HOME » 60x365 reading challenge » Commenti

Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

2275 Visite, 37 Messaggi

Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

Commenti alla missione 59: commenta e prendi spunto dalle letture degli altri!

Utente 9053
86 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

Leoni di Sicilia - Stefania Auci.
Libro che a me è piaciuto davvero molto. Amo le saghe familiari, amo vedere come i vari personaggi (e le loro generazioni) proseguono nella vita perciò questo libro è sicuramente il mio pane. Scruttura scorrevolissima, si legge molto velocemente e ti appassiona molto. Consiglio vivamente a tutti gli amanti del genere. Da 0 a 5 stelle? 5!

Utente 8891
121 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

Maria Tarditi - La venturina
Scritto molto bene e molto interessante: peccato per la fine che peggiore non si può e che, lasciando l'amaro in bocca, non permette di apprezzare in pieno il libro, come pur meriterebbe

faber73
76 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

La saga dei Clifton - Jeffrey Archer.
Una famiglia inglese alle prese con le vicende del '900.
6 libri (per ora) in cui l'autore riesce a mantenere sempre viva l'attenzione e la curiosità.
Il rischio di queste saghe è sempre l'apertura di nuovi, e talvolta dispersivi, binari narrativi per l'ingresso di nuovi personaggi..... Archer per fortuna si trattiene.

Utente 4622
45 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

Stefano Massini - Qualcosa sui Lehman

Questo libro bellissimo, coinvolgente, che prende lo spunto da una precedente pièce teatrale dello stesso Massini, affascina, trascina con un ritmo gradevole, elegante,ed è a metà tra romanzo e “ballata”, affinato poi da una scrittura piacevole e vivace. E questo stile innovativo con il suo ritmo assolutamente originale permette a Massini di farci assistere alla storia dei Lehmann nel momento stesso in cui si svolge. Si svolge infatti sempre al presente, non ci sono passaggi di consegne, agonie o scene madri; bastano poche righe, direi quasi poche battute per informarci del pregresso ed introdurci i nuovi attori. Eppure i personaggi emergono nella loro efficacia drammatica, e diventano i motori delle vicende “epiche” che seguono. Dico epiche, perché proprio a questo genere si avvicinano certe scelte, certe decisioni, soprattutto dei pionieri Henry, Emanuel, Mayer. Rimangono invece sullo sfondo sia le vicende familiari spicciole dei Lehman, sia la grande storia americana, che vede grandi avvenimenti quali la guerra di secessione, le due guerre mondiali, la grande depressione. Quello che conta, che è importante è la dinamica del lavoro, sono le regole, i ruoli; certo poi arriva il guadagno. Ma dalla logica del lavoro si passa dunque rapidamente a quella del profitto e qui è davvero epica la scalata dei Lehman al successo. La dimostrazione più evidente ma anche più umoristica è l’avanzata del posto nei banchi di preghiera nella sinagoga!!!! Dal cotone, dal caffè e infine ai soldi per i soldi!!! E alla fine ci accorgiamo che davanti ai nostri occhi è passata la storia dell’Economia. Altro che “ballata”, “romanzo”, “biografia” qui abbiamo anche un “saggio”!

Utente 165
42 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

La casa sull'argine Daniela raimondi

Storia della famiglia Casadio, contadini della Bassa padania .
Alla fine del settecenot una carovana di zingari fa tappa nel piccolo borgo e a causa di problemi vari si ferma per diverso tempo . Uno dei figlio, Giacomo, si innamora di Viollca e da quel momento la famiglia si divide in due ceppi: sognatori dagli occhi azzurri (discendenti dei Casadio) e sensitivi dai capelli neri ( discendenti della famiglia di zingari di Viollca).

Tutta la vicenda si dipana in una cornice storica dal rinascimento più o me4no ai giorni nostri.
Ben scritto e scorrevole.

