HOME » 60x365 reading challenge » Commenti

Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

1473 Visite, 21 Messaggi

Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

Commenti alla missione 46: commenta e prendi spunto dalle letture degli altri!

faber73
76 posts

Re: Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo - La ricetta della mamma - Faletti

Un libro da leggere tutto d'un fiato (in effetti sono poche pagine) con finale imprevedibile e ironico. Faletti docet.

Utente 55136
40 posts

Re: Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo - Riccardino di Andra Camilleri

L'ultimo libro del personaggio di Montalbano.
Onestamente è anche quello che mi è piaciuto meno: traspare quella stanchezza e quella voglia di distacco di cui lo stesso autore parla.
E ho gradito decisamente poco gli interventi dello stesso Camilleri (qui chiamato l'Autore) che interagisce direttamente non solo con i personaggi ma arriva a modificare la storia a suo uso e consumo.
Per non parlare della chiusura che scade nel surreale misto al fantastico.
Spiace dirlo ma per me, come libro, è bocciato.

Utente 77224
21 posts

Re: Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

"IL PROCESSO" DI FRANZ KAFKA

Il romanzo scritto per lo più nel 1914 ma pubblicato solo nel 1925 (un anno dopo la morte di Kafka), racconta l'accusa e la condanna inflitta a un mite impiegato di banca, Josef K. (figura chiaramente autobiografica), per una colpa che egli non conosce e che non riesce in alcun modo ad appurare.
Per un po' K. riprende la sua vita normale, poi si presenta spontaneamente al tribunale, ubicato nelle soffitte di uno strano palazzo di periferia. Nessuno sa rivelargli con precisione l'accusa, ma a poco a poco un oscuro senso di colpa s'impossessa di lui. Intanto la sua causa, sia pure tra le esasperanti lentezze della burocrazia, avanza implacabilmente. Ogni tanto K. è convocato in tribunale, ma non ottiene mai notizie precise. Incontra solo magistrati corrotti, funzionari volgari, strani individui.
Prima si affida all'avvocato Huld, poi a un amico dei giudici, il pittore Titorelli, il quale gli confida che non ha speranze, perché mai nessuno è del tutto innocente. Nel Duomo di Praga uno strano cappellano gli racconta l'oscura parabola della Legge, il cui senso generale, però, è sufficientemente chiaro: K, finora ha cercato la verità con i mezzi sbagliati; di fronte alla Legge, l'uomo è colpevole; riconoscerlo è forse il primo passo verso la salvezza, ammesso che esista. Il giorno prima del suo trentunesimo compleanno, un anno esatto dopo l'arresto, K. viene prelevato in albergo da due sicari, che danno esecuzione alla sentenza conficcandogli un coltello nel cuore.

Utente 835
211 posts

Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

Riccardino di Andrea Camilleri
Credo ci sia poco da aggiungere ai libri di Camilleri incentrati sul commissario Montalbano e la sua Vigata. Li ho letti tutti e, più o meno, mi sono piaciuti tutti. Quest'ultimo episodio, scritto molti anni fà, tenuto nel cassetto ed uscito postumo mi è sembrato all'altezza di tutti gli altri. Lo schema di interazione tra protagonista ed autore non mi è spiaciuto.

Utente 284
302 posts

Re: Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

Riccardino di Andrea Camilleri
Una degna fine per Montalbano, non scontata. Camilleri ha pensato ai suoi lettori e a come congedare Montalbano. Un libro amaro in tutto il dialogo tra Autore e Montalbano, soprattutto quando si legge che l'autore è ormai stanco.
Una chicca anche in questo romanzo, la "Chiromante Chiaroveggente" rimarrà una delle macchiette meglio riuscite di Camilleri.

