Trovati 2690 documenti.

Mostra parametri
La figlia
0 0 0
Libri Moderni

Uson, Clara

La figlia / Clara Uson ; traduzione di Silvia Sichel

Palermo : Sellerio, 2013

Il contesto ; 35

  • Copie totali: 16
  • A prestito: 7
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Ana è una ragazza estroversa, allegra, brillante. È la migliore alunna del corso di medicina a Belgrado, è amata dagli amici, è l'orgoglio di suo padre, il generale Ratko Mladic, che lei ricambia con una devozione assoluta. Un viaggio a Mosca è l'occasione per passare alcuni giorni in giro per una grande città con il solo pensiero di divertirsi. Invece al ritorno Ana è cambiata. È triste e taciturna. Una notte afferra una pistola, quella a cui il padre tiene di più, e prende una decisione definitiva. Ha solo ventitré anni. Cosa è successo a Mosca, tra corteggiamenti e feste, in compagnia degli amici più cari? Nelle allusioni e nelle accuse dirette Ana ha intravisto nel padre una figura spaventosa. Quello che per lei è un eroe e un genitore premuroso, per tutti gli altri è un criminale responsabile dei maggiori eccidi del dopoguerra: l'assedio di Sarajevo, la pulizia etnica in Bosnia, il massacro di Srebrenica. Crimini che lo porteranno a essere accusato di genocidio, in un processo che dopo una lunga latitanza ha avuto inizio nel maggio 2012. Pochi casi come quello di Ana rivelano in tutta la sua oscura profondità una condizione, la perdita dell'innocenza, al tempo stesso individuale e collettiva.

Questa sera è già domani
0 0 0
Libri Moderni

Levi, Lia

Questa sera è già domani / Lia Levi

Roma : E/O, 2018

Dal mondo. Italia

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 2

Abstract: Genova. Una famiglia ebraica negli anni delle Leggi Razziali. Un figlio genio mancato, una madre delusa e rancorosa, un padre saggio ma non abbastanza determinato, un nonno bizzarro, zii incombenti, cugini che scompaiono e riappaiono. Quanto possono incidere i risvolti personali nel momento in cui è la Storia a sottoporti i suoi inesorabili dilemmi? E possibile desiderare di restare comunque nella terra dove ci sono le tue radici o è urgente fuggire? Se sì, dove? Esisterà un paese realmente disponibile all'accoglienza? Alla tragedia che muove dall'alto i fili dei diversi destini si vengono a intrecciare i dubbi, le passioni, le debolezze, gli slanci e i tradimenti dell'eterno dispiegarsi della commedia umana. Una vicenda di disperazione e coraggio realmente accaduta, ma completamente reinventata, che attraverso il filtro delle misteriose pieghe dell'anima ci riporta a un tragico recente passato.

