Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Giapponese
× Target di lettura Adulti, generale
× Lingue Multilingua
× Risorse Catalogo
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2009

Trovati 29 documenti.

Facciamo la nanna. Quel che conviene sapere sui metodi per far dormire il vostro bambino
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Honegger Fresco, Grazia

Facciamo la nanna. Quel che conviene sapere sui metodi per far dormire il vostro bambino

Il leone verde, 01/12/2009

Abstract: II EDIZIONE AGGIORNATATra i vari libretti che si prefiggono di insegnare ai genitori un metodo veloce ed efficace per far dormire i bimbi piccoli ve n'è uno tristemente famoso: quello di Eduard Estivill [Fate la nanna], noto agli specialisti (e già denunciato per esempio da alcune associazioni pediatriche) per la violenza dell'impostazione e la potenziale dannosità nei confronti del bambino. In questo libro, Grazia Honegger Fresco chiarisce le motivazioni che dovrebbero spingere a rigettare fermamente tutti i metodi "facili e veloci" e delinea al contrario quali sono gli approcci dolci e rispettosi per affrontare i problemi di sonno. Non manca il contributo di specialisti e pediatri.Grazia Honegger Fresco, allieva di Maria Montessori in uno degli ultimi corsi da lei diretti, ha lavorato e a lungo sperimentato la forza innovativa delle sue proposte, dalla nascita alle soglie dell'adolescenza nelle Maternità e nei Nidi, nelle Case dei Bambini e nelle Scuole elementari. Sulla base delle esperienze realizzate con i bambini e con i loro genitori, dedica da vari anni molte delle sue energie alla formazione degli educatori in Italia e all'estero, adottando metodologie attive, apprese in numerosi incontri con i CEMEA francesi e italiani. Ha pubblicato numerosi testi di carattere divulgativo (tra cui "Abbiamo un bambino", red 1994, "Un bambino con noi", red 1997, "Un nido per amico", La meridiana 2001, "Senza Parole", La Meridiana 2002, "Essere genitori", red 2003, "Essere nonni", red 2003). Di origini romane, vive dagli anni '60 in Lombardia: qui si è sposata, ha avuto due figli e oggi la gioia di cinque nipoti.

I vegetariani nelle tradizioni spirituali
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bormolini, Guidalberto

I vegetariani nelle tradizioni spirituali

Il leone verde, 01/12/2009

Abstract: Uno studio esauriente ed approfondito sulla pratica e il significato dell'astinenza dalle carni e altri cibi nelle tradizioni sapienziali antiche e soprattutto nel Cristianesimo. Il saggio fornisce una salda e appassionante base teorica e dottrinale a una scelta che coinvolge un numero sempre crescente di persone.

Pechino è in coma
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ma, Jian

Pechino è in coma

Feltrinelli Editore, 04/06/2009

Abstract: Dai Wei, in coma da dieci anni, è doppiamente prigioniero. Il 4 giugno 1989 è stato colpito alla testa da un proiettile durante la rivolta di piazza Tienanmen. Da allora "vive" su un letto di ferro: prigioniero del proprio corpo, prigioniero della polizia, che aspetta il suo risveglio per arrestarlo.Tutto ciò che rimane a Dai Wei per non perdere il contatto con il mondo è la sua acutissima sensibilità per le piccole cose che gli succedono intorno e una dolorosa e poetica capacità di dialogare con il proprio corpo. Mentre Dai Wei giace, immobile nel cambiamento, assistito dalla madre, la capitale della Cina cambia e lui ripercorre i giorni della rivolta studentesca – ma anche il decennio della Rivoluzione culturale – attraverso i ricordi: le mobilitazioni degli universitari di Beijing e le interminabili discussioni politiche, gli slogan gridati e i sentimenti sussurrati con riserbo. E intanto, forse, si risveglia a un nuovo inizio, mentre l'isolato dove si trova la piccola casa in cui abita viene abbattuto, con la veccia Cina che muore, per far posto a uno stadio, il Nido, per le Olimpiadi del 2008.

