Community » Forum » Recensioni

Copertina
0 1 0
Chattam, Maxime

In tenebris

Milano : Sonzogno, 2005

Abstract: Brooklyn, gennaio 2002: nel gelo della notte una donna nuda corre in mezzo al traffico. È stata picchiata, violentata, le è stato fatto lo scalpo. E fra le mani ha dei capelli femminili non suoi. A incaricarsi del caso sono in due: il duro, implacabile investigatore privato Joshua Brolin di Portland e Annabel O'Donnel, detective del 75° distretto. Una prima pista porta in un edificio abbandonato dove, oltre a vari corpi in stato di putrefazione, vengono ritrovate 67 foto di vittime con un codice a barre tatuato sul corpo. Su un muro, una frase in latino scritta col sangue di persone diverse: Caliban nostro signore, in noi è la vita, perché la carne riluce nelle tenebre.

833 Visite, 1 Messaggi
Utente 5244
47 posts

Brooklyn, gennaio 2002: nel gelo della notte una donna nuda corre in mezzo al traffico. È stata picchiata, violentata, le è stato fatto lo scalpo. E fra le mani ha dei capelli femminili non suoi. A incaricarsi del caso sono in due: il duro, implacabile investigatore privato Joshua Brolin di Portland e Annabel O'Donnel, detective del 75° distretto. Una prima pista porta in un edificio abbandonato dove, oltre a vari corpi in stato di putrefazione, vengono ritrovate 67 foto di vittime con un codice a barre tatuato sul corpo. Su un muro, una frase in latino scritta col sangue di persone diverse: "Caliban nostro signore, in noi è la vita, perché la carne riluce nelle tenebre".
Se con l'Anima del Male Maxime Chattam aveva esplorato l'essenza profonda dei serial killer, con In Tenebris (secondo romanzo della trilogia del male) lo scrittore si addentra nei meandri più oscuri e perversi della mente umana.
Gli indizi danteschi seminati nel primo romanzo trovano una giusta collocazione in questa storia, caratterizzata da luoghi veramente infernali.
Per gestire luoghi così caldi ci vuole un demone intelligente e spietato, questi è Caliban. Un'entità astratta e concreta allo stesso tempo, che sembra essere venerata e rispettata da diversi adepti.
Uno di questi è Spencer Lynch che viene immediatamente braccato dalla polizia di Brooklyn, subito dopo la folle corsa di una ragazza nuda, piena di lividi e con uno scalpo di capelli in mano.
Spencer e la giovane ragazza non sono che i primi piccoli episodi di un'apoteosi di malvagità e violenza inaudita che faranno di questo In Tenebris un romanzo cruento ma che guarda attentamente alla società moderna.

  • «
  • 1
  • »

8665 Messaggi in 7150 Discussioni di 1116 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online