Due mogli
0 1 0
Libri Moderni

Ammirati, Maria Pia

Due mogli : 2 agosto 1980 : romanzo / Maria Pia Ammirati

Milano : Mondadori, 2017

Scrittori italiani e stranieri

  • Copie totali: 18
  • A prestito: 18
  • Prenotazioni: 41

Abstract: Questa storia si svolge nell'arco di un'unica giornata: il 2 agosto del 1980. Il giorno della strage di Bologna. Sono le otto di mattina, la periferia romana sonnecchia nell'afa. I Di Giacomo stanno facendo gli ultimi preparativi prima di partire per le vacanze. Matilde fa un veloce saluto a Marta, la vicina di casa, e come sempre si ritrova a invidiare la sua famiglia allegra e numerosa e il corpo procace esibito senza vergogna. Non può immaginare di essere a sua volta invidiata da Marta, che spesso si sorprende a sognare una vita ordinata e tranquilla come quella dell'amica. Soprattutto oggi, che ha scoperto di essere di nuovo incinta e all'idea di ricominciare un'altra volta da capo si sente male, con tutti i pensieri che le danno le sue figlie. Specialmente Gianna, che studia lettere a Bologna e con lei ha sempre avuto un rapporto difficile. Alle dieci passate, mentre Matilde e i suoi sono incolonnati nel traffico, Gianna, da un'aula universitaria di Bologna, sente le sirene attraversare la città. Il professore sospende la lezione, "è successo qualcosa alla stazione", pare sia scoppiata una caldaia o una bombola di gas. Alla ragazza basta un istante per capire che è sfuggita all'incidente per puro caso. I Di Giacomo apprendono la notizia in macchina, alla radio. E, per uno scherzo del destino, in quel momento anche la loro vita subirà uno strappo definitivo. Dalla stazione si alza una colonna di fumo, gli autobus si improvvisano ambulanze, e tra la folla cominciano a circolare le prime voci: "non può essere una caldaia, è un disastro", "una bomba, un attentato". Sotto le macerie sono in tanti, alcuni vengono estratti vivi. Tra loro c'è Marina, vent'anni, fresca di assunzione alla contabilità. Ma, a differenza delle sue colleghe Euridia, Rita, Mirella, Franca, Nilla e Katia, lei d'ora in avanti dovrà imparare a sopportare il ruolo, "del tutto fortuito, della sopravvissuta e della testimone". La sua, in mezzo alle tante storie possibili di questo romanzo, è una storia vera. Maria Pia Ammirati, con la sua lingua empatica e vitale, ha scattato un'istantanea feroce dell'Italia di quel giorno. Ma "Due mogli" è anche una toccante riflessione sul ruolo che il caso e il destino giocano nelle nostre vite, una partitura a più voci in cui le deflagrazioni della grande Storia si sovrappongono al rumore sottile delle piccole storie di persone comuni.

Kurdistan
0 0 0
Libri Moderni

Calia, Claudio

Kurdistan : dispacci dal fronte iracheno / Claudio Calia

[S.l.] : Becco Giallo, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 1

Abstract: Kurdistan, dispacci dal fronte iracheno è un diario di viaggio che l'autore ha realizzato durante un soggiorno di due settimane in Iraq, a fianco degli operatori dell'Organizzazione Non Governativa Un ponte per... Un'opera di Graphic Journalism per raccontare la società civile irachena, raccogliendo le voci e lo sguardo di quei giovani che resistono a guerre ed estremismi, sognando un'altro Iraq, in un futuro di dialogo e pace.

Gli assassini della terra rossa
0 0 0
Libri Moderni

Grann, David

Gli assassini della terra rossa / David Grann ; traduzione di Francesco Zago

Milano : Corbaccio, 2017

Narratori Corbaccio

  • Copie totali: 4
  • A prestito: 2
  • Prenotazioni: 3

Abstract: Negli anni Venti del Novecento, la popolazione al mondo con la maggiore ricchezza pro-capite era, abbastanza sorprendentemente, la nazione indiana degli Osage, confinata nei decenni precedenti in una riserva in Oklahoma. Senza più bisonti da cacciare, impossibilitati quasi a parlare la loro lingua e a praticare la loro religione e cultura, improvvisamente si ritrovarono ricchissimi per la scoperta nelle loro terre di giacimenti petroliferi immensi: cominciarono così a girare in Cadillac e a mandare i figli a studiare in Europa, con grande invidia dell'opinione pubblica bianca, in prevalenza quacchera. Altrettanto improvvisamente però, all'interno delle famiglie osage più facoltose, si verificarono delle morti inspiegabili e sospette. E, negli ultimi baluardi del West selvaggio, dove personaggi come J.P. Getty andavano costruendo le proprie fortune e dove banditi leggendari seminavano il terrore, molti di coloro che osarono indagare su questi omicidi finirono per essere assassinati a loro volta. Superate le ventiquattro vittime, il caso passò a un organismo investigativo relativamente nuovo, l'FBI, che tuttavia non riuscì a fare sostanziali passi in avanti, finché il suo giovane direttore, J. Edgard Hoover, non cercò l'aiuto di un Ranger in pensione, Tom White. White mise insieme una squadra di detective piuttosto eterogenea, compreso un agente amerindio, e portò alla luce una cospirazione spietata ai danni di una popolazione intera. In "Assassini della Terra rossa" David Grann ripercorre una delle pagine più buie della storia americana, sollevando il velo su molti aspetti rimasti ancora in ombra e denunciando l'indifferenza e la persistenza di pregiudizi nei confronti degli indiani d'America che permisero agli assassini di operare nella più totale impunità per lunghissimo tempo.