Un primo corso in probabilità. Per scienze pure e applicate
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Crescenzo, Antonio - Nobile, Amelia Giuseppina

Un primo corso in probabilità. Per scienze pure e applicate

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Si espongono gli elementi del calcolo delle probabilità con la finalità di indicare come avvicinarsi alla descrizione quantitativa dei fenomeni aleatori: in breve, come guardare con correttezza matematica al "mondo dell'incerto". Il volume, rivolto particolarmente agli studenti dei nuovi ordinamenti dei corsi di studio afferenti alle Facoltà di Scienze, Ingegneria ed Economia, costituisce utile strumento di consultazione anche per operatori in aree disciplinari quali Sociologia e Medicina.

Donne e uomini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ford, Richard

Donne e uomini

Feltrinelli Editore, 21/05/2009

Abstract: Una delicata dichiarazione d'amore si tramuta in un terribile equivoco; una donna e il nipote assistono a un drammatico incidente e il loro rapporto si fa improvvisamente più profondo; la morte e lo smarrimento allontanano per sempre due amanti capitati a Parigi. I tre racconti di Ford sono altrettante istigazioni a riflettere sulla vita, ad arrestare provvisoriamente il ritmo dell'esistenza per tentare di intuirne il senso e la profondità. I suoi personaggi sono colti nel momento dell'incontro e dello sconcerto, proprio mentre si rivela inaspettata l'opacità del loro rapporto. "Ci piace pensare," egli scrive, "che le persone dimostrino la loro natura morale descrivendo l'ambiente in cui vivono [...] ma, in realtà, ci" si rivela da come reagiscono all'inatteso, al sorprendente. [...] Non credo esista un disegno nel mondo ma questo, anche se pu" essere sconcertante, ci rende padroni del nostro destino."

The Clash. I wanna riot. Testi commentati
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Frazzi, Luca

The Clash. I wanna riot. Testi commentati

Arcana, 16/04/2009

Abstract: La ricorrenza è di quelle impegnative: il trentennale dell'uscita di London Calling, uno dei dischi più influenti nella storia del rock. Difficile occuparsi dei Clash, oggi. Dopo la morte di Joe Strummer l'immagine della band giace sotto il pesante cumulo della retorica barricadiera, come se le sue radici affondassero solo e soltanto in quel combat-rock divenuto icona che la storia ha provveduto a istituzionalizzare. Sbagliato. I Clash, figli della West London dei medi anni Settanta, sono stati e restano un magnifico gruppo punk, una garage-band che insieme a Pistols, Damned, Jam e Generation X ha premuto il tasto rosso, quello della deflagrazione. Questo sono stati Mick Jones, Joe Strummer, Paul Simonon e Topper Headon: una rock'n'roll band che ha fatto dell'urgenza del primo punk la propria arma, insieme a un'ingente dose di talento che ha consentito loro di staccarsi subito dal gruppo. Fin da quel primo album nel quale cantavano, non a caso, "Niente Elvis, Beatles o Rolling Stones nel 1977". È lì che nasce il mito dei Clash. Poi arriverà il resto: lo schierarsi politicamente, il terzomondismo, l'interesse per le contaminazioni culturali e stilistiche, le 16 serate sold-out consecutive al Bonds di Times Square di New York, gli anni Ottanta. Questo dopo, quando la maturità avrà preso il sopravvento sul sacro furore dei primi anni. Al di là di tutto resta, dopo più di trent'anni, l'immagine di una band fiera e ispirata, quella che prima della svolta antiglobalista (anch'essa pionieristica) e prima di riallacciare definitivamente i ponti col passato, si affacciava dalla sala prove di un magazzino abbandonato di Camden per urlare, prima a Londra poi al mondo intero, il proprio ruvido, ingenuo, appassionato "I Wanna Riot".

La vita felice (De beata vita)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barracano, Maurizio

La vita felice (De beata vita)

Il leone verde, 01/12/2009

Abstract: Dialogo di Agostino trentenne con amici e parenti sul significato della felicità e sulla possibilità, per l'uomo, di conseguirla.

