Community » Forum » Recensioni

La morte, il diavolo e Martin Bora
3 1 0
Pastor, Ben

La morte, il diavolo e Martin Bora

Bresso : Hobby & Work, 2008

Abstract: Ucraina, 1941.Tutto inizia con l'Operazione Barbarossa, l'attacco nazista all'Unione Sovietica. Tra i primi a varcare il confine tra Germania e Russia c'è un giovane capitano dell'esercito tedesco: il suo nome è Martin Bora, il detective che ha reso celebre Ben Pastor. Colto, distaccato, compassionevole e nel contempo severo, anche in Russia Bora sarà costretto a dare prova del suo talento investigativo, inciampando quasi subito nel cadavere mutilato di una contadina. Ma questo "corpo in cerca di giustizia" è soltanto la prima tessera di un mosaico che dalla Russia si allarga alla Praga del feroce Reinhard Heydrich, per poi dilagare, con nuovi personaggi, in altri teatri di guerra e caricarsi di risvolti sempre più minacciosi. E allora, a poco a poco, tra scene (e messinscene) del crimine, presenze fantasmatiche, intrighi spionistici, ricordi traumatici della Prima guerra mondiale e del conflitto civile spagnolo, ambigui gesuiti e aristocratici dalla doppia vita, questa "sinfonia in giallo" si trasforma in un autentico viaggio di conoscenza all'interno della storia europea (e dei suoi misfatti più vergognosi), fino ad arrivare non solo al cuore degli enigmi ma anche, simbolicamente, alla radice di alcuni archetipi che hanno accompagnato la cultura dell'Occidente: il Cavaliere,la Morte,il Diavolo...

732 Visite, 1 Messaggi
Utente 345
310 posts

mi è parso un po' il libro meno significativo tra quelli di questa bravissima autrice, che consiglio caldamente a tutti iniziando da altri libri più felici

  • «
  • 1
  • »

8501 Messaggi in 7022 Discussioni di 1101 utenti

Attualmente online: Ci sono 35 utenti online