[Comunicato stampa]

CSBNO e NewsGuard, insieme per accrescere le competenze nell’uso dei media

(5 ottobre 2020) Sono decine le biblioteche dell’hinterland milanese che stanno lavorando all’adozione del programma di alfabetizzazione ai media messo a punto da NewsGuard, la startup americana nata due anni fa per contrastare la disinformazione online e la diffusione di notizie false.

CSBNO, Culture Socialità Biblioteche Network Operativo, tra i maggiori circuiti bibliotecari italiani, ha infatti siglato un accordo con NewsGuard per portare il programma gratuito di media literacy all’interno delle oltre sessanta biblioteche del Sistema, allo scopo di ampliare le competenze mediali degli stessi bibliotecari e degli utenti che utilizzano i dispositivi presenti nelle sale della biblioteca. Per sostenere questa attività, CSBNO ha anche attivato un gruppo di lavoro, composto da una decina di bibliotecari della rete, che si occuperà di organizzare i momenti di formazione e strutturare il servizio per gli utenti.

Per NewsGuard – che già opera con oltre 700 biblioteche negli Stati Uniti e in Europa – si tratta della seconda partnership con un sistema bibliotecario italiano, dopo l’accordo con il Sistema del Comune di Milano, siglato a inizio anno.

Sai chi ti sta dando le notizie?

La situazione di emergenza e di crisi che caratterizza questo periodo sta evidenziando quanto il fenomeno delle fake news incida sulla mancanza di informazioni affidabili in rete. Quella che si registra in questi mesi è una infodemia, un’abbondanza di informazioni, alcune accurate e altre no, che rendono difficile per le persone trovare fonti affidabili quando ne hanno bisogno: così l’ha definita l’Organizzazione Mondiale della Sanità. E in questa infodemia da coronavirus c’è di tutto: dalla pura disinformazione, alle teorie del complotto, al negazionismo tout-court, alle pericolose ricette pseudomedicali. 

Per questo, l’accordo appena siglato diventa ancora più strategico. NewsGuard offrirà alle biblioteche di CSBNO le valutazioni e le schede informative scritte dai suoi giornalisti su migliaia di siti italiani e internazionali, dando così agli utenti e ai bibliotecari la possibilità di capire su quali fonti si stanno informando e avere in pochi minuti un quadro sulla credibilità e sulla trasparenza del media consultato. La semplice estensione del browser internet di NewsGuard sarà presente sui computer dei bibliotecari e su quelli pubblici usati dagli utenti. Nei prossimi mesi i giornalisti della società organizzeranno seminari e webinar sia per gli operatori delle biblioteche sia per gli utenti della rete.

“Invece che censurare siti, bloccare contenuti o dire agli utenti ciò che possono o non possono leggere, i bibliotecari possono usare NewsGuard per offrire ai lettori un contesto in relazione alle fonti che utilizzano per informarsi”, ha spiegato il co-fondatore e amministratore delegato di NewsGuard Gordon Crovitz. “Leggendo le schede informative di NewsGuard, gli utenti potranno valutare la credibilità delle informazioni che incontrano online”.

Maria Antonia Triulzi, presidente di CSBNO, sottolinea il significato della nuova partnership: “Questo accordo è la naturale estensione del forte impegno che in questi mesi le biblioteche hanno posto nel potenziamento delle piattaforme digitali e dei servizi on-line. Il lockdown e il distanziamento sociale hanno rappresentato per tutti un’esperienza faticosa e divisiva.
In tutto il Paese, però, le biblioteche non hanno mai smesso di restare vicino alle persone mettendo a loro disposizione sulla piattaforma digitale strumenti alternativi di conoscenza e di relazione. E-book, videoletture per bambini, videogiochi, streaming musicale, e-learning, visite d’arte virtuali, l’intero mondo offerto dalle biblioteche è sempre stato a portata di mano. Ora, CSBNO ha deciso che restare davvero vicino alle comunità cittadine può voler dire anche offrire loro gli strumenti per riconoscere la buona informazione e testare l’affidabilità di siti e fonti.

In un mondo in cui la consapevolezza e l’informazione hanno un ruolo assolutamente centrale rispetto alla vita delle persone, in cui ogni dato passa attraverso una rete di mezzi interconnessi, diventa essenziale conoscere e riconoscere le fonti da cui provengono le notizie”.

 “Siamo felici di poter affiancare le biblioteche nel delicato compito di aiutare gli utenti a navigare in modo consapevole”, ha sottolineato Virginia Padovese, Managing Editor Europe di NewsGuard.

 

NewsGuard 

Fondato nel marzo del 2018 dall’imprenditore dei media Steven Brill e dall’ex publisher del Wall Street Journal Gordon Crovitz, NewsGuard fornisce valutazioni di affidabilità e schede informative di migliaia di siti di notizie e di informazione. Le valutazioni e le schede di NewsGuard possono essere concesse in licenza a fornitori di servizi internet, browser, aggregatori di notizie e piattaforme di social media e motori di ricerca che in questo modo possono renderle disponibili ai loro utenti. I giornalisti e la redazione di NewsGuard valutano i siti di notizie in base a nove criteri giornalistici apolitici ampiamente riconosciuti. Queste valutazioni sono offerte agli utenti attraverso un’estensione del browser, disponibile su Chrome, Safari, Edge e Firefox e su dispositivi mobile tramite il browser mobile Edge e le App per iOS e Android. Per ulteriori informazioni, incluso come scaricare l’estensione del browser e vedere il processo di valutazione, visitate newsguardtech.com/it. Se siete interessati a NewsGuard per le vostre biblioteche scrivete a virginia.padovese@newsguardtech.com.

 

CSBNO

Culture Socialità Biblioteche Network Operativo è un’azienda speciale consortile, compartecipata da 32 Comuni della Città Metropolitana di Milano. Nasce nel 1997 per promuovere l’innovazione e fornire servizi nell’ambito della cooperazione per supportare l’ecosistema culturale del territorio. A livello locale CSBNO svolge tuttora numerose attività e iniziative orientate allo sviluppo del territorio e alla diffusione del sapere e della cultura d’impresa. Promuove anche importanti progetti sul piano nazionale, come la Rete delle Reti, un modello di cooperazione allargata fra reti bibliotecarie per supportare e condividere idee, processi, funzioni e strumenti.

Nei numeri: 32 Comuni | 725.000 abitanti | copertura di un’area geografica di oltre 300 chilometri quadrati | 60 biblioteche* | 4 scuole civiche (Sesto San Giovanni) | 4 FabLab| 7GamingZone | 10 casette dei Libri | 11 pianoforti uso libero | 10 piattaforme online | 125 corsi/anno | 3.280 posti lettura | 500 postazioni informatiche | 300.000 utenti tracciati | 90.000 utenti attivi | 6.598 utenti sostenitori | circa 1.530.000 prestiti/anno (libri e multimediale) | 1.500 iscritti ai corsi/anno | 1.200 iscritti alle visite d’arte/anno

*di cui 45 di pubblica lettura, 7 scolastiche, 2 ragazzi, 1 professionale, 1 speciale, 2 d’impresa, e 3 centri per la documentazione di storia locale, oltre alle Scuole Civiche del Comune di Sesto San Giovanni.
Info su http://webopac.csbno.net/


Per i giornalisti e per le biblioteche interessate: NewsGuard

  • Virginia Padovese, Managing Editor Europa | 347.8634920 virginia.padovese@newsguardtech.com

Per i giornalisti: Ufficio stampa CSBNO

  • Over.Comm | Alessandra De Bosio | 02.9374584 – 347.7627585 press@overcomm.it
    www.overcomm.it