Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Portoghese
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Temi: Rappresentazione della società

Trovati 57 documenti.

Mostra parametri
Che cosa ho in testa
0 0 0
Libri Moderni

Che cosa ho in testa : immagini di un mondo in cui valga la pena / [Marco Archetti ... et al.] ; a cura di Alberto Rollo

Milano : Baldini & Castoldi, 2017

Le boe

Abstract: "Ho provato a domandare a un folto numero di giovani scrittori italiani di mettere a fuoco un'esperienza, un'avventura umana, una visione, un dettaglio significativo di un mondo in cui valga la pena muoversi, lavorare, in una parola, esistere. Non ho chiesto né dichiarazioni né prese di posizione, ho chiesto semplicemente una ricognizione sulle generose contraddizioni della vita in comune, un accadimento vissuto in prima persona, per dar corpo a un breve fulminante racconto. Hanno risposto in molti, e tutti sono riusciti ad attingere al loro sentimento del tempo e delle cose, esprimendo, nella forma più propria, una proiezione della vita al di là della generica strategia dell'indignazione e di un possibile filtro ideologico. Certamente sono racconti anche politici, ma nel senso che è politica l'immaginazione quando forza il presente e scardina i luoghi comuni. Piuttosto che un'antologia questo è il tentativo di una coralità." (Alberto Rollo)

La vita segreta dei mammuth in Pianura Padana
0 0 0
Libri Moderni

Bregola, Davide

La vita segreta dei mammuth in Pianura Padana / Davide Bregola

Roma : Avagliano, 2017

I corimbi ; 84

Abstract: Una raccolta di episodi letterari in cui i protagonisti, come mammut scampati all’estinzione, calati in un paesaggio tanto surre-ale quanto vero, compiono azioni ingenue o crudeli, sempre immersi nella loro speciale umanità. Giuseppe Pederiali, che lesse questi racconti quando erano ancora inediti, scrisse: “A leggere Davide Bregola viene spontaneo pensare a Zavattini, a Giovannino Guareschi, a Giuseppe Tonna, e a tutti gli altri scrittori della Bassa che hanno contribuito a disegnare i confini di questo paese, confini visibili soltanto attraverso la narrativa. Un paese antico, raccontato anche dagli antenati, a cominciare da Teofilo Folengo e Giulio Cesare Croce. Ma com’è oggi la Pianura Padana, e più precisa-mente la Bassa? I divertenti e originali episodi di Davide Bregola la mettono a fuoco con precisione e sana cattiveria: la natura piegata con violenza alle esigenze dell’industria a tutti i costi e della agricoltura meccanizzata e disciplinata al punto che non si trova un rovo o un’ortica; gli uomini che faticano a riconoscersi in una cultura sbrindellata e con radici che succhiano veleni. Nonostante tutto, in un paesaggio da glaciazione tiepida, si aggirano rari e splendidi mammut: uomini, donne, ragazzi, forse, in via di estinzione, ma consapevoli della storia naturale di ieri e del piacere di vivere in questo posto”. Gente della Pianura raccontata attraverso una scrittura che sorprende per la straordinaria visionarietà.

Il maestro di Vigevano
0 0 0
Libri Moderni

Mastronardi, Lucio

Il maestro di Vigevano ; Il calzolaio di Vigevano ; Il meridionale di Vigevano / Lucio Mastronardi ; introduzione di Maria Antonietta Grignani ; in appendice scritti di Italo Calvino e Gian Carlo Ferretti ; glossario di Valentina Zerbi

Torino : Einaudi, 2016

ET scrittori

Abstract: «L’universo di Mastronardi ha un nome, dichiarato hn dall’inizio dai titoli in copertina: Vigevano. Non so quanti e quali nessi si possono trovare tra questa Vigevano romanzesca e la Vigevano reale: ma so che come immagine dell’Italia, di trent’anni di storia della società italiana, la Vigevano mastronar-diana funziona egregiamente. [...] Che un risultato di tanta forza sia stato ottenuto da un’esistenza in fragile equilibrio col mondo come quella di Lucio Mastronardi, dalla sua sensibilità di scorticato vivo, dà a quest’opera un carattere ancor più raro, perché pagine cosi sapienti nel costruire e nel giudicare le storie umane sono state come strappate dal gorgo di sofferenza che Lucio si portò dentro per tutta la vita». Italo Calvino

