Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Inglese
× Materiale Piu' materiali
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore CBS
× Data 2010
× Data 2008

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
LennoNYC
0 0 0
Multimedia (kit)

Epstein, Michael

LennoNYC : un film / di Michael Epstein. Immagina una città : l'utopia di John Lennon / a cura di Marco Denti

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: Poche volte nella storia una generazione di giovani ha avuto l'occasione di passare la linea d'ombra della vita al fianco degli idoli della propria adolescenza, come i fan dei Beatles hanno potuto fare con John Lennon, da onnipotente icona del rock a uomo in carne e ossa e padre di famiglia. "LennoNYC" è la storia della vita di John Lennon negli anni settanta, subito dopo la fine dei Fab Four, e una lettera d'amore alla New York che allora l'accolse, quella del Greenwich Village e della svolta artistica di uno dei più grandi geni della musica del Novecento. Perché la morte può fare tutto, tranne che oscurare un mito.

Marley
0 0 0
Multimedia (kit)

MacDonald, Kevin

Marley : un film / di Kevin MacDonald. Sun is shining

Milano : Feltrinelli, 2012

Feltrinelli real cinema

Abstract: "Lotta per i tuoi diritti!" diceva Bob Marley in una delle sue canzoni più famose, parole scolpite nella storia del reggae e della musica di ogni tempo, preghiera di speranza e libertà sulle labbra di generazioni che, a trentun anni dalla morte del mito, sentono sulla pelle il trauma dell'emarginazione in un mondo sempre più crudo. Marley compone le tessere di una leggenda controversa e inafferrabile e, scavando nel magma del passato le gemme di un repertorio inedito fiammeggiante, ricostruisce spirito, ritmo e contraddizioni profonde di un'icona del Novecento che la morte ha cristallizzato nel cuore di milioni di fan, un simbolo di libertà che vive eternamente nei colori della bandiera giamaicana. Perché mai come oggi abbiamo bisogno di "Redemption". Il libro contiene: "Sun is shining". Nel corposo contributo tratto dal libro di Timothy White Bob Marley, con ampio respiro storico e culturale riferito alla Giamaica degli anni Cinquanta e Sessanta, si ripercorre la nascita del reggae e l'ascesa di Marley alla ribalta internazionale. Non mancano finestre sul movimento culturale Rastafariano e sulla storia degli afroamericani. Un breve ma significativo paragrafo tratto da "Il Negus" di Kapuscinski racconta da vicino la figura dell'Imperatore d'Etiopia venerato dai rasta giamaicani. Infine, il racconto di Marco Grompi tratto dal libro di Marco Denti "Burn Babylon Burn" sull'avventura e l'iniziazione alla musica di un adolescente durante il memorabile concerto di Marley a San Siro nel 1980.

When you're strange
0 0 0
Multimedia (kit)

DICILLO, Tom

When you're strange : a film about the Doors / un film di Tom Dicillo ; voce originale: Jonny Depp

Milano : Feltrinelli, [2011]

Feltrinelli real cinema

Abstract: "Come on baby, light my fire" cantava la voce magnetica di Jim Morrison, scintilla di un fuoco che cominciò ad ardere nell'estate del '65 - quando i Doors nacquero a Los Angeles grazie a due studenti di cinema ventenni - e si spense a Parigi un giorno di luglio del '71, creando attorno a un'icona immortale un lutto che milioni di fan in tutto il mondo ancora oggi, dopo quarant'anni, si rifiutano di elaborare. "When You're Strange" è un viaggio di novanta minuti nell'anima profonda del rock, l'incanto di uno straordinario repertorio inedito, il racconto per immagini della band che ci ha dimostrato come la liberazione di ognuno passi anche dalla fisicità, dalla sensualità e dalla forza di eccessi grandi come i sogni che la musica di Jim Morrison, Ray Manzarek, Robby Krieger e John Densmore ha creato. Perché il fuoco di un mito non si spegne mai. Nel libro, la trasposizione integrale del volume" I giorni del caos. Il dossier dell'Fbi su Jim Morrison", di John Delmonico: un appassionante studio sulla vicenda umana e artistica di Jim Morrison, al centro di un interesse costante da parte dell'Fbi e della Cia. Dai numerosi documenti ufficiali e originali riportati nel libro risulta evidente il tentativo dell'establishment americano di quegli anni di arginare un cambiamento epocale, come quello che stava avvenendo tra le nuove generazioni, servendosi più di brutali metodi repressivi che di una strategia politica articolata.