Community » Forum » Recensioni

Le pietre e il popolo
3 1 0
Montanari, Tomaso

Le pietre e il popolo

Roma : Minimum Fax, 2013

Abstract: Perché il valore civico dei monumenti è stato negato in favore del loro potenziale turistico, e quindi economico? Perché la "valorizzazione" del patrimonio culturale ci ha indotti a trasformare le nostre città storiche in "luna park" gestiti da avidi usufruttuari? Lo storico dell'arte Tomaso Montanari ci accompagna in una visita critica del nostro paese: dallo showroom Venezia, a una Roma dove si delira di piste da sci nel Circo Massimo, a una Firenze dove si affittano gli Uffizi per sfilate di moda e si traforano gli affreschi di Vasari alla ricerca di un Leonardo inesistente, a una Napoli dove si progettano megaeventi mentre le chiese crollano e le biblioteche vengono razziate, all'Aquila che giace ancora in rovina mentre i cittadini sono deportati nelle new town, scopriamo che l'idea di comunità è stata corrotta da una nuova politica che ci vuole non cittadini partecipi, ma consumatori passivi. "Le pietre e il popolo" non è solo un durissimo pamphlet contro la retorica del Bello che copre lo sfruttamento delle città d'arte, ma è un manuale di resistenza capace di ricordarci che la funzione civile del patrimonio storico e artistico è uno dei principi fondanti della nostra democrazia, e che l'Italia può risorgere solo se si pensa come una "Repubblica basata sul lavoro e sulla conoscenza".

28 Visite, 1 Messaggi
Utente 7646
52 posts

Interessante saggio di denuncia della progressiva mercificazione del patrimonio artistico e culturale italiano. Montanari fa in particolare riferimento alla Firenze del sindaco Renzi (il libro risale al 2013), e alla tormentata e infruttuosa ricerca dell'affresco della Battaglia di Anghiari di Leonardo, sponsorizzata nientemeno che dal National Geographic, contro il parere degli studiosi dell'Opificio delle Pietre Dure. Il circo mediatico si sarebbe poi risolto in un nulla di fatto. La responsabilità di questo sfacelo è in parte di una classe politica miope e culturalmente arretrata, che a sua volta però coltiva un elettorato composto da consumatori passivi, anzichè cittadini consapevoli, in un circolo vizioso che sembra purtroppo difficile spezzare. Pamphlet come questo sono più un termometro, che un'aspirina - ma il paziente deve anzitutto rendersi conto di essere malato.

  • «
  • 1
  • »

6707 Messaggi in 5560 Discussioni di 948 utenti

Attualmente online: Ci sono 30 utenti online