Il diritto di contare
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Il diritto di contare / [un film di Theodore Melfi]

[S.l.] : Twentieth Century Fox, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 5
  • Prestabile dal: 22/11/2018

Abstract: Nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta, la legge non permette ai neri di vivere insieme ai bianchi. Uffici, toilette, mense, sale d'attesa, bus sono rigorosamente separati. Da una parte ci sono i bianchi, dall'altra ci sono i neri. La NASA, a Langley, non fa eccezione. I neri hanno i loro bagni, relegati in un'aerea dell'edificio lontano da tutto, bevono il loro caffè, sono considerati una forza lavoro flessibile di cui disporre a piacimento e sono disprezzati più o meno sottilmente. Reclutate dalla prestigiosa istituzione, Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson sono la brillante variabile che permette alla NASA di inviare un uomo in orbita e poi sulla Luna. Matematica, supervisore (senza esserlo ufficialmente) di un team di 'calcolatrici' afroamericane e aspirante ingegnere, si battono contro le discriminazioni (sono donne e sono nere), imponendosi poco a poco sull'arroganza di colleghi e superiori. Confinate nell'ala ovest dell'edificio, finiscono per abbattere le barriere razziali con grazia e competenza.

I'm not your negro
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

I'm not your negro / scritto da James Baldwin ; diretto da Raoul Peck ; narrato da Samuel L. Jackson

Milano : Feltrinelli, 2017

Real cinema

  • Copie totali: 5
  • A prestito: 2
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Nel 1979 James Baldwin, grande intellettuale e scrittore afroamericano, scrisse una lettera al suo agente descrivendo il suo nuovo progetto, Remember This House. Il libro doveva essere un resoconto rivoluzionario e personale della vita e del successivo assassinio di tre suoi intimi amici: Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King Jr. Alla sua morte, nel 1987, Baldwin lasciò solo trenta pagine manoscritte. Ora, nel suo provocatorio documentario, il grande regista Raoul Peck dà voce (e sceglie Samuel L. Jackson) e immagine al libro che Baldwin non ha mai finito. Il risultato è un esame accurato e radicale della questione razziale americana, grazie alle parole originali di Baldwin e al prezioso materiale d’archivio. I Am Not Your Negro è un viaggio nella storia nera che mette in relazione il passato del movimento per i diritti civili e il presente. È un film che s’interroga sulla rappresentanza nera a Hollywood e non solo. Mettendo a confronto le vite e gli assassinii dei tre leader, Baldwin e Peck hanno prodotto un’opera che sfida la rappresentazione dell’America a cui siamo abituati. Nel booklet: “Il film”, “Note di regia” e due estratti dai racconti di James Baldwin.

Il viaggio di Sama e Timo
0 0 0
Libri Moderni

Dubini, Miriam

Il viaggio di Sama e Timo / Miriam Dubini ; illustrazione di Isabella Grott

Milano : Piemme, 2017

Il battello a vapore. Serie arancio ; 169

  • Copie totali: 14
  • A prestito: 4
  • Prenotazioni: 1

Abstract: In piena notte Sama deve lasciare il suo villaggio per un viaggio lungo e pericoloso. Destinazione: Europa. Ma nessuno sa, nemmeno la mamma, che la ragazza sotto il vestito nasconde una gabbietta. Dentro c'è Timo, il primo gatto clandestino. Insieme viaggeranno a dorso d'asino, nel deserto e per mare... sognando una vita senza guerra! Età di lettura: da 9 anni.

La crepa
0 0 0
Libri Moderni

Spottorno, Carlos - Abril, Guillermo

La crepa / Carlos Spottorno, Guillermo Abril ; traduzione di Francesca Bianchi ; introduzione di Fabio geda

[S.l.] : Add, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 1

Abstract: Dopo tre anni di viaggio, decine di articoli e un World Press Photo, il fotografo Carlos Spottorno e il giornalista Guillermo Abril decidono di dare una nuova forma narrativa alle 25.000 fotografie e ai 15 taccuini di appunti nati per raccontare ciò che succede sulle frontiere dell'Unione europea. Prende così forma La crepa, un libro a metà strada tra graphic novel e foto giornalismo, tra diario e reportage, in cui si affronta il grande tema della nostra contemporaneità: lo scontro e l'incontro tra i popoli.

