Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Temi: Rappresentazione della società
× Soggetto Genere: Narrativa classica
× Soggetto Temi: Natale
× Soggetto Genere: Racconti seriali e saghe
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Luoghi: Parigi

Trovati 2 documenti.

Mostra parametri
L'uomo nudo
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

L'uomo nudo : e altri racconti / Georges Simenon ; traduzione di Marina Di Leo

Milano : Adelphi, 2016

Gli Adelphi ; 498

Abstract: "Dicono che molte donne siano gelose della suocera. Si lamentano del fatto che i mariti, quando tornano "a casa loro" anche solo per un'ora, assumono un'aria beata e particolarmente allegra che le irrita. "Il grande e grosso Torrence non era mai così raggiante come al rientro da un giretto "a casa sua". E "casa sua", per lui, era quella in cui aveva mosso i primi passi della carriera, il Quai des Orfèvres, dove, in qualità di ispettore della Polizia giudiziaria, era stato per quindici anni il braccio destro del commissario Maigret. "Per i colleghi, Torrence aveva fatto una brutta fine, diventando un detective privato. Per la maggior parte della gente, invece, aveva fatto fortuna, poiché adesso era, almeno ufficialmente, a capo della più seria, nota e illustre di tutte le agenzie investigative: l'Agenzia O".

Piccoli naufragi
0 0 0
Libri Moderni

GALLANT, Mavis

Piccoli naufragi / Mavis Gallant ; postfazione di Michael Ondaatje ; traduzione di Chiara Gabutti

Milano : BUR, 2011

Scrittori contemporanei

Abstract: Florence ha un piano, per la sua estate parigina. Ma per attuarlo le servono solitudine e silenzio. Anche Speck culla un progetto: una mostra per la sua galleria. Lo ossessiona, non lascia spazio ad altri pensieri. E gli rivelerà su se stesso più di quanto desideri sapere. Irina invece sa bene di non essere ciò che sembra, e nella casa moderna e luminosa dei suoi anni da vedova coltiva con disincantata passione i sogni di una gioventù che non ha vissuto. Al contrario di Mathilde, che forse sbaglia a scegliere i propri uomini, accecata com'è dall'invidia per il loro passato. Queste storie minime, quotidiane, sono tutte segnate da un appuntamento ineluttabile con la verità, sospesa tra gelo e poesia. Mavis Gallant prende le loro vite qualunque e lascia che fugaci sprazzi di luce ne svelino dettagli inattesi. La nuova messa a fuoco che ne deriva è spesso tanto intensa da apparire sovrumana: "Rivivere il passato con la piena consapevolezza di ciò che doveva venire sarebbe stato troppo per chiunque, e loro non avevano poteri magici; erano solo esseri umani". Postfazione di Michael Ondaatje.