Bengodi
0 0 0
Libri Moderni

Saunders, George

Bengodi : e altri racconti / George Saunders ; traduzione di Cristiana Mennella

Roma : Minimum Fax, 2015

Sotterranei

Abstract: Dopo "Dieci dicembre", che ha consacrato George Saunders come uno dei nomi di punta della nuova scena letteraria americana, minimum fax riporta in libreria la sua prima raccolta di racconti, uscita nel 1996 e subito finalista al Pen/Hemingway Award. In sei racconti e un romanzo breve, corredati in questa nuova edizione da un ulteriore inedito e una lunga nota dell'autore, Saunders definisce i tratti salienti della sua poetica, inscenando il lato oscuro del sogno americano in un ipotetico futuro prossimo dove i vizi della società contemporanea vengono spinti all'eccesso con conseguenze grottesche, esilaranti e spesso spaventose. Una raccolta spietata e preveggente, permeata da uno humour feroce miscelato con quell'insieme di empatia e compassione nei confronti dell'uomo, delle sue debolezze e dei suoi difetti che rende i racconti di Saunders un'esperienza umana prima ancora che un piacere letterario.

L' età della febbre
1 0 0
Libri Moderni

L' età della febbre : storie di questo tempo / a cura di Christian Raimo, e Alessandro Gazoia

Roma : Minimum Fax, 2015

Nichel ; 68

Abstract: Cosa significa raccontare il proprio tempo? E quali sono, attualmente, le voci capaci non solo di ritrarlo ma di leggerne le tracce sulla propria pelle? Nel 2004 minimum fax pubblicava "La qualità dell'aria", in cui ai migliori scrittori under 40 era stato chiesto di illuminare le trasformazioni che l'Italia stava attraversando all'inizio degli anni Zero. Oggi che quell'antologia è considerata uno spartiacque e quegli autori sono diventati un piccolo canone della nuova narrativa italiana, Christian Raimo e Alessandro Gazoia, con "L'età della febbre", rilanciano la sfida scegliendo undici voci per indagare un'epoca sempre più indecifrabile. Non più un paese sull'orlo della crisi, piuttosto un mondo in cui i grandi mutamenti riguardano non soltanto la società o la politica ma la radice stessa della personalità, quello che ci rende ancora così ostinatamente umani. Un luogo sospeso ma vitale di malinconie e deflagrazioni emotive, dove ascoltare insieme un coro di voci intensissime, in grado di restituirci la fragilità e la furia del nostro tempo. Una squadra di esploratori che ci accompagna nel futuro di ferocia e speranza che è già la nostra vita.

Ultima favola
0 0 0
Libri Moderni

Permunian, Francesco

Ultima favola / Francesco Permunian

Milano : Il Saggiatore, 2015

La cultura ; 929

Abstract: Una vecchia signora ha sintonizzato la sua antenna sull'Aldilà per ascoltare ogni sera i concerti dei defunti; muore il "Caruso del Tirolo" e non ci sono abbastanza soldi per una bara di prima mano; due coniugi inarrestabili collezionano memorabilia d'autore - le pastiglie di Penna, i sigari di Bo - da offrire agli ospiti; un intransigente educatore cattolico viene trovato nella stanza di un postribolo, in un lago di sangue: sono queste le notizie di cui scrive Ottavio sull'Eco delle Alpi, e questi i racconti che, dopo la morte dell'amata A. e su suggerimento del suo psicoanalista, annota in un diario, insieme ai ricorrenti incubi di madonne sanguinanti e uomini in nero che scavano buche sulla spiaggia. Ottavio è angustiato da un senso di colpa che corrompe qualsiasi esperienza, in particolare gli incontri con altre donne, immancabilmente consegnati dalle sue nevrosi a esiti improbabili e imbarazzanti; e soffre con acutezza una doppia prigionia: nel mondo chiuso e paludato della piccola provincia italiana tutta casa chiesa e conventicole superficialmente linda, inamidata, inappuntabile, ma in realtà avvelenata da meschini sotterfugi, odi, taciute perversioni - e in uno squallido lavoro giornalistico: all'Eco delle Alpi, anche un inserto a colori su una varietà di formaggio può trasformarsi in un catalizzatore di subdole ripicche. Per quanto doloroso, Ottavio trova requie solo nel ricordo di A. Nel suo ricordo e nel desiderio impossibile di vivere con lei un'ultima favola.