Da Archimede a Majorana: la fisica nel suo divenire. Atti del 26° Convegno nazionale di storia della fisica e dell'astronomia (Roma, 15-17 giugno 2006)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giannetto, Enrico - Giannini, Giulia - Giannetto, Enrico - Giannini, Giulia

Da Archimede a Majorana: la fisica nel suo divenire. Atti del 26° Convegno nazionale di storia della fisica e dell'astronomia (Roma, 15-17 giugno 2006)

Guaraldi, 01/09/2009

Abstract: Questo volume dei Quaderni del Ce.r.co e della Scuola di Dottorato raccoglie gli atti del XXVI Congresso Nazionale della SISFA tenutosi a Roma dal 15 al 17 giugno 2006. In linea con gli indirizzi di ricerca della SISFA e della Scuola di Dottorato, i contributi qui raccolti forniscono un valido strumento di approfondimento storico ed epistemologico su alcune delle più importanti tematiche della fisica antica, moderna e contemporanea.

Lo sport dopo le ideologie. Il calcio come ideologia. Il calcio ultima ideologia? Atti del Convegno di Altri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vinnai, Gerhard

Lo sport dopo le ideologie. Il calcio come ideologia. Il calcio ultima ideologia? Atti del Convegno di Altri

Guaraldi, 01/07/2009

Abstract: In una società occidentale in cui, dopo quasi quarant'anni da questa analisi squisitamente marxiana, tutte le ideologie sembrano diventate specie in via di estinzione, almeno una sembra ancora sopravvivere in tutta la sua logica forte, onnicomprensiva e ormai definitivamente globale: l'ideologia del calcio.La discussione ha visto vivacemente in campo calciatori del pensiero della portata di Italo Cucci, Giuseppe Pistilli, Ivo Germano, Darwin Pastorin, Aldo Biscardi, Martin Bertman, Luciano Pellicani e tanti altri, sotto il vigile arbitraggio di Giuseppe Sorgi. Per capire l'esito della partita bisogna leggere fino in fondo...

La figlia dell'altra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Homes, A. M.

La figlia dell'altra

Feltrinelli Editore, 07/05/2009

Abstract: Adottata alla nascita dalla famiglia Homes, A.M. ha trentun anni quando viene contattata dalla madre naturale: si ritrova improvvisamente scaraventata in un'identità parallela, dove i suoi genitori non sono i suoi genitori, ma due strani individui pieni di problemi irrisolti e inquietanti somiglianze fisiche. È lo choc di riconoscere il suo sedere in quello del padre, Norman Hecht, uomo di facili promesse che sedusse e abbandonò la madre quando lei aveva diciassette anni, ed è lo spavento puro di sentire per la prima volta la voce roca, animalesca, di Ellen Ballman, la madre biologica.Cercando di rimettere insieme i pezzi della sua famiglia, A.M. si sottopone a un test del Dna, ai ricatti affettivi della madre biologica e al dolore di riporne la vita in pochi scatoloni dopo la sua morte, all'umiliazione di altre promesse non mantenute del padre, a un viaggio nel tempo per ricostruire il suo albero genealogico, sforzandosi di non perdere l'equilibrio e di non farsi sopraffare dall'assurda fatica di far rientrare nella propria identità un'altra famiglia, un'altra storia.Madre, padre, famiglia, identità, Dna, appartenenza, figli, continuità, senso. Sono temi talmente delicati che si possono affrontare solo in modo brutale. A.M. Homes, con la sua scrittura asciutta, cruda, coraggiosa, mette il dito direttamente nella ferita, senza paura di scoprirsi, ed è proprio questa spietata onestà a rendere il suo memoir un'opera commovente, toccante, di profonda sensibilità."Per la mia generazione di scrittori, la Homes è una specie di eroina, e La figlia dell'altra è solo l'ultimo esempio del suo coraggio e intelligenza. Un libro avvincente, devastante e furiosamente bello, scritto con un'onestà che pochi di noi rischierebbero." Zadie Smith"Feroce ed eloquente." The New York Times Book Review

Storia dell'algebra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Maracchia, Silvio

Storia dell'algebra

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Mediante la lettura diretta delle fonti pervenute e dei maggiori commenti, viene percorso lo sviluppo dell'Algebra che in oltre quattromila anni attraversa quasi tutti i popoli della terra sino alla nascita dell'algebra astratta: da Jsma-Ja (2500 a. C. circa), primo matematico di cui si conosce il nome, ad Èvariste Galois (1811-1832), ultimo matematico considerato.Una particolare attenzione è data ai contatti tra geometria e algebra; una sintetica Appendice consente inoltre di rivedere, in forma matematicamente più moderna, i vari risultati presentati nel loro divenire storico.

