Community » Forum » Recensioni

Io non ho paura
5 1 0
Ammaniti, Niccolò <1966->

Io non ho paura

Torino : Einaudi, c2007

Abstract: n questo romanzo Niccolò Ammaniti va al cuore della sua narrativa, con una storia tesa e dal ritmo serrato, un congegno a orologeria che si carica fino a una conclusione sorprendente: e mette in scena la paura stessa. Michele Amitrano, nove anni, si trova di colpo a fare i conti con un segreto cosi grande e terribile da non poterlo nemmeno raccontare. E per affrontarlo dovrà trovare la forza proprio nelle sue fantasie di bambino, mentre il lettore assiste a una doppia storia: quella vista con gli occhi di Michele e quella, tragica, che coinvolge i grandi di Acqua Traverse, misera frazione dispersa tra i campi di grano. Il risultato è un racconto potente e di assoluta felicità narrativa, dove si respirano atmosfere che vanno da Clive Barker alle Avventure di Tom Sawyer, alle Fiabe italiane di Calvino. La storia è ambientata nell'estate torrida del 1978 nella campagna di un Sud dell'Italia non identificato, ma evocato con rara forza descrittiva. In questo paesaggio dominato dal contrasto tra la luce abbagliante del sole e il buio della notte, Ammaniti alterna, a colpi di scena sapienti, la commedia, il mondo dei rapporti infantili, la lingua e la buffa saggezza dei bambini, la loro tenacia, la forza dell'amicizia e il dramma del tradimento.

150 Visite, 1 Messaggi
Utente 31856
384 posts

Bel libro, in effetti tra quelli che ho letto di Ammaniti mi sembra il migliore. Bellissima la figura di MIchele, il protagonista, un bimbo di 9 anni e Ammaniti è riuscito a calarsi benissimo nel personaggio, con le paure, le fantasie, i sogni di un bimbo di quell'età. Così come il mondo degli adulti visto con gli occhi del bimbo, un mondo crudele, ignorante, che tenta di riscattarsi dalla miseria senza riuscirci

  • «
  • 1
  • »

8665 Messaggi in 7150 Discussioni di 1116 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.