Community » Forum » Recensioni

Copertina
4 1 0
Corona, Mauro <1950->

L'ombra del bastone

Milano : Mondadori, c2005

Abstract: Un grosso quaderno nero, di quelli usati per tenere i conti del latte da cagliare, giunge tra le mani di Mauro Corona. Porta in calce la data 1920 ed è consunto, le pagine appiccicate l'una all'altra. Quando con la punta del temperino infilata tra foglio e foglio Corona riesce ad aprirlo, si trova davanti un romanzo inatteso: la storia di Raggio e di Zino, di Maddalena Mora e di Neve, la bambina di ghiaccio, di tutti coloro che lassù, sui monti di Erto, lo hanno preceduto. Nel quaderno nero ci sono i Malavoglia del Friuli e la figura indimenticabile della strega Melissa che tra i branchi di capre e i campi di fieno che sovrastano il Vajont, porta a termine una lotta perduta contro il destino, folle di sesso e di dolore.

916 Visite, 1 Messaggi
Utente 235
37 posts

Questo romanzo mi ha coinvolta moltissimo, ha una forza straordinaria nel descrivere i sentimenti e le vicende dei protagonisti.

E' la storia di Severino Corona, detto Zino, narrata in prima persona.
Zino è un produttore di formaggio che vive nelle aspre montagne friulane e che scrive come potrebbe farlo un montanaro di inizio secolo scorso: imprecisioni o veri e propri errori grammaticali, parole in dialetto, espressioni del parlato.
Nonostante ciò la prosa è sempre comprensibilissima, anzi di più: coinvolge e tocca nell'intimo l'attenzione del lettore.

  • «
  • 1
  • »

8661 Messaggi in 7146 Discussioni di 1115 utenti

Attualmente online: Ci sono 81 utenti online