Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Educazione americana - Fabrizio Gatti

Libro molto interessante. Come la CIA reclutava e manteneva la rete in Italia. La vita di una spia abbagliata da "oro, senso , e adrenalina". Come vendere la propria anima per una vita da film e chiedersi poi a quale pro. Qualcuno si pente. Qualcun altro muore prima.

Che buono, signor Acqua! - Agostino Traini

Tutta questa collana di Traini è stupenda, al mio bimbo di 5 anni è piaciuta tantissimo!!!! La consiglio vivamente, sono semplici ed accattivanti le illustrazioni e il testo è semplice ed immediato, tutto è di facile comprensione....molto molto ben fatti. Complimenti.

Storie della tua vita - Ted Chiang

Una raccolta interessante, ma assolutamente non all'altezza della messe di premi e recensioni stellari che ha ricevuto (fate un giro su Anobii e Goodreads per avere un'idea). I racconti sono costruiti intorno a fantasiosi spunti di origine matematica o filosofica; tuttavia lo stile clinico e distaccato rende difficile immedesimarsi nei personaggi (Chiang scrive manuali tecnici di professione). In appendice è riportato un commento dell'autore a ogni racconto. In breve:
- Torre di Babilonia: una squadra di minatori babilonesi intraprende l'ascesa alla Torre. Cosa ci facciano dei minatori per aria è la chiave del racconto. Finale senza capo nè coda, ma ha vinto un premio Nebula, quindi... 3/5
- Capisci: Fiori per Algernon sotto steroidi. 2/5
- Divisione per 0: una matematica dimostra che la Matematica è internamente incoerente, ovvero che 1=2. Segue il prevedibile crollo psicologico e affettivo. 2/5
- Storia della tua vita: gli alieni sono arrivati, ma cosa vogliono dirci? Il racconto più interessante della collezione. Non ho visto Arrival, quindi non ho termini di confronto; l'idea ha dei progenitori illustri (d'istinto direi Delany, Lem e Le Guin), anche se l'ispirazione diretta viene da una riflessione sul teorema di Fermat. Vincitore del Premio Nebula. 4/5
- Settantadue lettere: in un'ambientazione steampunk, la leggenda del Golem si incrocia con la teoria del preformismo. Automi, mega-feti in vasche di incubazione, luddismo e cabala: il risultato finale però è un po' pasticciato. Vincitore del Sideways Award. 2/5
- L'evoluzione della scienza umana: scienza e tecnologia hanno fatto passi da gigante, grazie alle straordinarie capacità dei metaumani. Il contributo degli scienziati umani è limitato alla disperata interpretazione di questi risultati (ermeneutica). Scritto come un fittizio editoriale di una pubblicazione scientifica in crisi, non ha personaggi nè trama. Per fortuna è brevissimo. 1/5
- L'Inferno è l'assenza di Dio: tre persone cercano di venire a patti con le proprie disgrazie personali, in un mondo in cui le anime finiscono all'Inferno o in Paradiso in modo apparentemente arbitrario, e periodicamente gli angeli scendono sulla terra, causando gravi disastri. Perchè succedono cose cattive alle persone buone? Dichiaratamente ispirato al Libro di Giobbe. Con questa teodicea, meno baciapile di quanto ci si potrebbe aspettare, nel lontanto 2002 Chiang si è aggiudicato in una botta sola i premi Hugo, Nebula e Locus. 3/5
- Amare ciò che si vede: un documentario: chi si sottopone a un intervento (reversibile) di calliagnosia diventa insensibile alla bellezza (o bruttezza) delle altre persone. In teoria questo dovrebbe limitare le discriminazioni e l'emarginazione sociale, ma gli oppositori dell'intervento (tra cui le industrie di cosmetici) sostengono che ciò non farebbe che deresponsabilizzare gli individui, oltre a limitare l'esperienza estetica in generale. Chi ha ragione? Un racconto intelligente, ma poco coinvolgente - vari personaggi all'interno di un campus universitario si limitano a esporre il proprio punto di vista, in vista di un referendum che renderebbe la calliagnosia un requisito obbligatorio per l'iscrizione al campus. 3/5

Riassumendo, idee intelligenti, ma lo sviluppo lascia un po' a desiderare. 2 stelle e mezza su 5, arrotondate a 3 per l'inventiva.