brisabri
106 posts

Re: Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

# 46. UN LIBRO PUBBLICATO POSTUMO

Il caso dell’abominevole pupazzo di neve – Nicholas Blake
Pag. 217

Easterham Manor, Inghilterra. Siamo nel 1940 e la grande gelata è finalmente finita.
Il Natale è sempre più vicino e i Restorick si riuniscono insieme ad alcuni amici a Dower House, la tenuta di famiglia.
Tra gli ospiti sopraggiunge anche il detective Nigel Strangeways, invitato dalla Signora Clarissa Cavendish, cugina di sua moglie, per indagare su alcuni eventi ambigui accaduti durante una seduta spiritica nella stanza del Vescovo, ritenuta da tutti una stanza infestata dagli spettri. Durante questa seduta, più che i fantasmi gli ospiti hanno visto la gatta dei padroni di casa impazzire improvvisamente, giudicandola come posseduta.
Ma se all’inizio Nigel è convinto di doversi occupare di una gatta, ben presto si deve ricredere. Perché la mattina seguente al suo arrivo, Elizabeth Restorick viene trovata morta impiccata nella sua camera.
Il cadavere è nudo e truccato e Strangeways fin da subito non crede alla teoria del suicidio. I sospetti ricadono su tutti gli ospiti della tenuta, tutti avevano un movente valido per uccidere la povera Elizabeth. Ma non solo. C’è qualcuno che sta cercando di depistare il detective…

“Una donna perduta, un gentiluomo di campagna anglosassone, una moglie americana, un uomo senza radici, una ragazza frivola e un ciarlatano”.

Intanto devo dire che questa copertina mi piace moltissimo e ha contribuito in gran parte a riporre l’attenzione su questo giallo degli anni ’40, rendendolo ancora più convincente e adatto come lettura in questo periodo natalizio.
Il libro in realtà parte dalla fine, da quando i due piccoli di casa Restorick, John e Priscilla, stanno guardando dalla finestra il loro pupazzo di neve che man mano si sta sciogliendo e …
Dal secondo capitolo veniamo catapultati nel passato, poco tempo prima in realtà, a quando il detective Nigel Strangeways viene invitato a Easterham Manor per risolvere uno strano caso di sedute spiritiche terminate in modo bizzarro. In realtà il povero detective si ritrova a dover risolvere un caso di suicidio… o omicidio ?!
Questo giallo mi ha ricordato moltissimo quelli di Agatha Christie, in cui c’è l’amico Poirot che con grande maestria riesce a risolvere il caso senza far capire nulla al lettore, borbottando fra sé frasi alle volte senza senso che il lettore non riesce a ricostruire subito.
L’ambientazione natalizia gioca moltissimo a favore della trama e mi è piaciuta l’idea di radunare tutti i personaggi in un’unica tenuta dove poi ci scappa il morto.
I personaggi vengono tutti presentati fin da subito, descritti piuttosto bene, grazie anche a elementi chiave della loro vita passata utili all’indagine del presente. Tutti sembrano essere plausibili assassini, chi più chi meno ognuno sembra nascondere qualcosa di losco. Le piste offerte dal detective sono moltissime e durante la narrazione le sue teorie ribaltano di continuo la situazione, destabilizzando i sospetti e i pensieri che man mano il lettore si era formulato, rendendolo incapace fino alla fine di ricostruire i fatti e di individuare il colpevole.
Se da un lato potrebbe risultare solo un giallo classico e antico, dall’altro per via del giocoso titolo e di contenuti della trama che richiamano temi ancora oggi molto frequenti, il libro risulta anche essere piuttosto moderno.
La trama è avvincente, la lettura scorrevole, lo stile un misto tra classico e moderno. Una lettura natalizia che vale la pena di leggere.

Commenti alla missione 46: un libro pubblicato postumo

“I giganti della montagna” di Luigi Pirandello.
L’ultima opera dello scrittore siciliano, quella che non ha (forse) concluso e che non ha potuto vedere rappresentata sulla scena. Un testo onirico, di teatro nel teatro come altri della sua produzione, dove realtà e fantasia si intersecano e si confondono, in cui si avverte qualche riferimento al “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare. I giganti non si vedono neppure arrivare, se ne sente solo il rumore che si avvicina, e questo secondo me rappresenta comunque un punto a favore più che una mancanza. Una sorta di testamento letterario, una dichiarazione d’amore nei confronti del teatro e del suo straordinario potere di creare immagini quasi dal nulla e di farle sembrare vere, a volte più credibili del mondo reale.
https://webopac.csbno.net/opac/detail/view/csbno:catalog:428779

2177 Messaggi in 290 Discussioni di 137 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online