Se hai bisogno, chiama
0 0 0
Libri Moderni

CARVER, Raymond

Se hai bisogno, chiama : racconti postumi e giovanili / Raymond Carver ; prefazione di Valeria Parrella ; traduzione di Riccardo Duranti

Torino : Einaudi, 2014

Super ET

Abstract: "Se hai bisogno, chiama" raccoglie tanto i racconti postumi, quelli su cui Carver stava lavorando poco prima di morire, quanto quelli giovanili, pubblicati su piccole riviste all'inizio degli anni Sessanta e a volte addirittura sotto pseudonimo. Si scoprono cosi due Carver ugualmente sorprendenti, che possiedono, però, una medesima luce: quella in grado di illuminare "ciò che ci rende e ci mantiene, spesso a dispetto di grosse difficoltà, riconoscibilmente umani". Introduzione di Tess Gallagher. Prefazione di Valeria Parrella.

Da dove sto chiamando
0 0 0
Libri Moderni

CARVER, Raymond

Da dove sto chiamando / Raymond Carver ; prefazione di Michela Murgia ; traduzione di Riccardo Duranti

Torino : Einaudi, 2014

Super ET

Abstract: Da dove sto chiamando, l'"autoantologia" voluta da Carver nel 1988, poco prima della morte, presenta nella versione scelta e curata dall'autore racconti appartenenti a tutto l'arco della sua produzione, da quelli del libro d'esordio "Vuoi star zitta per favore?" ai sette "nuovi racconti" di "Elephant". Permette così al lettore di scorgere forse nel modo più compiuto possibile gli orizzonti narrativi che si richiamano da un punto all'altro dell'ormai leggendaria "Carver Country". C'è ovviamente la coppia, fotografata nei suoi vari istanti, sovente nelle diverse fasi di una crisi: come in "I chilometri sono effettivi"; nel momento stesso di una separazione annunciata da una lettera dalla calligrafia "irriconoscibile", come in "Pasticcio di merli". Le donne e gli uomini carveriani si trovano di fronte, all'improvviso e forse quasi senza accorgersene, alla resa dei conti con il sogno americano di provincia. Oppure a raggiungerli è un'eco di violenza: quella del reduce nero di "Vitamine", che come amuleto porta con sé l'orecchio rinsecchito di un vietcong, l'esplosione di aggressività repressa di un padre mite in "Biciclette, muscoli, sigarette" o l'ottusità inquietante del protagonista di "Con tanta di quell'acqua a due passi da casa". O ancora, è l'alcol a scandire le giornate di molti di loro, in racconti come "Un'altra cosa", "Attenti", "Da dove sto chiamando". Prefazione di Michela Murgia.

Dieci dicembre
0 0 0
Libri Moderni

Saunders, George

Dieci dicembre / George Saunders ; traduzione di Cristiana Mennella

Roma : Minimum Fax, 2013

Sotterranei ; 172

Abstract: Da anni, George Saunders è riconosciuto come una delle voci più originali e influenti della narrativa americana contemporanea; senza aver mai scritto un romanzo, ma solo racconti, ha ricevuto elogi unanimi dalla critica. Ora, giunto alla sua quarta raccolta, ha definitivamente ottenuto anche il grande successo di pubblico. "Dieci dicembre" è la sua opera che, senza rinunciare alla vena surreale e immaginifica, si avvicina di più al realismo. Accanto a racconti ambientati in laboratori dove si creano improbabili psicofarmaci, o in sobborghi residenziali dove donne moldave o filippine in abiti bianchi penzolano da fili tesi fra gli alberi come decorazioni, ci sono storie di famiglie comuni la cui normalità è turbata dal ritorno di un figlio dalla guerra o dall'irruzione di un malintenzionato: in tutti i casi, i personaggi si trovano a dover scegliere fra l'egoismo e la compassione, l'orgoglio e il sacrificio.