Emil Michel Cioran
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Castronuovo, Antonio

Emil Michel Cioran

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: E. M. Cioran (1911-1995) è stato il più lucido moralista del Novecento, un provocante osservatore dell'uomo e della società, fenomeni che ha analizzato mediante una prosa ruvida ma ipnotica. Composta di aforismi e brevi saggi, la sua opera sembra di caotica intemperanza. Vi si possono però riconoscere alcuni saldi percorsi: l'essenza dell'uomo e della felicità, la tragedia della storia, la critica del cristianesimo, il senso del nichilismo e del suicidio. Temi che questo ritratto focalizza, fornendoci un'affusolata immagine di una delle menti più acuminate della modernità.

Leggere la città. Indizi di contaminazioni sociologiche
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gamba, Fiorenza

Leggere la città. Indizi di contaminazioni sociologiche

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Come si legge la città? Quali sono i criteri che la definiscono? Quali i parametri significativi che la circoscrivono? È la città un testo? Oppure un oggetto? È un insieme di rapporti geometrici e morfologici solidificati nella resistenza di materiali diversi o un flusso di movimenti, di scambi, di incontri, di bit, di reti che mettono in comunicazione cose, persone e idee, in una parola, che producono cultura/e? Se la città è tutto questo e anche molto di più chi può leggerla, decifrarla, progettarla? Chi può avere un ruolo in questo processo di descrizione e comprensione? Proprio perché la città postmoderna si offre a letture diverse che ne esaltano la complessità, Leggere la città è una selezione di aspetti, temi, problemi, sogni che riguardano la città. La scelta dei testi proposti, pur partendo da una prospettiva sociologica, segue un intreccio di campi e discipline diverse nell'intento di fornire una panoramica ampia di posizioni, idee, attitudini, progetti riferiti ad un oggetto così affascinante e significativo. Ma Leggere la città è anche il risultato di una passione incontenibile per la città, per la sua bellezza e le sue contraddizioni, per il suo essere tavolozza di umanità, per la capacità che ha nel legare i pensieri e le emozioni ai luoghi.

Jeux de traduction-Giochi di traduzione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Podeur, Josiane

Jeux de traduction-Giochi di traduzione

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: In questo libro Josiane Podeur – già nota agli specialisti per i suoi studi sulla traduzione e la pronuncia del francese – affronta in maniera organica quel sapere complesso, ma estremamente utile per la comunicazione, che ha assunto il nome di 'traduttologia'. In questo modo l'autrice, servendosi di un ampio repertorio di testi tratti dalla letteratura, dalla pubblicità, dai film e dai fumetti – fornisce un indispensabile supporto teorico a chi svolge l'attività di traduttore o a chi si avvia a farlo. Problemi delicati come quelli del rapporto tra texte-cible e texte-source, tra traduzione pedagogica e traduzione professionale, tra contesto e co-testo, fino a quello dei limiti del traducibile trovano qui una definizione chiara ed efficace. Nel momento in cui la traduzione – tra lingue-culture, ma anche tra differenti stili di pensiero, tra diversi strati sociali e modelli generazionali – diventa un settore cruciale dell'esperienza contemporanea, questo saggio trova una precisa ragione e una singolare attualità.

