Community » Forum » Recensioni

Lontano dalla vetta
4 1 0
Soffici, Caterina

Lontano dalla vetta

Milano : Ponte alle grazie, 2022

Abstract: C'è chi va in montagna in cerca del midollo della vita, per sfuggire ai propri fantasmi e alle ansie metropolitane. E chi - come l'autrice - ci si trova per caso. Sognava il caldo, il mare e le spiagge del Mediterraneo, ma un Accadimento l'ha portata in una baita sulle Alpi ,a 1700 metri; in un borgo sotto il ghiacciaio del Monte Rosa. Lì ha scoperto - grazie a un gregge di caprette, un branco di lupi, un'aquila, e alcuni personaggi che sembrano usciti da una favola- che si può condurre una vita più semplice e trovare (forse) la felicità nelle piccole cose. Basta poco per cambiare ritmo e vivere come i cittadini hanno dimenticato: camminare, respirare, spaccare la legna, spalare la neve, fare yoga o stare semplicemente seduti su un masso caldo di sole. Lì ha scoperto che non è necessario correre per raggiungere la cima, perché il vero scopo non è arrivare sempre più in alto, ma riappropriarsi di un tempo antico e dilatato. Più facile se lo fai con un cielo blu sopra la testa e dentro il cuore. Blu come sono le montagne in lontananza. Blu come le sfumature dell'acqua del mare: il colore della vastità, dell'incontenibile e del desiderio. Un diario di montagna che è anche e soprattutto molto altro, uno sguardo intelligente, poetico, dolce, ironico e disincantato.

310 Visite, 1 Messaggi
Utente 66582
88 posts

Interessante esperienza
Il resoconto, a opera della madre, di una famiglia che decide di andare a vivere un anno in una baita di montagna. Interessante quando parla di questa esperienza, descrive i singolari personaggi che popolano il luogo e vengono analizzate le differenze tra valligiani e cittadini. Quando però la scrittrice si avventura in ragionamenti troppo astratti la perdo.

  • «
  • 1
  • »

8634 Messaggi in 7124 Discussioni di 1111 utenti

Attualmente online: Ci sono 39 utenti online