Market day
0 0 0
Libri Moderni

Sturm, James

Market day / James Sturm

Roma : Coconino press : Fandango, 2017

Coconino cult

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 2
  • Prenotazioni: 3

Abstract: È giorno di mercato. Quando Mendleman si appresta a partire per il villaggio vicino è ancora buio. Sul carretto trainato dall'asino ci sono i suoi tappeti, realizzati con cura e devozione. Ma l'orgoglio per un lavoro ben fatto lascia il posto a pensieri neri come le nuvole sulla sua testa. A casa lascia una moglie incinta e un primo figlio che sta per nascere, mentre gli affari non vanno più bene come un tempo e sembra che il mondo intorno a lui stia cambiando. James Sturm fa rivivere uno shtetl, il tipico villaggio ebraico dell'Est Europa agli inizi del Ventesimo secolo. Una storia dai toni sommessi, lirici e commoventi, che riecheggia le atmosfere dei racconti di Isaac B. Singer e dei graphic novel di Will Eisner. Il racconto fuori dal tempo di come l'economia e i cambiamenti sociali possano condizionare irrimediabilmente la vita delle persone.

Bacio feroce
5 0 0
Libri Moderni

Saviano, Roberto

Bacio feroce : romanzo / Roberto Saviano

Milano : Feltrinelli, 2017

  • Copie totali: 34
  • A prestito: 34
  • Prenotazioni: 61

Abstract: Sigillano silenzi, sanciscono alleanze, impartiscono assoluzioni e infliggono condanne, i baci feroci. Baci impressi a stampo sulle labbra per legare anima con anima, il destino tuo è il mio, e per tutti il destino è la legge del mare, dove cacciare è soltanto il momento che precede l'essere preda. La paranza dei Bambini ha conquistato il potere, controlla le piazze di spaccio a Forcella, ma da sola non può comandare. Per scalzare le vecchie famiglie di Camorra e tenersi il centro storico, Nicolas 'o Maraja deve creare una confederazione con 'o White e la paranza dei Capelloni. Per non trasformarsi da predatori in prede, i bambini devono restare uniti. Ed è tutt'altro che facile. Ogni paranzino, infatti, insegue la sua missione: Nicolas vuole diventare il re della città, ma ha anche un fratello da vendicare; Drago' porta un cognome potente, difficile da onorare; Dentino, pazzo di dolore, è uscito dal gruppo di fuoco e ora vuole eliminare 'o Maraja; Biscottino ha un segreto da custodire per salvarsi la vita; Stavodicendo non è scappato abbastanza lontano; Drone, Pesce Moscio, Tucano, Briato' e Lollipop sono fedeli a Nicolas, però sognano una paranza tutta loro... Fra contrattazioni, tradimenti, vendette e ritorsioni, le vecchie famiglie li appoggiano per sopravvivere o tentano di ostacolarli, seminando discordia direttamente in seno alle paranze. Una nuova guerra sta per scoppiare? Prosegue il ciclo della Paranza dei bambini e Roberto Saviano torna a raccontare i ragazzi dei nostri giorni feroci, nati in una terra di assassini e assassinati, disillusi dalle promesse di un mondo che non concede niente, tantomeno a loro. Forti di fame. Forti di rabbia. Pronti a dare e ricevere baci che lasciano un sapore di sangue.

