa RAIM NO-116889 In prestito 14/03/2024
Bresso P1 NARRATIVA 853 RAI BR-73396 In prestito 22/03/2024
Dairago 853 RAI DA-20656 Su scaffale Disponibile
Nerviano 853 RAI NE-89272 Su scaffale Disponibile
Rho - Burba 853 RAI RH-138819 In prestito 04/02/2023
Cormano 853 RAI RC-69437 In prestito 19/03/2024
Cusano Milanino UMORISTICI-ARANCIONE 853 RAIM CM-91994 In prestito 30/03/2024
Baranzate Romanzi e racconti RAIM BA-60496 In prestito
Vanzago Romanzi e racconti italiani RAIM VZ-43556 In prestito 25/03/2024
Busto Garolfo 853.92 RAI BG-38453 In prestito
Paderno Dugnano - Biblioteca Tilane Romanzi e racconti RAIM PD-116438 In prestito 22/03/2024
Legnano 853 RAI LE-104734 Su scaffale Disponibile
Cornaredo 853 RAI CD-71985 In prestito 22/02/2024
Cinisello Balsamo - Il Pertini Novita 853 RAI CB-224995 In prestito 22/03/2024
Nerviano 853 RAI NE-89628 Su scaffale Disponibile
Cesate 853 RAI CE-44689 In prestito 20/03/2024
San Vittore Olona 853 RAI SV-25088 In prestito 06/04/2024
Rescaldina - Lea Garofalo 853 RAIM RL-47540 In prestito 23/03/2024
Biblioteca Aziendale CAP NARRATIVA RAIM CO-2000000456 Su scaffale Prestito locale
Cornaredo - S. Pietro 853 RAI PT-9643 In prestito
Rho - Burba 853 RAI RH-139835 In prestito 23/03/2024
Bollate - Cassina Nuova 853 RAI CN-49404 In prestito 16/03/2024
Canegrate NARRATIVA RAIM CA-31397 In prestito 20/05/2024
Parabiago 853 RAI PG*-68810 In prestito 14/03/2024
San Giorgio su Legnano 853 RAI SG-23751 Su scaffale Disponibile
Settimo Milanese 853 RAI SM-66534 In prestito 14/03/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Il libro è scorrevole ma l'ho trovato triste e senza speranza, a differenza di quanto letto nella quarta di copertina dove veniva addirittura descritto come comico.....La protagonista descrive la sua famiglia, le perdite della vita ma sembra che non gliene importi poi tanto, specialmente per la perdita più triste di cui lei ne è la causa.

il libro mi ha lasciata perplessa. Scritto molto bene, in chiave ironica della vita della scrittrice (autobiografica?) e della sua famiglia, ma poichè come più volte lei stessa ribadisce, tutto è unito indissolubilmente alla capacità di mentire della protagonista, non sai mai se ciò che ha scritto è reale o frutto si fantasia. Su tutto aleggia un senso di superficialità e precarietà con cui la vita viene vissuta, nulla sembra turbare profondamente i personaggi se non le loro paranoie

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.