“Amor, ch’a nullo amato amar perdona”

Inferno, canto V (103)

Nell’ambito dell’iniziativa Dante on Air promossa dalla casa editrice Emons Libri & Audiolibri, il 25 marzo in occasione del DanteDì, anche le biblioteche diventano cassa di risonanza delle parole del padre della lingua italiana. Per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, molte città italiane risuoneranno dei suoi versi e sarà possibile ascoltare nei luoghi più inusuali alcuni estratti dell’audiolibro “La Divina Commedia raccontata e letta da Vittorio Sermonti”.

La voce del poliedrico dantista italiano pervade tutta Italia. Sono, infatti, tante le realtà che hanno aderito all'iniziativa: le terzine dantesche verranno riproposte anche in luoghi inusuali per la letteratura, come centri commerciali, mezzi pubblici e luoghi storici.

Il mondo delle biblioteche, in particolare, ha raccolto da subito e con grande entusiasmo l’iniziativa, diventando partecipe di un’operazione nuova e senza precedenti. CSBNO è tra le molte realtà che in tutta Italia hanno aderito al progetto per il DanteDì. Grazie al network Rete delle Reti, che conta ben 31 sistemi bibliotecari in tutta Italia e di cui CSBNO è membro e co-fondatore, molte sono anche le altre realtà bibliotecarie che parteciperanno. Ed ecco che magari entrando in biblioteca per ritirare il libro prenotato, si potrà essere accolti dalla voce del grande Vittorio Sermonti che legge i versi di Dante. Seppur con modalità di accesso contingentato, le biblioteche infatti restano aperte anche in zona rossa. Prenota il tuo appuntamento

Un ringraziamento speciale va alla Famiglia Sermonti, che ha consentito la fruizione di questi contenuti in forma libera, al fine di celebrare il sommo poeta.

Lasciati ispirare dai versi di Dante Alighieri!

Inferno, canto I _ integrale

Nel mezzo del cammin di nostra vita

Inferno, canto I

Mi ritrovai per una selva oscura

Inferno, canto III

Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate

Inferno, canto III

Colui che fece per viltade il gran rifiuto

Inferno, canto V

Amor, ch'al cor gentil ratto s'apprende

Inferno, canto V

Amor, ch'a nullo amato amar perdona

Inferno, canto V

Caina attende chi a vita ci spense

Inferno, canto V

La bocca mi baciò tutto tremante

Inferno, canto VI

La tua città, ch'è piena d'invidia sì che già trabocca il sacco

Inferno, canto XXVI

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

Inferno, canto XXXIV

E quindi uscimmo a riveder le stelle

Purgatorio, canto III

Manfredi di Svevia, il Biondo

Purgatorio, canto V

Ricorditi di me, che son la Pia

Purgatorio, canto XXX

Guardaci ben! Ben son, ben son Beatrice!

Paradiso, canto XXXIII

Vergine Madre, figlia del tuo figlio

Paradiso, canto XXXIII

L'amor che move il sole e l'altre stelle