HOME » 60x365 reading challenge » Commenti

Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

1916 Visite, 29 Messaggi

Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

Commenti alla missione 7: commenta e prendi spunto dalle letture degli altri!

Utente 3835
18 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

"Poirot sul Nilo" - Agatha Christie / missione completata!
Letto in attesa dell'uscita del nuovo remake cinematografico per rinfrescarmi la memoria .. Personaggi interessanti, ambiente esotico (e lo era ancor di più ai tempi in cui questo romanzo è stato scritto, e si percepisce bene nel libro!), intreccio molto complicato, finale a sorpresa ... tutti gli ingredienti per un ottimo giallo alla Agatha Christie ci sono!

Utente 19477
66 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto di Paulo Coelho.
Questo libro mi ha colpito. Narra di una storia d'amore, di un legame con Dio che sembra intromettersi e di come spesso non si voglia vedere ciò che veramente si desidera. Non è ricchissimo di eventi... principalmente sono continui pensieri della protagonista. Narra di come l'unica cosa che Dio vuole da noi è che siamo felici, che rendiamo gli altri felici. L'amore non è mai di intralcio a nulla.
In alcuni punti non ho compreso il senso delle parole, ma in generale è un libro per chi ha voglia di esplorare il cuore e la fede. Non è una lettura che definirei leggera, dato che è tutta una lotta interiore del personaggio, ma non è neanche un mappazzone esagerato.

Utente 8423
209 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

"La casa sull’acqua" di Penelope Fitzgerald

ambientato su alcune boat ormeggiate lungo il Tamigi, segue la vita quotidiana di alcuni personaggi di questa comunità così eterogenea che vive su queste imbarcazioni.
Il libro inizia in media res e finisce quasi incompiuto, così come è la vita, che va avanti e cos' faranno le vite dei vari protagonisti, di cui possiamo seguire in modo altalenante amori, delusioni, dispiaceri, speranze, promesse, sogni.
Da provare, anche se di non immediata lettura.

Utente 1533
14 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

Once Upon a River di Diane Setterfield
Racconta l'intreccio delle vite di diversi personaggi che vivono lungo il Tamigi, legate dal ritrovamento di una bambina nel fiume durante la notte del soltizio d'inverno. In un pub lungo il fiume conosciuto da tutti per le storie che vi vengono raccontate, prende vita la storia più incredibile di tutte: una bambina che sembrava morta ritorna in vita. Il racconto porta alla scoperta dei segreti dei vari personaggi e di come le loro vite sono in qualche modo collegate tra loro. Una lettura scorrevole e piacevole, lo consiglio!

L'ho letto in lingua originale, sul suo sito l'autrice dice che è in programma la pubblicazione in italiano (Mondadori), ma non so se è già disponibile e quale sia il titolo. Da non confondere con altri libri omonimi.

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

"Narratori delle pianure" di Gianni Celati. Varie località lungo il Po fanno da sfondo a storie narrate attraverso un linguaggio "parlato", semplice come nei "filotti" delle serate estive.

brisabri
106 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

7. libro ambientato vicino ad un fiume

Una sirena a Parigi – Mathias Malzieu
Pag. 153

Parigi, giugno 2016. Una piena eccezionale della Senna travolge la città rendendo l’atmosfera piuttosto apocalittica e surreale. Gaspard Snow, un giovane uomo che usa i pattini a rotelle per spostarsi in città, si sta dirigendo al suo locale, il Flowerburger, un bizzarro ristorante-cabaret collocato su una chiatta ormeggiata sul lungosenna. Ad un tratto però un canto ammaliante e misterioso, simile ad una dolce ninnananna magnetica proveniente da sotto il ponte, richiama la sua attenzione. Gaspard scopre così il corpo ferito di una sirena, Lula, che decide di portare a casa e accudire nella sua vasca da bagno.
Ma come tutte le sirene, anche Lula è un pericolo per gli uomini: chiunque ascolti il suo canto si innamora di lei fino a morire, e nemmeno un tipo come Gaspard diventato allergico all’amore può resisterle. O forse si. Ma Gaspard non si perde d’animo e con la grande immaginazione che lo contraddistingue cerca in tutti i modi di salvare sia la sirena sia il suo Flowerburger che rischia di fallire.

“Perché il Flowerburger è un luogo fantastico per innamorarsi”.

Se paradossalmente questo è l’ultimo libro di Malzieu, per me invece è il primo che leggo di questo autore. Sicuramente avrei dovuto partire dal primo, ma la copertina e il titolo mi hanno catturato talmente tanto che non ho saputo resistere (in più ci si mettono anche le mie amiche lettrici ).
Oltre alla copertina strepitosa e bellissima, questo libro è magico, una favola moderna ambientata poi in una città che adoro moltissimo e che tra l’altro si sa, è città dell’amore.
Ma oltre a essere una storia d’amore bellissima, è un intreccio di tantissime altre cose: fantasia, mistero e ironia. Il simpatico protagonista mi ha strappato diversi sorrisi per via dei suoi bizzarri comportamenti ma anche qualche lacrima. Gaspard è un uomo insolito, un uomo che è stato ferito dal passato e che si ritiene allergico all’amore ma si sa, l’amore giunge quando meno te lo aspetti. E nemmeno lui forse può resistere alla bellezza, agli occhi azzurrissimi e alla voce melodica di Lula.
Nonostante i sogni infranti e il cuore a pezzi, Gaspard ha molto a cuore i suoi ricordi, soprattutto quelli materiali sparpagliati per casa, e in primis quelli più profondi legati alla nonna Sylvia che l’ha cresciuto e che gli ha lasciato in eredità il Flowerburger, un locale magico, regno di musica ed estro, a bordo di un’imbarcazione. Questo luogo mi ha fatto molto sorridere e sognare, dove arte, musica e fantasia si fondono in un’unica cosa. L’autore riesce a creare un’atmosfera magica per tutta la durata del racconto grazie alla scelta e alla creazione di personaggi strani e bizzarri, ognuno con qualcosa da dare al lettore. Il finale poi mi è piaciuto davvero tanto.

Utente 180
313 posts

Re: Commenti alla missione 7: un libro ambientato vicino a un fiume

7- Fu sera e fu mattina di Ken Follett
Prequel de "I pilastri della Terra", "Fu sera e fu mattina" ci accompagna nell'arretrata Inghilterra del Medioevo, facendoci attraversare, in compagnia del giovane Edgar, del potente Wilwulf e della bellissima Ragna, un intero decennio, quello che va dal 997 al 1007 e ci istruisce sulla nascita di King's Bridge. Per quanto abbia trovato in queste quasi 800 pagine parecchi momenti di coinvolgimento totale, indignazione e partecipazione, devo dire che Follett ha un po' esagerato. Ho trovato la prima parte particolarmente prolissa, e alcuni passaggi che, anche se omessi, nulla avrebbero tolto al senso della storia. "I pilastri della Terra" battono "Fu sera e fu mattina" a mani basse!
webopac.csbno.net/opac/detail/view/csbno:catalog:616927

2177 Messaggi in 290 Discussioni di 137 utenti

Attualmente online: Ci sono 29 utenti online