Dal sistema solare ai confini dell'universo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hack, Margherita

Dal sistema solare ai confini dell'universo

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Questo libretto vuol dare un'idea di come l'uomo si è sempre meravigliato davanti allo spettacolo del cielo e si è interrogato fin dall'antichità su cosa erano le stelle, sui loro movimenti, sul loro rapporto con la Terra, di come siamo arrivati, nel corso dei secoli, a imparare a leggere il gran libro della natura, come diceva Galileo. Idee e pregiudizi di ordine religioso e filosofico sono stati lentamente smantellati dalle osservazioni e dagli esperimenti che hanno caratterizzato la nascita della scienza moderna con Keplero, Galileo, Newton. Nell'800 nasce la moderna astronomia che costruisce gli strumenti e la fisica per interpretare i messaggi contenuti nella luce irradiata dalle stelle e scoprire la loro natura, lo stato della materia di cui sono fatte, le fonti della loro energia, la loro formazione ed evoluzione, tutti problemi che hanno trovato soluzione nel corso del XX secolo. La scienza spaziale ci ha aperto nuovi insospettati paesaggi e la cosmologia è diventata una scienza osservativa. Inoltre dalla fine del XX secolo a oggi si sono susseguite scoperte di pianeti extrasolari e quindi abbiamo la consapevolezza che nell'Universo esistono miliardi di pianeti e fra questi certamente anche pianeti adatti ad ospitare la vita. Pensare di essere soli nell'Universo sarebbe altrettanto assurdo come credere che la Terra sia il centro dell'Universo, costruito per noi attorno a noi. Le grandi orecchie dei radiotelescopi che partecipano al programma SETI sono in ascolto. Forse un giorno arriverà un segnale da una civiltà aliena. La probabilità è molto bassa, ma se non si tenta diventa zero.

Il mondo che siamo. Per una sociologia dei media e dei linguaggi digitali
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borrelli, Davide

Il mondo che siamo. Per una sociologia dei media e dei linguaggi digitali

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Tecnologie come internet, il cellulare e la tv digitale non si limitano ad arredare il mondo in cui siamo ma esprimono e danno corpo al mondo che siamo. Non ci offrono, cioè, solo la possibilità di svolgere in modo più efficiente le nostre tradizionali attività su scala globale, ma ridefiniscono i territori e gli spazi di interazione simbolica in cui si producono le nostre pratiche, il nostro modo di dare senso al mondo, la nostra stessa soggettività. Piattaforme di integrazione o di conflitto fra vecchi e nuovi comportamenti culturali e comunicativi, fra vecchie e nuove identità, fra tradizione ed innovazione, i media digitali delineano un nuovo e più versatile volto del mondo che siamo.Il libro contiene un saggio di Mihaela Gavrila.

Samuel Beckett. Nel buio che illumina la mente
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Campi, Riccardo

Samuel Beckett. Nel buio che illumina la mente

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Samuel Beckett è un autore che è entrato a far parte del "canone occidentale" a pieno titolo e i personaggi di un dramma come Aspettando Godot, insegnato perfino nei licei, appartengono ormai all'immaginario collettivo; la sua opera, tuttavia, non cessa di sconcertare e attende ancora di essere adeguatamente compresa. Con la propria scrittura, Beckett ha dischiuso alla letteratura e al teatro orizzonti nuovi, di cui egli è stato il primo e l'unico esploratore: malgrado l'universale ammirazione, che gli valse nel 1969 l'assegnazione del premio Nobel, la sua ricerca non ha avuto continuatori, benché non siano mancati gli epigoni. Nonostante la celebrità di cui Beckett gode, l'oscurità delle sue strane parabole, l'ambiguità delle immagini e delle situazioni inquietanti che ha profuso nei romanzi e nelle opere teatrali, la radicalità delle sue scelte stilistiche, il suo caparbio rifiuto delle convenzioni narrative tradizionali costituiscono per gli interpreti una sfida non risolta che ogni lettore è chiamato a raccogliere sempre di nuovo, perché l'opera di Samuel Beckett, anche se è diventata un classico del Novecento, ci parla, in realtà, da un futuro che noi dobbiamo ancora raggiungere.