Tutte le promesse
0 0 0
Libri Moderni

Mozzillo, Raffaele

Tutte le promesse : una storia apocrifa / Raffaele Mozzillo

Orbetello : Effequ, 2017

Dodicidiciannove ; 12

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Accettare il male come se niente fosse. Questo avviene nel paesino di terra e vicoli dove vive Lello, ragazzino inquieto e timido alle prese con la prima adolescenza. Nel villaggio, piazzato in quella landa di mezzo che ora molti conoscono come 'La terra dei fuochi', c'è il Fosso, un po' discarica e un po' parco giochi, e nel Fosso c'è tutto: i drogati e gli innamorati, i ragazzini che fumano Marlboro di contrabbando, gli adulti che si vengono a fare o vengono ad ammazzare. Le giornate di Lello le solcano piccoli spacciatori, piccoli trafficanti, piccoli boss che scimmiottano la malavita vera nelle pose e nei modi ma che sanno anche uccidere e umiliare, e lui, che ha la sensibilità per cogliere l'ingiustizia e l'insensatezza di tutto ciò, non riesce però a trovare la forza di ribellarsi, perché quella necessaria a sopravvivere è già troppa. Questa la storia, scandita dalle promesse di una Madonna sempre presente, di un'umanità non rassegnata, perché in fondo non c'è nessun male a cui rassegnarsi, bensì profondamente assuefatta, votata alla sopravvivenza e alla connivenza, ciecamente fedele a qualsiasi promessa di redenzione.

Storia del maestro che sfidò la guerra
0 0 0
Libri Moderni

Melis, Alberto

Storia del maestro che sfidò la guerra / Alberto Melis ; illustrazioni di Elisa Macellari

Milano : Mondadori, 2017

Oscar primi junior

  • Copie totali: 5
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In uno sperduto villaggio afghano arriva un uomo in bicicletta. Si chiama Amir Rezai e porta con sé una cassa di legno zeppa di libri. Ne dà uno a ogni bambino. Anche Maryam, che è l'unica bambina del villaggio a conoscere già l'alfabeto, ne riceve uno. Incoraggiata dal Maestro Amir e sfidando il regime dei Talebani, Maryam si mette a leggere. A voce alta. Età di lettura: da 8 anni.

Denaro falso
0 0 0
Libri Moderni

Tolstoj, Lev Nikolaevic

Denaro falso / Lev N. Tolstoj ; traduzione della duchessa d'Andria

Treviso : B.I.I. Onlus ; Ferrara : E.L.C., 2017

I grandi

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quale strumento di corruzione può essere il denaro? Tolstoj nel racconto/pamphlet Denaro falso, composto non prima del 1904 e pubblicato postumo nel 1911, segue il passaggio di mano in mano di una cedola falsificata e della scia corruttrice che lascia dietro di sé. Il "pagherò", come un morbo, appesta e infetta coloro che incontra al suo passaggio, segnandone il disfacimento morale e fisico. Ma nella seconda parte del racconto trova posto anche il sogno utopico agognato dal genio letterario russo, il sogno di un mondo primitivo basato su baratto e scambio, un mondo che può rinunciare all'uso della moneta. Un sogno che ha animato il pensiero filosofico e la vita quotidiana dell'autore di Guerra e pace.

