Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore CBS
× Data 2010
× Nomi MacDonald, Kevin
Includi: tutti i seguenti filtri
× Materiale Piu' materiali
× Data 2012

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Vasco Rossi
0 0 0
Multimedia (kit)

Paris, Alessandro - Righetti, Sybille

Vasco Rossi : questa storia qua : il film / di Alessandro Paris e Sybille Righetti. Antologia delle belle pianure / a cura di Marco Denti

Milano : Feltrinelli, 2012

Real cinema

Abstract: La vita e la musica di Vasco Rossi approdano al cinema. Attraverso il racconto e le canzoni di Vasco e un ricco materiale di repertorio in gran parte inedito, il film ci regala un intimo ritratto dell'unica vera rockstar italiana. Dagli esordi su palchi improvvisati di provincia alle fughe a Los Angeles per trovare un po’ di privacy, il ritratto di un artista che il tempo e il successo hanno trasformato in un mito. E ritornano alla mente le parole di un suo famoso corregionale, un altro che seppe anticipare i tempi usando le parole, Pier Vittorio Tondelli: "In anni in cui tutto stava andando verso la normalizzazione, il carrierismo, il perbenismo, Vasco, con la sua faccia da contadino, la sua andatura da montanaro, la sua voce sguaiata da fumatore, il suo sguardo sempre un po' perso, diventava l’idolo di una diversità, di un farsi i fatti propri, di un non volersi irreggimentare che trovarono pronta e osannante una moltitudine di ragazzini".

Michel Petrucciani
0 0 0
Multimedia (kit)

Radford, Michael

Michel Petrucciani : body & soul : un film / di Michael Radford. Tutto l'amore che ho / a cura di Alessandro Bignami

Milano : Feltrinelli, 2012

Real cinema

Abstract: Lo straordinario pianista jazz Michel Petrucciani, il genio alto un metro e due centimetri, riposa dal 1999 nel cimitero degli artisti per antonomasia, il Père Lachaise di Parigi, stroncato da una malattia crudele che l'ha portato via al mondo a soli trentasei anni. Ora questo artista inimitabile rivive nel documentario di Michael Radford, presentato all'ultimo Festival di Cannes e uscito con successo in sala anche in Italia. Come in un sogno, ripercorriamo la vita di un freak a cui tutto il mondo si è inchinato, il primo straniero che poté esibirsi al mitico Blue Note di New York. Il pianoforte gli parlava e lui rispondeva, ebbe quattro mogli e donne ovunque: visse con ironia e sregolata ubiquità un'esistenza a mille, tutta d'un fiato, di cui Radford tenta di intercettare l'unicità costringendosi a evitare la retorica. Una ricca collezione di interviste e materiali di archivio ci racconta la storia di un uomo dall'incredibile talento, che ha dovuto sconfiggere un pesante handicap fisico per diventare un indiscusso gigante della musica.

George Harrison
0 0 0
Multimedia (kit)

Scorsese, Martin

George Harrison : living in the material world : un film / di Martin Scorsese. All things must pass / di Federico Pontiggia

Milano : Feltrinelli, 2012

Real cinema

Abstract: Dopo Bob Dylan e gli Stones, Martin Scorsese continua il suo viaggio nella grande musica pop/rock del Novecento con un documentario sulla vita di George Harrison, il "terzo" Beatles, il chitarrista, colui che più di tutti gli altri ha saputo defilarsi dalle scene scegliendo un percorso spirituale intimo e irripetibile. George Harrison: "Living in the Material World" è prima di tutto il racconto di un'esperienza straordinaria e fuggente, gli otto anni che hanno cambiato la storia della musica pop con la rivoluzione culturale dei Beatles, un quadrato illuminato da un successo immortale di cui George Harrison era un vertice. Poi, dopo il 1970, la storia di un uomo in viaggio verso una spiritualità sempre più intensa, una ricerca di se stesso e di nuovi significati costellata da nuovi successi da solista. Una storia di musica e vita raccontata sulla scena, oltre che da Harrison stesso e dagli altri tre Beatles, da personaggi come Ravi Shankar, Eric Clapton, Jackie Stewart, Terry Gilliam, George Martin, Jane Birkin, Yoko Ono, Klaus Voorman, Phil Spector, Tom Petty e altri ancora, compresi moglie e figlio di Harrison. Il libro allegato al DVD, e curato da Federico Pontiggia, raccoglie un'intervista al regista, un'indagine sul ruolo della musica nel cinema di Scorsese e un'analisi critica del film.