Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

R: L' amica geniale - Elena Ferrante

"L'amica geniale" è un pezzo importante di letteratura italiana degli ultimi dieci anni.
Uno degli aspetti vincenti del romanzo è la capacità della misteriosa e "sedicente" Ferrante di definire dei personaggi interessanti, verosimili e riconoscibili. Le protagoniste, sul cui rapporto si basa l'intero romanzo, sono due personaggi scritti con così grande cura da rimpiangere di non averle potute conoscere nella propria infanzia. Nel complesso, tutti i personaggi raccontati costruiscono un campionario di persone diverse per estrazione sociale, temperamento e, di conseguenza, modo di pensare e di agire.
Lo scarso ricorso al dialogo diretto consente alla Ferrante di raccontare una grande quantità di episodi legati alla vita del rione in cui sono ambientate le vicende. Il risultato è una scrittura fluida che si traduce in una lettura piacevole e scorrevole.
La contestualizzazione storica e sociale fa da sfondo suggestivo alla storia. Nella seconda parte del libro tende purtroppo a passare in secondo piano rispetto alle vicende amorose delle protagoniste, insinuando nel lettore il sospetto (eccessivo) che "L'amica geniale" sia un romanzo d'appendice per i temi affrontati e un Bildungsroman per la qualità di scrittura.
[8]

Copertina - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul Sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

Copertina - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

Copertina - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Phiip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole - Philip K. Dick

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

La svastica sul sole

L'idea di fondo è interessante e originale -cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dalle forze dell'Asse?- ma gli sviluppi narrativi non sono altrettanto soddisfacenti. A questo si aggiunga uno stile narrativo di Dick piatto e una definizione dei personaggi stereotipata, con fastidiosi dialoghi retorici e a tratti inverosimili.
Il risultato è un libro deludente tanto quanto la serie TV che ne è derivata in questi anni.
[4]

R: Inferno - Dan Brown

Odiosa riproposizione delle vicende del mirabile Langdon, rappresentazione umana di divina perfezione. L'unica cifra stilistica da riconoscere a Brown è la sua capacità di coinvolgere il lettore alle vicende narrate (dote comune tra gli scrittori alla moda) per mezzo di un espediente ormai di largo impiego anche nelle serie televisive: terminare un capitolo lasciando intuire al lettore l'imminenza di un colpo di scena.
Lontano dalla letteratura propriamente detta, "Inferno" è un libro pubblicato per un solo scopo: fare denaro. [3]

Inferno - Dan Brown

Odiosa riproposizione delle vicende del mirabile Langdon, rappresentazione umana di divina perfezione. L'unica cifra stilistica da riconoscere a Brown è la sua capacità di coinvolgere il lettore alle vicende narrate (dote comune tra gli scrittori alla moda) per mezzo di un espediente ormai di largo impiego anche nelle serie televisive: terminare un capitolo lasciando intuire al lettore l'imminenza di un colpo di scena.
Lontano dalla letteratura propriamente detta, "Inferno" è un libro pubblicato per un solo scopo: fare denaro. [3]

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate