Community » Forum » Recensioni

Prisoners
3 1 0

Prisoners

Milano : Warner Home Video, 2014

Abstract: Keller Dover sta affrontando il peggior incubo di ogni genitore. Sua figlia di sei anni, Anna, F scomparsa insieme alla sua giovane amica, Gioia, e con il passare del tempo il panico dilaga. Il responsabile dell'investigazione, il Detective Loki, ha arrestato l'unico sospetto, ma la mancanza di prove lo ha obbligato a rilasciarlo. Sapendo che la vita della figlia F in pericolo, Keller non ha altra scelta se non prendere la situazione nelle proprie mani. Il padre disperato fara di tutto per trovare le ragazze, rischiando la propria vita.

32 Visite, 1 Messaggi
Utente 7646
41 posts

La figlia di Keller Dover (Hugh Jackman) è scomparsa. La polizia, rappresentata dal Detective Loki (Jake Gyllenhaal), arresta un sospetto mentalmente ritardato, Alex Jones (Paul Dano), ma è costretta a rilasciarlo per mancanza di prove. Jones finisce dritto nelle mani di Dover...

Il solitario, indecifrabile e puntiglioso Detective Loki, interpretato da Gyllenhaal con un'intensità ai limiti del maniacale, fa da contraltare all'insospettata brutalità fisica di Dover, un buon padre di famiglia, patriota e fervente cristiano (con tanto di rifugio sotterraneo, attrezzato per un'eventuale Apocalisse). Una via di mezzo tra Zodiac e Mystic River, la pellicola pullula di simboli: da quelli cristiani (perlopiù associati a Dover, ad esempio il pesce sopra il paraurti del pick-up e il crocifisso appeso allo specchietto retrovisore), passando per serpenti e labirinti, fino a Loki, ingegnoso come l'omonimo dio norreno, che porta un anello massonico e ha tatuati addosso simboli astrologici (nocche della mano destra) e massonici (stella a otto punte sul collo). Lo spettatore attento ai dettagli troverà certo pane per i suoi denti. Non lasciatevi intimorire dalla durata - 2 ore e mezza passano fin troppo in fretta. 4/5.

  • «
  • 1
  • »

6660 Messaggi in 5519 Discussioni di 946 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online