Selve d'amore
2 0 0
Libri Moderni

Celati, Gianni <1937->

Selve d'amore / Gianni Celati

Macerata : Quodlibet, 2013

Compagnia Extra

Abstract: Quattro bellissimi racconti inediti di Gianni Celati, che continuano idealmente i Costumi degli italiani del 2008, e trattano della vita randagia e molto conturbata dell'epoca tra adolescenza e prima giovinezza. Nel primo si racconta dell'agitazione erotica che serpeggia tra le mura domestiche del narratore, perso nelle "selve amorose" dove chi va sbaglia strada, come dice Ariosto. Poi lo strano caso Mucinelli, un investigatore la cui sola presenza mette in subbuglio l'assessore Rovina e gli altri protagonisti dei corrotti traffici della cittadina. Nel terzo il matrimonio del fratello maggiore con la figlia del ricco industriale Bellavista; e infine la meravigliosa ultima notte di Pucci prima del suo ricovero in manicomio. Emersi dal fondo dei ricordi autobiografici di Celati, questi racconti toccano con una comicità soffusa e una leggera malinconia gli aspetti più riconoscibili e consueti della razza umana.

New gold dream
0 0 0
Libri Moderni

Masotti, Danilo - GERMANO, IVO

New gold dream : e altre storie degli anni Ottanta / Danilo Masotti, Ivo Germano

Bologna : Pendragon, 2013

Abstract: C’è stato un decennio che ha segnato, più di ogni altro, il futuro del nostro continente. Non dal punto di vista politico, ma da quello sociale: in esso è nata l’odierna Way of Life, quel misto di disimpegno ed edonismo che sta contraddistinguendo la nostra epoca. Sono stati gli anni Ottanta del novecento, quelli che hanno visto la giovinezza della nostra classe dirigente, che è nata con il mito dei cartoni animati giapponesi e delle Timberland, ascoltando la disco music e guardando Deejay television, con la TV a colori e il telecomando. E sono anche gli anni in cui è nata la Moda come la conosciamo oggi... In questo libro fatto di racconti, suggestioni e ricordi si ritroveranno tutti i lettori che in quegli anni, per molti versi indimenticabili, ci sono cresciuti e li hanno ancora nel cuore.

Fantozzi, rag. Ugo
0 0 0
Libri Moderni

Villaggio, Paolo

Fantozzi, rag. Ugo : la tragica e definitiva trilogia / Paolo Villaggio

Milano : Rizzoli, 2013

Vintage

Abstract: Ugo Fantozzi è a tutti gli effetti parte dell'identità e della cultura italiane, vera fucina di neologismi e tormentoni che da oltre quarant'anni sono entrati di diritto nel lessico quotidiano. Questo volume riunisce i tre romanzi che narrano l'epopea dell'impiegato per eccellenza, un po' sfigato e un po' eroe popolare. Introduce l'opera un saggio di Stefano Bartezzaghi sulla "semiotica fantozziana".

Olive   Kitteridge
0 0 0
Libri Moderni

Strout, Elizabeth

Olive Kitteridge / Elizabeth Strout

[S.l.] : Simon &amp; Schuster, 2011

Abstract: Pulitzer Prize for Fiction 2009. At times stern, at other times patient, at times perceptive, at other times in sad denial, Olive Kitteridge, a retired schoolteacher, deplores the changes in her little town of Crosby, Maine, and in the world at large, but she doesn't always recognize the changes in those around her: a lounge musician haunted by a past romance; a former student who has lost the will to live; Olive's own adult child, who feels tyrannized by her irrational sensitivities; and her husband, Henry, who finds his loyalty to his marriage both a blessing and a curse.

