Includi: tutti i seguenti filtri
× Materiale Video
× Soggetto Genere: Commedia drammatica
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Target di lettura Giovani (in generale)
× Editore WARNER HOME VIDEO
× Nomi Firth, Colin

Trovati 6 documenti.

Mostra parametri
A proposito di Davis
3 0 0
Videoregistrazioni: DVD

A proposito di Davis / scritto e diretto da Joel e Ethan Coen

[S.l.] : Luckyred homevideo, 2014

Abstract: Il film racconta una settimana nella vita di un giovane cantante folk che si trova davanti a un bivio, mentre cerca faticosamente di farsi strada nel mondo musicale del Greenwich Village del 1961. Llewyn Davis, chitarra al seguito, stretto nella sua giacca nel tentativo di difendersi dallo spietato inverno newyorchese, F tormentato da ostacoli che sembrano insormontabili, alcuni dei quali creati da lui stesso. Affidandosi alla generosita di amici e sconosciuti per vivere in citta, arrabbattandosi con lavori qualsiasi, Llewyn parte per un viaggio che lo portera dalle 'baskethouses' del Village (i caffF newyorchesi in cui i musicisti vengono pagati dal pubblico con soldi raccolti in un cestino) ad un club deserto di Chicago - un'assurda odissea per un'audizione con un potente impresario musicale - e poi di nuovo indietro a New York.

Rock of Ages
2 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Shankman, Adam

Rock of Ages / regia: Adam Shankman

Milano : Warner home video, 2012

Abstract: Sherrie, una ragazza di provincia, e Drew, un ragazzo di città, si incontrano sul Sunset Strip mentre cercano di realizzare i loro sogni a Hollywood. La loro storia è vissuta sulle note dei successi di Def Leppard, Journey, Foreigner, REO Speedwagon, Twisted Sister e di molti altri. Adattamento cinematografico del musical di Broadway "Rock of Ages".

Country strong
3 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Feste, Shana

Country strong / regia: Shana Feste

[S.l.] : Sony Pictures Home Entertainment, c2011

Abstract: Una stella nascente della musica country si ritrova per caso a partire per un tour con una grande cantante ora in declino. Lei con l'intenzione di riscattarsi, lui con la voglia di crescere, sarà l'inizio di un'avventura folle e piena di colpi di scena che cambierà per sempre la loro vita.

The saddest music in the world
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Maddin, Guy

The saddest music in the world = La canzone più triste del mondo / regia: Guy Maddin

[S.l.] : Fandango ; Cecchi Gori Home Video, 2009

Abstract: A Winnipeg, in Canada, la Grande Depressione ha causato una tale penuria che Lady Helen Port-Huntley, proprietaria di una fabrica di birra, decide di indire un concorso mondiale.

Linda Linda Linda
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Linda Linda Linda / regia: Yamashita Nobuhiro

[S.l.] : Ripley's home, c2008

Abstract: Alla vigilia di un'esibizione al festival della scuola, una band tutta femminile si trova in difficolta a causa della cantante e chitarrista solista che si ritira, dicendo di essersi fatta male a una mano. Senza di lei le ragazze non possono suonare le canzoni originali che avevano provato con tanta fatica...

Ballando ballando
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Ballando ballando / regia di Ettore Scola

Campi Bisenzio : General video, 2006

General Video Classic

Abstract: Una sala da ballo della periferia di Parigi, nella quale per quasi 50 anni (dal 1936 ad oggi) si incontrano di sabato piccoli borghesi, commesse, lavoratori: un mondo di delusi e di esclusi, tutti celibi e tutti là per il ballo, che è il solo approccio (e tuttavia discreto e non di rado anche timido) e l'unico ponte di comunicazione. Cinquanta anni di canzoni - le più celebri e non soltanto fra le francesi - che marcano via via l'epoca del Fronte popolare, la guerra e l'occupazione, la liberazione di Parigi e poi ancora i momenti dell'Algeria e le barricate del '68, fino all'irruzione, in una sala dalle luci livide, della violenza e dei punk. E, questo senza ricorrere ad una sola parola, ma senza con ciò avvalersi dei moduli e delle tecniche del film muto, tessendo tutto il racconto ed arricchendolo con continue notazioni relative agli abiti che cambiano con la moda, alla stessa maniera di truccarsi, ai gesti e comportamenti, grazie ad un gruppo di attori, personaggi o silhouettes che siano, che sono e restano sempre gli stessi, nell'immutato gioco delle coppie, nell'incessante, implacabile fluire del tempo. Fino al riecheggiare di "Que reste-t-il de nos amours?" di Charles Trenet, sottile vena di malinconia finale.