R: L' amica geniale - Elena Ferrante

Sicuramente e decisamente la migliore scrittrice italiana attuale. Una prosa asciutta ma attenta ai dettagli con una ragguardevole capacità di dare voce a sentimenti intimi sviluppati in un ambiente degradato e confuso. I personaggi sono delineati con una capacità descrittiva di rara e ammirevole capacità. Storie di personaggi veri inseriti nella Storia del nostro dopoguerra. Un romanzo imperdibile, assolutamente da leggere e far leggere alle nuove generazioni.

Tex. Frontera! - Mauro Boselli, Mario Alberti

Episodio retrospettivo, ambientato in un'epoca antecedente alla tradizionale, che racconta qualche ulteriore particolare della vita di Tex, che ha contribuito a formarlo. Collana realizzata con sceneggiature dai disegni molto particolari e colorati, ma molto avvincenti Consigliato!

R: L'apprendista geniale - Anna Dalton

Bello, bello, bello: scrittura sì semplice ma fluida, corretta, genuina ed anche istruttiva. Finalmente ho trovato un'altra bravissima scrittrice italiana che annovero tra le migliori in assoluto. Chapeaux alla Dalton!

Le pietre e il popolo - Tomaso Montanari

Interessante saggio di denuncia della progressiva mercificazione del patrimonio artistico e culturale italiano. Montanari fa in particolare riferimento alla Firenze del sindaco Renzi (il libro risale al 2013), e alla tormentata e infruttuosa ricerca dell'affresco della Battaglia di Anghiari di Leonardo, sponsorizzata nientemeno che dal National Geographic, contro il parere degli studiosi dell'Opificio delle Pietre Dure. Il circo mediatico si sarebbe poi risolto in un nulla di fatto. La responsabilità di questo sfacelo è in parte di una classe politica miope e culturalmente arretrata, che a sua volta però coltiva un elettorato composto da consumatori passivi, anzichè cittadini consapevoli, in un circolo vizioso che sembra purtroppo difficile spezzare. Pamphlet come questo sono più un termometro, che un'aspirina - ma il paziente deve anzitutto rendersi conto di essere malato.

La società degli animali estinti - Jeffrey Moore

Uno dei libri più sensibili e strazianti in merito a solitudine, amicizia e crudeltà sugli animali (ma anche sugli umani) che abbia letto nella mia vita. La scrittura è intelligente e fluida, con picchi dark notevoli e per contro un soggiacente umorismo.
Molto interessante il narratore interno al protagonista maschile, che fra l'altro è veramente unico nel suo genere-in quanto uomo sensibile, intelligente, coraggioso ma anche perso, forte e "rotto" allo stesso tempo-; una bella sfida al machismo e alla mascolinità tossica predominante in letteratura e nel cinema.
Assolutamente da leggere!

Superintelligenza - Nick Bostrom

Veramente interessante. Un pochino prolisso. Come testo universitario , da leggere. Insomma: bello ma "non si legge d'un fiato". Bisogna armarsi di santa pazienza e rimboccarsi le maniche e le meningi. Non sono riuscito a leggerlo tutto. ( non devo sostenere alcun esame e non me lo ha ordinato il medico ) . Al momento della restituzione un piccolo rimpianto di non averlo saputo apprezzare appieno. Ma ognuno ha le proprie priorità. Consigliato a chi STUDIA intelligenza artificiale. Non è "per tutti" , "divulgativo". Per chi lo apprezza, penso sia un libro da avere in libreria

Locke - un film di Steven Knight

Ivan Locke, capocantiere, è un uomo tutto d'un pezzo, coi piedi saldamente piantati per terra. Ha però commesso un errore, e nel giro di 80 minuti dovrà affrontarne le conseguenze, mentre la sua vita gli crolla intorno.

Ambientato quasi interamente nell'abitacolo di un'auto, Locke è un film drammatico senza tanti fronzoli, asciutto ed essenziale. Tom Hardy è perfetto nella parte di Locke, supportato più che validamente da un cast estremamente espressivo (tenendo conto che si tratta di voci all'altro capo del filo). Interessante anche il "Making of". 5/5