Community » Forum » Recensioni

La ragazza che hai lasciato
4 3 0
MOYES, Jojo

La ragazza che hai lasciato

Milano : Mondadori, 20104

Abstract: Il romanzo racconta la storia di Sophie, nel 1917 e di Liv, ai giorni nostri, le cui vite sono unite nel corso del secolo da un quadro misterioso. Francia, 1917. Sophie sposa il pittore Lefevre, allievo di Matisse, che parte per il fronte allo scoppio della Guerra. La donna ritorna a St Peronne occupato dai tedeschi e aiuta le famiglie in difficoltà, suscitando l'ammirazione del locale comandante delle truppe tedesche. Quando giunge la notizia che suo marito è stato catturato, Sophie chiede aiuto al comandante offrendogli in cambio un bellissimo quadro fatto dal marito che la ritrae da ragazza, intitolato "La ragazza che hai lasciato", che il tedesco ammirava da tempo. La sua proposta viene però fraintesa dall'uomo che crede che Sophie si proponga come amante e s'infuria. Il giorno dopo Sophie viene arrestata e portata in un campo di lavoro. Riuscirà a riunirsi al suo amato? Parallelamente a questa vicenda si svolge la storia di Liv, che a soli 30 anni vive l'esperienza dolorosissima della morte del marito. Ma ad un certo punto incontra Paul e tra i due scatta un certo feeling. L'uomo lavora per una società che si occupa di rintracciare opere d'arte scomparse e trafugate durante la guerra e proprio a casa di Liv vede il quadro che stava cercando da tempo, quello appartenuto un secolo prima a Sophie, che il marito di Liv le ha regalato per le nozze. Una serie di fraintendimenti porta i due a separarsi malamente. Cosa succederà tra di loro? E cosa ne sarà del dipinto?

940 Visite, 3 Messaggi
Utente 459
75 posts

bellissimo! un intreccio da fiato sospeso, una storia legata ad un quadro che mi ha commosso alle lacrime. Struggente quasi alla pari del precedente libro "Io prima di te".

Utente 284
302 posts

Ho letto tanti commenti sul WEB che giudicano questo libro bellissimo.
Io non ne sono rimasta entusiasta. Ho trovato le pagine che descrivono la vita di Sophie e la descrizione del processo prolisse e ripetitive. Non mi sono immedesimata nella vita di Liv e nelle sue scelte. Il libro si risolve nel finale con un bel colpo di scena che riscatta molti personaggi, ma mentre ho consigliato a molte amiche "Io prima di te" questo non mi sento di consigliarlo.

Utente 29680
88 posts

Intenso romanzo che è il seguito della "presentazione" (chiamiamola così) "Luna di miele a Parigi". Qui i personaggi sono delineati con carattere e forza narrativa dell'autrice che delinea non una ma ben due storie che si intrecciano nel tempo (due secoli diversi tra loro) il cui filo conduttore è un quadro. Personaggi forti e, solo all'apparenza, contorti ma emotivamente coinvolgenti per la loro intensità. Storia molto originale narrata con estrema maestria da un'autrice per me nuova ma che non rimarrà tale!
Consigliato.

  • «
  • 1
  • »

8501 Messaggi in 7022 Discussioni di 1101 utenti

Attualmente online: Ci sono 37 utenti online