Community » Forum » Recensioni

Volevo essere una vedova
3 3 0
Moscardelli, Chiara

Volevo essere una vedova

Torino : Einaudi, 2019

Abstract: Che fine ha fatto Chiara, l'aspirante ma mancata gatta morta? L'abbiamo lasciata a trent'anni, senza uno straccio di fidanzato, e la ritroviamo a quarantacinque, ancora single. Com'è potuto accadere? Com'è arrivata a questa età senza sposarsi, fare figli, adeguarsi alla vita che sua madre e le zie, anche quelle degli altri, prevedevano per lei? Per capirlo Chiara si racconta, ai lettori e all'analista, ripercorrendo gli ultimi dieci anni: il trasferimento a Milano, dove sperava di accasarsi e invece ha trovato sciami di gay, il lavoro in una città che per certi versi le è ostile, i disastri sentimentali e il fatto che tutti, ma proprio tutti, persino il dentista o l'ortopedico, continuino a chiederle perché sia sola. Cosí, pur di non essere sottoposta al solito strazio, all'ennesima visita medica decide di spacciarsi per vedova, guadagnandosi uno status finalmente accolto dalla società. Se è vedova, allora qualcuno se l'era presa, anche se poi è morto!

95 Visite, 3 Messaggi
Utente 247
33 posts

Una conferma, una garanzia di non banalità. Da leggere

Utente 32500
9 posts

Non ridevo così tanto leggendo un libro da anni. Consigliatissimo.

Utente 284
198 posts

In controcorrente con gli altri commenti, a me non è piaciuto molto.
L'ho trovato ripetitivo e spesso mi sono chiesta se quello che è raccontato è veramente la vita dell'autrice o
pura invenzione. Tante situazioni mi sono sembrate esagerate, delle vere e proprie caricature.
Salvo le riflessioni dell'ultimo capitolo.
Le donne dovrebbero veramente imparare a volersi più bene!
Prima di renderlo rileggerò senz'altro l'ultimo capitolo!

  • «
  • 1
  • »

6530 Messaggi in 5408 Discussioni di 930 utenti

Attualmente online: Ci sono 54 utenti online