Community » Forum » Recensioni

Copertina
2 2 0
Fermine, Maxence

Opium

Milano : Bompiani, 2003

Abstract: Inghilterra, 1838. Charles Stowe, figlio di un ricco mercante, parte per l'Estremo Oriente alla ricerca del tè più delicato. Nelle Indie scoprirà l'esistenza del misterioso tè bianco, il cui commercio è nelle mani dell'altrettanto misterioso Lu Chen. Ossessionato dal tè, ma soprattutto dalla bellissima Loan, moglie di Lu Chen, Charles accetta un patto pericoloso: in cambio di un carico d'oppio, potrà passare sette giorni in compagnia di Loan, ma se alla fine non avrà la forza di partire abbandonandola, dovrà pagare con la sua vita.

911 Visite, 2 Messaggi
Utente 46
224 posts

Un racconto breve, scritto in modo non esaltante. Ambientato nel XIX secolo, narra di un giovane inglese partito alla volta dell'Impero Cinese per carpire i segreti del the. Scoprirà qualcosa di più, in verità... Lettura da vagone delle Ferrovie Nord: veloce, poco impegnativo, ma lascia poco dietro di sè se si ha avuta l'avventura di amare "SETA" di Baricco...

Utente 66582
88 posts

Il tempo passa e i gusti cambiano
Ho riletto dopo almeno quindici anni questo libro. La prima volta lo lessi d'un fiato e mi appassionò tanto quanto gli altri di Fermine. Restai colpito in particolare dalla storia, poetica e avventurosa. Questo piacere è rimasto anche in questa seconda lettura, ma ora mi accorgo anche di quello che non c'è: profondità. La scrittura è molto, troppo semplice; le considerazioni sulla vita sono brevi e superficiali; i personaggi piuttosto piatti. Si legge con piacere ma non incide nella memoria un solco degno di nota.

  • «
  • 1
  • »

8499 Messaggi in 7020 Discussioni di 1100 utenti

Attualmente online: Ci sono 71 utenti online