Piccola storia della letteratura italiana
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vecce, Carlo

Piccola storia della letteratura italiana

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: Tra le letterature dell'Europa e del mondo, la letteratura italiana presenta una ricchezza di voci, di culture, di lingue, straordinaria e difficilmente eguagliabile. I suoi 'classici' sono i classici della cultura mondiale: Dante, Petrarca, Boccaccio, Machiavelli, Ariosto, Tasso. Eppure, questa polifonia, nella complessa vicenda identitaria del paese (di ieri come di oggi), rischia di diventare incomprensibile se non se ne recupera il senso e il valore di una 'storia', di una definizione di tempi e spazi, di uomini e istituzioni. E anche, per quanto possibile, il piacere di un 'racconto', di una short history che è sempre, in larga misura, cronaca dell'incontro con l'oggetto centrale e fondamentale della letteratura: il testo.

Studi sulla letteratura italiana della modernità. Per Angelo R. Pupino. Primo Novecento-Dal secondo Novecento ai giorni nostri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Candela, E.

Studi sulla letteratura italiana della modernità. Per Angelo R. Pupino. Primo Novecento-Dal secondo Novecento ai giorni nostri

Liguori Editore, 01/01/2009

Abstract: L'opera, promossa da Giorgio Bárberi Squarotti, Elena Candela, Anna Dolfi, Nicola Merola e Gianvito Resta, è articolata in due volumi e raccoglie circa cento studi offerti ad Angelo R. Pupino. Vertenti tutti sulla letteratura italiana della modernità (ossia quella che va dal secondo Settecento ai giorni nostri) sono firmati da studiosi autorevoli e da giovani studiosi provenienti da prestigiose università. Si compone così uno specimen significativo di autori e orientamenti della grande letteratura italiana più recente, ma si eseguono anche ricerche su nodi o autori rimasti non troppo opportunamente in ombra o mai veramente studiati, pur se danno un contributo innovativo ed arricchiscono la storia di quel "canone nebuloso e instabile" (la formula è di Merola) che è la modernità letteraria. Un primo volume (Sette-Ottocento) presenta autori che vanno da Pietro Verri a Leopardi, Manzoni, Angelica Palli, Nievo, Giacinto De' Sivo, De Sanctis, Morelli, Imbriani, Vicchi, Graf ecc.; un secondo volume in due tomi (Primo Novecento; Dal secondo Novecento ai giorni nostri) annovera contributi su Pascoli, Serao, Di Giacomo, De Roberto, d'Annunzio, Svevo, Pirandello, Papini, Ungaretti, Seminara, Gadda, Alvaro, Montale, Bigiaretti, Morante, Moravia, Pratolini, Bodini, Bigongiari, Rea, Scotellaro, Calvino, Rosselli, Pontiggia ecc. Valore connettivo assumono poi gli studi sulle teorie e questioni che animano e a volte agitano la nostra letteratura di questi ultimi secoli fino ai nostri giorni, e che si avvicendano in un panorama abbastanza mosso, non uniforme, e non pacificamente nazionale, ma pure dialetticamente regionale, attraversato da vistosi cambiamenti sociali, politici, culturali e di costume.

La morte a Venezia-Tonio Kröger-Tristano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mann, Thomas

La morte a Venezia-Tonio Kröger-Tristano

Feltrinelli Editore, 06/02/2009

Abstract: In La morte a Venezia (1913) è narrata la storia di una passione senile dello scrittore Aschenbach, sullo sfondo di una Venezia equivoca e torbida in cui s'annuncia il colera: su quello sfondo morboso ed enigmatico la passione si chiarisce e si esalta, fino al crollo totale del tipico eroe manniano, travagliato dalla lotta incessante fra l'aspirazione eroica della perfezione e dell'autodisciplina e il decadentistico amore dell'irregolare e del dissoluto. Tristano è del 1903: torna, come nei Buddenbrook, la musica wagneriana a motivo conduttore di un processo di dissoluzione fisica e spirituale. Tonio Kroger, pure del 1903, è opera propriamente autobiografica. Il motivo dell'acuta nostalgia di un'adolescenza irrimediabilmente lontana, di una vita semplice e felice, vi è espresso in pagine bellissime alle quali si alternano altre mirabili pagine di critica dell'arte.