Community » Forum » Recensioni

Il condominio
2 1 0
Ballard, J. G.

Il condominio

MILANO : ANABASI, 1994

606 Visite, 1 Messaggi
Utente 7646
184 posts

Pubblicato nel 1975, il romanzo descrive in chiave surrealista il progressivo sfacelo del tessuto sociale di un condominio di nuova costruzione, nel disinteresse del mondo esterno. Ballard suggerisce che sia in realtà l'architettura stessa dell'edificio ad alterare la personalità dei condomini, rispettabili esponenti della classe media, che regrediscono a uno stadio di cacciatori-raccoglitori. A diverso titolo, tutti gli inquilini sono complici del degrado, e incredibilmente nessuno cerca di opporsi. Inoltre, l'autore ricorre spesso all'espediente di mostrare i condomini mentre maltrattano e uccidono (e, almeno in un caso, mangiano) i cani altrui; il simbolismo è evidente, ma il fatto che la narrazione sia costellata di questi episodi ne sminuisce l'impatto, e si scade nel cattivo gusto. Il finale è in linea col tono disperato e pessimistico dell'opera.

Per approccio, stile e caratterizzazione dei personaggi, "Il condominio" di Ballard è l'esatta antitesi di quello di E. Wallant ("Gli inquilini di Moonbloom"). La vicenda ricorda inoltre il "Signore delle Mosche" di W. Golding, nettamente più incisivo.

2/5, sconsigliato.

  • «
  • 1
  • »

8337 Messaggi in 6881 Discussioni di 1084 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online