Racconti dell'età del jazz
0 0 0
Libri Moderni

Fitzgerald, Francis Scott

Racconti dell'età del jazz / Francis Scott Fitzgerald ; introduzione di Walter Mauro

Roma : Grandi tascabili economici Newton, 2011

Abstract: Sono gli anni Venti, gli anni dell'età del jazz: anni di lustrini e paillettes, di feste e improvvisazioni musicali, anni vissuti a folle velocità all'insegna di un progresso inarrestabile, e culminati poi con la drammatica crisi economica del 1929. Con i suoi romanzi, primo fra tutti Il grande Gatsby, Fitzgerald fu insieme protagonista e cantore di quest'epoca, del sogno americano e della sua effimera, fragile consistenza. Pubblicata per la prima volta nel 1922, questa raccolta contiene affreschi sull'amoralità e gli eccessi che derivano dalla ricchezza (come in Il diamante grosso come l'Hotel Ritz), storie di un cristallino e toccante realismo (come Primo maggio) e fantasie narrative (come il celebre Il curioso caso di Benjamin Button, da cui è stato tratto l'omonimo film interpretato da Brad Pitt). Introduzione di Walter Mauro.

33   attimi  di felicità
0 0 0
Libri Moderni

Schulze, Ingo

33 attimi di felicità : dagli avventurosi appunti di un tedesco a Pietroburgo / Ingo Schulze ; traduzione di Margherita Carbonaro

Milano : Feltrinelli, 2011

Universale economica Feltrinelli ; 2242

Abstract: È San Pietroburgo a ispirare e ospitare questi trentatré attimi di felicità sotto forma di altrettanti racconti. Sfila un serissimo carnevale di malavitosi, impiegati, prostitute, turisti, miserabili e milionari, maschere che si alternano e incrociano su un palcoscenico sempre mobile che si tinge di giallo, rosa, nero e rosso. Un microcosmo dove sesso e violenza sembrano spesso gli unici punti di riferimento. Un mondo illuminato da quella felicità che nessuno sembra trovare ma che si trova ovunque.

Non saremo confusi per sempre
3 1 0
Libri Moderni

Mancassola, Marco

Non saremo confusi per sempre / Marco Mancassola

Torino : Einaudi, 2011

I coralli

Abstract: Nella luce di una primavera argentata, nella baia di un'isola, sbarca un regista inquieto e ossessionato dallo sparo che risuonò, sulla stessa spiaggia, in una notte lontana del 1978. E l'inizio di un intreccio che lega casi di cronaca famosi - che hanno traumatizzato e commosso la nostra coscienza e che il lettore non stenterà a riconoscere - a vicende insospettate e meravigliose. Più a nord, in una pianura immersa nell'inverno, una indimenticabile sedicenne si specchia teneramente nel destino di una donna in coma. Il piccolo caduto in un pozzo, quello per cui un intero paese di madri, padri, bambini rimane col fiato sospeso, inizia un viaggio alla scoperta di un regno sotterraneo. E ancora, il ragazzino al centro di un terrificante caso di mafia e il diciottenne vittima di un pestaggio della polizia vedono la propria storia aprirsi su scenari straordinari, che illuminano di nuova luce i fatti. In un tempo come il nostro, pare difficile superare la cronaca, la crudeltà degli eventi, venire a capo del nodo in gola e della cicatrice che certe vicende hanno lasciato.

Racconti dell'età del jazz
0 0 0
Libri Moderni

Fitzgerald, Francis Scott

Racconti dell'età del jazz / Francis Scott Fitzgerald ; traduzione e postfazione di Giuseppe Culicchia ; prefazione e cura di Sara Antonelli

Roma : Minimum Fax, 2011

Minimum classics. Fitzgerald ; 2

Abstract: Durante la sua carriera, Francis Scott Fitzgerald fu autore di oltre duecento racconti, che gli garantirono enorme popolarità e gli offrirono spesso un utile terreno di sperimentazione. Questa è la più celebre delle sue raccolte di short stories: scritti originariamente per varie riviste e poi pubblicati nel 1922, i Racconti dell'età del jazz sono undici ritratti dei «ruggenti anni Venti», un'epoca fatta di scanzonatezza, balli sfrenati, sogni di successo, liberazione dei costumi; ma nascondono anche una dolente riflessione sul rapporto tra fantasia e realtà e sulla natura della felicità umana. Oggi i Racconti rivivono in una nuova traduzione di Giuseppe Culicchia e accompagnati da una prefazione storico-critica dell’americanista Sara Antonelli.