Utente 77224
21 posts

Re: Commenti alla missione 59: un libro con al centro una saga familiare

"LA CASA DEGLI SPIRITI" DI ISABEL ALLENDE

a storia è incentrata sulle vicende della famiglia Del Valle e della famiglia Trueba, che si intrecciano con gli avvenimenti politici del Cile degli anni venti, narrando le avventure di ben quattro generazioni.
I coniugi Del Valle hanno undici figli tra cui Rosa, e Clara che è il personaggio principale del romanzo. Rosa è la sorella maggiore. Affascinante e bellissima, è promessa sposa di un giovane, Esteban Trueba, che sta lavorando nelle miniere del Nord per guadagnare abbastanza soldi da poterla finalmente sposare. Clara invece ha un dono particolare: riesce a comunicare con gli spiriti dei morti che di tanto in tanto tornano a farle visita nella sua vecchia casa (da qui il titolo del libro), e ha delle premonizioni su un possibile incidente fatale in famiglia. Infatti, non molto tempo dopo, accade che Rosa, a causa di un attentato al padre politico, per errore, viene avvelenata al suo posto. Allora il fidanzato Esteban, sconvolto dalla morte della sua futura sposa, torna in città da sua sorella Ferula, che ha rinunciato al matrimonio e scelto di vivere segregata in casa a prendersi cura della madre Ester, molto malata.
Ferula muore non molto tempo dopo ma il suo fantasma tornerà per dare un ultimo saluto all'amata cognata Clara.
Esteban Trueba decide allora di trasferirsi in campagna, alle Tre Marie, con l’intento di riportare ai fasti di un tempo la tenuta di famiglia ormai in degrado da anni.
Ma Esteban, preso dallo sconforto, per alleviare la sofferenza causata dalla perdita della sua amata, comincia a violentare gran parte delle figlie dei contadini che lavorano per lui, tra cui Pancha Garcia, dalla quale avrà uno dei tanti figli illegittimi, Esteban Garcia.
Quest’ultimo non riuscirà mai a perdonare Trueba per aver violentato sua madre, e in futuro si vendicherà arrestando e torturando la di lui nipote Alba, per la quale prova solo invidia e odio fin dall’infanzia.
Alba è figlia di Bianca, che a sua volta è stata concepita da Esteban Trueba e Clara Del Valle unitisi in matrimonio in seguito alla tragica dipartita di Rosa. La ragazza finirà in carcere perché accusata di essere una rivoluzionaria, in quanto compagna e amante del sovversivo Miguel.
Il romanzo si chiude con la scoperta dei diari di nonna Clara da parte di sua nipote Alba, che riesce così a ricucire gli eventi principali della sua famiglia e la storia del suo Paese.

Utente 514
8 posts

Le letture di Sà - missione 59

Proprio quest'anno ho scoperto e divorato tre libri di una saga familiare:
"L'eredità di Agneta" di Corinna Bomann
"Il segreto di Mathilda"
"La promessa di Solveig"
Trama del primo libro della trilogia: "Stoccolma, 1913. Dopo l’ultimo violento litigio con i genitori a Natale, Agneta ha chiuso ogni rapporto con la famiglia di origine, rinunciando al titolo nobiliare di contessa di Löwenhof e trasferendosi in un piccolo appartamento nel quartiere studentesco della capitale. Il suo sogno è quello di studiare per diventare pittrice, lottare per il diritto di voto insieme alle amiche femministe e, soprattutto, vivere liberamente le sue passioni, compresa quella per Michael, aspirante avvocato. Finché una mattina un telegramma le porta una notizia destinata a cambiare completamente il corso della sua vita: il padre e il fratello sono rimasti coinvolti in un incendio e la madre le chiede di tornare subito a Löwenhof. Ancora non sa che la situazione è molto più grave del previsto e che sarà posta di fronte a una scelta: prendere la guida della tenuta o continuare a inseguire i suoi sogni di libertà..."

Ovviamente consiglio di leggere tutta la trilogia.

2177 Messaggi in 290 Discussioni di 137 utenti

Attualmente online: Ci sono 59 utenti online