Il quinto quarto della luna
0 0 0
Libri Moderni

Sinoué, Gilbert

Il quinto quarto della luna / Gilbert Sinoué ; traduzione di Giuliano Corà

Vicenza : Pozza, 2017

Le tavole d'oro

  • Copie totali: 13
  • A prestito: 9
  • Prenotazioni: 12

Abstract: 11 settembre 2001, Tel Aviv. Un grido si leva dalla camera della quindicenne Madja. Quando Avram e Jumana, i genitori adottivi della ragazza, israeliano lui, palestinese lei, si precipitano nella sua stanza, la trovano in preda allo sgomento mentre indica tremante le immagini che appaiono sullo schermo del televisore: un aereo si è appena schiantato contro una delle torri del World Trade Center e fiamme gigantesche escono dall'edificio che domina New York, a sud di Manhattan. Uscendo sul balcone che affaccia su Yehuda ha-Nasi Street, Avram scorge la gente correre in tutte le direzioni. Sembra che Tel Aviv sia diventata un grande mulino che macina angoscia: ogni immagine, ogni brandello d'informazione va ad accrescere un'ansia indefinibile e antica. 11 settembre 2001, Il Cairo. Al Fishaui, il caffè dove su un grande specchio campeggia il ritratto di Nagib Mahfuz, Premio Nobel per la Letteratura e illustre frequentatore del locale, il televisore vomita il suo tragico flusso di immagini. Nell'istante in cui il secondo aereo si schianta sul World Trade Center, Gamil Sadek lascia cadere la tazza di caffè, chiedendosi se stia in realtà assistendo a un film con Bruce Willis. 11 settembre 2001, Mossul, Irak. Al terzo piano di un edificio un tempo moderno, Jabril Chattar sta per regolarsi i baffi quando il figlio quindicenne, Yussef, si fionda in bagno come se Satana in persona gli stesse appiccicato addosso, per riferirgli i fatti che stanno sconvolgendo il mondo. Nella mente di Jabril si ridestano subito vecchi pensieri, dai quali emana una paura indefinibile. 11 settembre 2001, Baghdad. Soliman el-Safi, cassiere alla Central Bank of Irak, non capisce se sia immerso in un sogno o in un incubo: avverte confusamente le voci di suo figlio Ismail e della figlia Suheil, che commentano le informazioni provenienti da New York, ma gli paiono discorsi del tutto irreali. Attraverso gli occhi di quattro famiglie assistiamo, all'indomani della data che ha segnato la storia recente del mondo, all'avvento di una nuova era in Medio Oriente. Un'era in cui sono gli estremisti a muovere le pedine e due opposte visioni a fronteggiarsi: l'arcaismo islamista e il miraggio dell'Occidente. Ci saranno un vincitore e un vinto? O di tutto ciò resteranno solamente le ceneri?

Macerie prime
0 0 0
Libri Moderni

Zerocalcare

Macerie prime / Zerocalcare

Milano : Bao Publishing, 2017

  • Copie totali: 24
  • A prestito: 22
  • Prenotazioni: 22

Abstract: Macerie prime è una storia su cosa ci rende umani. Sulle cose che, per quanto siano messe a dura prova dalla vita, dobbiamo proteggere a ogni costo. Un libro in cui un cast corale e allargato rispetto al tipico narrare di Zerocalcare si confronta che le fragili realtà che, appena qualche anno prima, erano i loro sogni per il futuro. È una storia che è stata pensata per essere letta in due atti, e per questo non sarà mai pubblicata in un volume unico.

L'età dell'oro
0 0 0
Libri Moderni

Vidal, Gore

L'età dell'oro / Gore Vidal ; traduzione di Luca Scarlini

Roma : Fazi, 2017

Le strade ; 336

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 1

Abstract: Narratives of Empire è una vera e propria controstoria dell'America, dagli albori della repubblica statunitense fino al secondo dopoguerra, composta da sette romanzi: "Burr", "Lincoln", "Il candidato", "Impero", "Hollywood", "Washington D.C.", "L'età dell'oro". Suscitando allo stesso tempo feroci polemiche e grandi consensi, questi volumi hanno accompagnato lo scrittore Gore Vidal per oltre trent'anni. La saga narra l'evoluzione degli Stati Uniti da piccolo Stato provinciale e culturalmente arretrato a impero globale dominante in ogni ambito, compresa la cultura, intrecciando episodi e personaggi reali e d'invenzione. Protagoniste sono due famiglie discendenti dal figlio illegittimo del vicepresidente Aaron Burr - noto per aver assassinato Alexander Hamilton, il fondatore del federalismo americano. È con "L'età dell'oro" che ricominciamo la pubblicazione di quest'imponente opera. Ambientato tra il 1939 e il 1954, quando l'egemonia americana è al suo apice, è l'ultimo volume della serie e, come tutti gli altri, costituisce un romanzo a sé. Racconta, fra le tante, la storia di Caroline, ex attrice e giornalista, Peter, intellettuale irriducibilmente radical, e Tim, regista tormentato ma in fin dei conti "integrato", delle loro vicende personali di fortuna e disgrazia, di amore e morte, del loro modo di interagire con i vertici della politica e dell'arte - l'altro grande tema del libro, che vede sfilarne tutti i protagonisti, compreso Gore Vidal, personaggio di se stesso. Pagine di grande tensione, nelle quali l'autore sostiene tesi scomode - in particolare una, su Pearl Harbor - e nelle quali i confini tra storia, letteratura e critica sociale si fanno labili. Vidal, del resto, ha più volte citato la celebre battuta di Tolstoj: «La storia sarebbe una gran bella cosa, se solo fosse vera».