Io cammino in fila indiana
3 1 0
Libri Moderni

CELESTINI, Ascanio

Io cammino in fila indiana / Ascanio Celestini

Torino : Einaudi, 2011

Abstract: C'è un rivoluzionario in bicicletta, che quando arriva al parlamento per buttare la bomba si accorge di non essere il primo: gli tocca mettersi in coda, come alle poste. C'è l'uomo di governo che "quando faccio politica, non ne faccio una questione politica". C'è chi cammina in fila indiana ed è contento di considerarsi solo un numero, tanto da non tollerare che qualcun altro gli si affianchi sostenendo di essere semplicemente Mario... Ogni personaggio procede "sulla superficie sconnessa di un pianeta che pare fermo e invece si muove, perché quando ti muovi piano è quasi come se non ti muovi per niente", consapevole dell'equilibrio precario nel quale si trova, ma consapevole soprattutto che "precipitare è tutto un altro discorso". I racconti di "Io cammino in fila indiana" con un andamento narrativo capace di accordarsi agli scarti improvvisi del pensiero - tanto da assumere di volta in volta la forma della poesia civile, o della preghiera laica -, le storie ambientate nel "piccolo paese" mostrano quello che siamo diventati. Distribuendosi in tanti "Io" che giocano con lo specchio deformante - eppure fedelissimo - dell'apologo o della fiaba, l'autore prende per mano il lettore e lo guida attraverso la cronaca e le assurdità dei nostri anni recenti. Si ride molto, ma amaramente.

Primo amore e altri affanni
0 0 0
Libri Moderni

Brodkey, Harold

Primo amore e altri affanni / Harold Brodkey ; traduzione di Grazia Rattazzi Gambelli

Roma : Fandango, 2011

Abstract: Nel 1958 appare per la prima volta in volume una raccolta di racconti che lo scrittore Harold Brodkey aveva pubblicato periodicamente negli anni precedenti sul New Yorker. Era già considerato, a meno di trent'anni, la più grande promessa della narrativa americana e più tardi Harold Bloom l'avrebbe definito il Proust d'America. "Primo amore e altri affanni" fu l'opera che lo consacrò e lo fece conoscere a tutto il mondo. Un volume nel quale affiora l'ossessione autobiografica dell'autore per la memoria impietosa delle situazioni famigliari, la vita nel college, l'infanzia perduta, il matrimonio, l'ambiguità sessuale, il romanticismo. Nelle dieci storie di "Primo amore" la cronaca interiore diventa epica, ogni sentimento un labirinto di sentimenti. È l'amore dei primi turbamenti, quello eversivo, mozzafiato, devastante, che capovolge la vita, a essere al centro: una pulsione innocente che dà i brividi, la fiamma vitale che torce lo stomaco, l'ebbrezza adolescenziale che toglie il respiro e che dà da pensare, perché se si esaurisce, ecco che si trasforma in affanno. Primo amore è l'epopea dell'animo umano, una raccolta scritta in una prosa trasparente che intrappola il lettore in un dolce, lungo sogno, in cui ogni dettaglio, ogni piccolo frammento di un tempo perduto diventa commovente, appassionante. Perché quell'amore giovane, in qualche modo, ce lo ricordiamo tutti.

Bugiardi e innamorati
0 0 0
Libri Moderni

Yates, Richard

Bugiardi e innamorati / Richard Yates ; traduzione di Andreina Lombardi Bom ; prefazione di Giorgio Vasta

Roma : Minimum Fax, 2011

Minimum classics ; 38

Abstract: La giovane moglie di un professore universitario, due bambini figli di madri divorziate, un'impulsiva prostituta londinese, un soldato in licenza a Parigi, una scultrice che sogna fame e gloria, un impiegato che aspira a una vita libera, uno scrittore in trasferta a Hollywood: da questi personaggi così vari, eppure uniti da uno stesso desiderio di qualcosa di nuovo che cambi le loro vite, il genio narrativo di Richard Yates tira fuori sette racconti - qui pubblicati per la prima volta in italiano - che descrivono magistralmente quel groviglio di sentimenti contraddittori, talvolta inconsapevoli e spesso incomprensibili che costituiscono un amore. E il lettore non può fare a meno di sentirsi trascinato, coinvolto, messo a nudo e infine assolto dalla propria umanità, così come vengono assolti, prima dell'ultima riga, i protagonisti di questa magnifica carrellata di affetti e menzogne.