Copertina
4 1 0
Libri Moderni

Dos Passos, John

MANHATTAN TRANSFER

Abstract: New York, o meglio Manhattan Transfer, che è il suo titolo originale, è il libro più famoso dello scrittore americano John Dos Passos. Pubblicato per la prima volta in Italia nel 1932, è poi stato a lungo dimenticato. Dos Passos, utilizzando inserimenti di vari materiali - dalla pubblicità alle notizie strillate dai giornali - rende la multiforme vita e l'attività della metropoli, anche attraverso l'intrecciarsi di varie esistenze. Ne nasce un quadro brulicante di corruzione, di amore e di frenetica vitalità.


Titolo e contributi: MANHATTAN TRANSFER

Pubblicazione: BALDINI, 2002

Serie: ROMANZI E RACCONTI , 221

ISBN: 8884900409

EAN: 9788884900401

Data:2002

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Nomi:

Classi: 823 LETTERATURA. Letteratura inglese. Narrativa (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2002

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Baranzate Romanzi e racconti DOSP BA-34861 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Finalmente, dopo anni di incertezza, ho letto un’opera di Dos Passos, autore quasi cancellato dalla storia della letteratura americana, incredibilmente, fin dagli anni 30: non compare, ad esempio, nella famosissima antologia Americana di Vittorini, e venne ignorato dalla critica italiana nel secondo dopoguerra grazie al “pensiero unico” della cultura di sinistra, che guardò con sospetto la sua conversione maccartista, proprio di un autore le cui opere fino ad allora erano state ispirate da posizioni filocomuniste.
Manhattan Transfer è del 1925, e stupisce per la grande modernità dello stile, per i tocchi impressionistici dei frammenti di racconto che sconfinano ora in un assemblaggio di tipo cubista, con un impianto formale che domina un materiale apparentemente dispersivo, con il ricorso al “flusso di coscienza” che molto ricorda la più avanzata letteratura americana ed anglosassone sua contemporanea e un montaggio di tipo cinematografico. Manhattan Transfer è un’analisi satirica della evoluzione, o involuzione, della civiltà contemporanea, che segue più in particolare la vita di alcuni protagonisti per quasi trent’anni, dalla fine secolo alla metà degli anni Venti, e diventa però anche romanzo collettivo, coinvolgendo decine di personaggi, in cui la vera protagonista è la tentacolare città di New York, vista come in un caleidoscopio, che tutte queste personalità individuali assorbe e stritola.
Richiede non meno di due letture e lo sforzo per non perdersi nella babele della città.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.