La sfolgorante luce di due stelle rosse
0 0 0
Libri Moderni

Morosinotto, Davide

La sfolgorante luce di due stelle rosse : il caso dei quaderni di Viktor e Nadya / Davide Morosinotto

Milano : Mondadori, 2017

  • Copie totali: 7
  • A prestito: 5
  • Prenotazioni: 3

Abstract: Leningrado, 1941. I gemelli Viktor e Nadya hanno dodici anni quando la Germania di Hitler dichiara guerra all'Unione Sovietica. Nel giro di pochi giorni tutti i bambini della città vengono caricati su treni speciali che li portano in salvo dall'avanzata nemica. Per un errore, però, Viktor e Nadya finiscono su treni diversi e perdono le tracce l'uno dell'altra. Entrambi cominciano a scrivere su dei quaderni quello che accade loro mentre il nemico avanza: il gelido inverno, la carestia, la disperazione di un popolo prostrato dalla fame e dalle bombe; ma anche il calore dell'amicizia e la forza della speranza. Mentre Nadya si trova a difendere con ogni mezzo una postazione chiave per la Resistenza sovietica, Viktor attraversa a piedi la sconfinata terra russa, affrontando ogni sorta di pericolo per portare a termine la sua missione. In una Leningrado cinta da un assedio che durerà quasi novecento giorni, la Grande Storia si intreccia con quella di Nadya e Viktor, decisi a ritrovarsi a ogni costo e a salvare la loro città. Età di lettura: da 11 anni.

Non dite che non abbiamo niente
0 0 0
Libri Moderni

Thien, Madeleine

Non dite che non abbiamo niente / Madeleine Thien ; [traduzione dall'inglese di Maria Baiocchi e Anna Tavagliavini]

[S.l.] : 66thand2nd, 2017

Bazar ; 29

  • Copie totali: 3
  • A prestito: 3
  • Prenotazioni: 4

Abstract: Quando Marie vede per la prima volta il capitolo 17 del "Libro dei ricordi" - un taccuino lungo e stretto, coperto di ideogrammi che lei non è in grado di riconoscere -, ancora non sa che quella storia, letta, raccontata, ricopiata, passata di mano in mano, la accompagnerà per il resto della vita. Perché in quei taccuini non sono contenute solo le peripezie di Da-wei e di Quattro Maggio, l'avventuriero che salpa per l'America e l'eroina che attraversa a piedi il deserto del Gobi: le pagine sono intrise di tutti i sogni dei protagonisti di questo romanzo attraverso settant'anni di storia cinese. Sogni infranti, macinati dalla Storia, come quelli di Zhuli, Passero e Jiang Kai, tre talentuosi musicisti le cui ambizioni sono state distrutte, in modi diversi, in nome della Rivoluzione culturale. O come quelli di Ai-ming, la figlia di Passero, costretta a scappare dopo la repressione seguita alle manifestazioni di piazza Tian'anmen. Vicende private, quasi insignificanti se paragonate alla Lunga Marcia di Mao Zedong, all'affermarsi del comunismo, a purghe e repressioni, ma che devono essere raccontate, ricordate, perché «siamo qui per conoscere e non per dimenticare, per interrogare e non per rispondere».

Stagioni
0 0 0
Libri Moderni

Stagioni : quattro storie (e mezza) per Emergency / [Simona Binni ... et al.]

Latina : Tunué, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 2

Abstract: «Gli sceneggiatori e i disegnatori delle storie rappresentano bene la varietà del panorama fumettistico italiano. Tutti insieme hanno dato corpo, colore e vita alle storie delle persone che Emergency ha curato e cura nei suoi ospedali, in Italia e all'estero. E proprio grazie ai loro disegni attraversiamo mezzo mondo, partendo dal nostro ospedale di Kabul, tratteggiato nelle divertenti tavole di Francesca Carità, passando per la tavolozza di Gud che ci accompagna dall'Afghanistan all'Italia, la Sierra Leone con i toni caldi di Simona Binni o l'essenzialità grafica di Paolo Campana o ancora l'Italia del dopoguerra tinteggiata da S3Keno.» (Rossella Miccio Presidente di Emergency)