HOME » 60x365 reading challenge » Commenti

Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

165 Visite, 10 Messaggi

Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

Commenti alla missione 3: commenta e prendi spunto dalle letture degli altri

Utente 50915
3 posts

"Finché il caffè è caldo" di Toshikazu Kawaguchi

La storia si svolge interamente in Giappone, all'interno di una piccola caffetteria poco frequentata, ma decisamente speciale. La leggenda narra che da questo caffè si possa viaggiare nel tempo, per rivivere un momento specifico, a patto che sia avvenuto all'interno del locale. Ed è proprio per provare questa esperienza che incontriamo le varie protagoniste del racconto, tutte con un rimpianto da cancellare.

Un romanzo a tratti folle, ma che attraverso la sua follia ci fa capire quanto sia importante vivere ogni momento della propria vita senza paura di dire o fare qualcosa di sbagliato. Una scrittura apparentemente fredda e molto lineare, tipica di diversi autori giapponesi, ma che riesce comunque a creare interesse e curiosità nel lettore. Un libro che consiglio a chi vuole leggere qualcosa di scorrevole e diverso dal solito, senza grandissime pretese.

Utente 19477
34 posts

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

A spasso con Bob di James Bowen.
La storia, oltre ad essere vera, è fantastica. Si è sempre portati a pensare che i drogati siano cattive persone, e spesso lo sono, ma ogni tanto (o spesso, non lo so) si trovano persone sole, che hanno solo bisogno di affetto. Una storia molto commovente e mi ha personalmente colpito. Un fattore da non sottovalutare è il fatto che è una storia vera. Se si cerca su Google "Bob the Big Issue Cat", il primo risultato è proprio il protagonista di questo libro.
Consiglierei questo libro a chiunque, è semplice ma di impatto.

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

"Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto". Francesco Guccini ci porta nel suo mondo fatto di avvenimenti e ricordi che hanno il gusto della semplicità. Atmosfere ormai scomparse che suscitano rimpianto. Da leggere.

Nenetta
32 posts

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

Cambiare l'acqua ai fiori
Inizialmente mi sembrava la classica commedia alla francese, poi si è trasformato in qualcosa di completamente diverso. Molto commuovente. Voto: 5 stelle su 5. L'unica pecca, per quanto mi riguarda, è che in alcuni tratti la trama è costituita da tre tempi narrativi diversi....

Utente 32500
50 posts

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

Consigli di lettura: "Il gatto che aggiustava i cuori" di Rachel Wells e "Pet Sematary" di Stephen King.

"IL gatto che aggiustava i cuori" è un romanzo senza troppe pretese, che racconta le avventure del gatto Alfie dal punto di vista del gatto.Consigliato per chi ama i gatti e vuole leggere un libro che scaldi il cuore.

"Pet Sematary" invece racconta di questa famiglia che si trasferisce in una tranquilla cittadina vicino a un cimitero degli animali, costruito in un luogo (si dice) infestato. Ben presto la vita della famiglia verrà messa sottosopra.
Stephen King viene spesso (purtroppo) indicato come autore di libri horror, fra cui anche questo titolo, ma è veramente limitativo considerarlo così. Pet Sematary è un libro che affronta delle tematiche forti, ed è a tratti angosciante: io ve lo consiglio caldamente.

Utente 72819
7 posts

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

Titolo: Aria di neve
Autore: Serena Venditto

Ariel è una ragazza italo-americana che ha girato mezzo mondo e ora vive nell'adorata Napoli. Lavora come traduttrice di romanzi rosa dai titoli immancabilmente profumati di agrumi e, dopo quattro anni di fidanzamento e due di convivenza, è appena stata lasciata da Andrea, l'uomo perfetto, ispettore di polizia e compagno dolce e premuroso. In lei si aggrovigliano sconforto, delusione, rabbia, ma soprattutto la fastidiosa sensazione di vivere in una di quelle storie melense e scontate che le consentono di pagare l'affitto. È necessaria una svolta, qualcosa di tanto imprevisto quanto atteso. E così, facendosi coraggio Ariel si mette alla ricerca di un luogo dove ricominciare da zero, e presto si imbatte nel coloratissimo e disordinato appartamento di via Atri, dove vivono altri tre ragazzi: Malù, sagace archeologa con una passione per i romanzi gialli, Samuel, rappresentante di articoli per gelaterie di origini sardo-nigeriane, e Kobe, talentuoso quanto sgrammaticato pianista giapponese. Un terzetto strambo e caotico cui si aggiunge la presenza fissa di Mycroft, uno stupendo gatto nero dagli occhi verdi che, coi suoi eloquenti miagolii, non ha bisogno della parola per farsi capire alla perfezione. Ariel si sente subito a casa, e tra una chiacchiera in cucina, un concerto e una passeggiata in una Napoli infuocata di sole, le cose per lei riprendono a girare per il verso giusto, al punto che dimenticare Andrea sembra quasi possibile. Ma proprio allora un evento tragico che si consuma molto vicino ai coinquilini rimetterà tutto in gioco e sconvolgerà il microclima di via Atri. Un suicidio molto sospetto o un vero e proprio delitto della camera chiusa? Le "celluline grigie" di Malù non potranno che essere stuzzicate da questa sfida e l'archeologa-detective coinvolgerà tutto il gruppo nelle indagini, cui parteciperà anche Mycroft dando sfoggio di tutta la sua sottile, felina intelligenza.

Un libro ironico e piacevole, nonostante un omicidio da risolvere, ma a questo ci penserà il gatto!

Utente 8891
47 posts

Re: Commenti alla missione 3: un libro con gatti in copertina o presenti nel romanzo

James Bowen. “A spasso con Bob”. Pagg.236. Voto 6
Forse il libro cult riguardante i gatti, una narrazione semplice e scorrevole, ma priva di velleità artistiche e letterarie. Storia vera e strappalacrime, ma mi è sembrato che l’autore non avesse gli strumenti per raccontarla e che, in fondo, senza arte né parte, si sia arricchito per via del gatto giusto nel momento giusto. Non discuto la natura del loro affetto, ma nel libro ho percepito (forse sbagliando) un'insincerità di fondo. Per questi motivi non leggerò assolutamente i 3 libri sequel: mi sembra che abbiano fatto diventare un caso editoriale (ed un film) un libro che è sicuramente piacevole da leggere, ma che rappresenta comunque una lettura da spiaggia. Della serie “Chi trova un amico trova un tesoro”

706 Messaggi in 161 Discussioni di 105 utenti

Attualmente online: Ci sono 65 utenti online