Genere solo letterario. Opere pubblicate per la prima volta prima tra il 1300 e il 1899.

Trovati 675 documenti.

La madre di George
0 0 0
Libri Moderni

CRANE, Stephen

La madre di George / Stephen Crane ; traduzione di Luca Briasco

Roma : Minimum fax, 2023

Introvabili ; 6

Abstract: George Kelcey ha un lavoro del quale sappiamo poco perché conta poco, nella sua vita; una madre piccola, rugosa, un po’ querula, che cerca di tenerlo sulla buona strada; una ragazza, Maggie Johnson, che vive nel suo stesso fatiscente palazzo e che George sogna vanamente di sposare; un gruppo di sedicenti amici con i quali trascorre il tempo nei pub, in una lenta deriva verso l’alcolismo. Soprattutto, George sogna una vita diversa, sente dentro di sé i germi di una grandezza che fatica a sbocciare, soffocata dalla realtà spietata della Bowery e da una madre che non ne comprende le aspirazioni e per la quale prova ugualmente un amore profondo e ricambiato. In questo romanzo breve e intenso, Stephen Crane si conferma maestro nel raccontare la giovinezza, le sue illusioni e l’iniziazione alla vita: una tradizione tutta americana che da Huckleberry Finn, attraverso i personaggi di Fitzgerald, culmina nel Giovane Holden di Salinger.

Libertà e necessità
0 0 0
Libri Moderni

HOBBES, Thomas

Libertà e necessità ; Questioni relative a libertà, necessità, e caso / Thomas Hobbes ; introduzione, traduzione e apparati di Andrea Longega

Milano : Bompiani, 2000

Bompiani Testi a fronte

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: A cura di Andrea Longega. Con testo inglese a fronte. La lunga discussione con il vescovo ariminiano John Bramhall permette a Thomas Hobbes di mettere definitivamente a fuoco le sue teorie relative a volontà e deliberazione e a libertà e necessità e di verificarne la consistenza in campo teologico. Questa edizione è introdotta da un'ampia analisi delle tematiche affrontate da Hobbes e Bramhall e da un esame degli sviluppi e degi esiti della discussione. Le note al testo, le parole chiave ed una bibliografia essenziale, arricchiscono e completano il volume.

Natale nel Nuovo Mondo
0 0 0
Libri Moderni

Stowe, Harriet Beecher

Natale nel Nuovo Mondo / Harriet Beecher Stowe ; traduzione di Fabiana Errico

Perugia : Graphe.it, 2022

Logia. Nuova serie

Abstract: La penna cui dobbiamo La capanna dello zio Tom era impugnata da una donna fortemente votata alle cause sociali: prima di tutto quella antischiavista, per la quale Harriet Beecher Stowe è appunto nota, ma anche quella animalista e, non ultima, quella femminista. I suoi scritti minori valgono l’attenzione del lettore moderno: non solo rivelano una qualità letteraria fuori dal comune, ma consentono di intravedere l’esperienza autobiografica della scrittrice, cui si intrecciano il sentimento religioso che ne caratterizza il pensiero e l’ancora più intenso senso di comunità. Questo volume raccoglie tre racconti, tutti a tema natalizio. Il primo Natale nel New England è dedicato all’arrivo della Mayflower, la nave sulla quale nel 1620 i Padri Pellegrini raggiunsero la costa atlantica americana: quell’anno non si seppe dove mettere gli addobbi festosi, poiché le case e le chiese dovevano essere ancora costruite. Grazie a una scrittura icastica riusciamo a vedere il Nuovo Mondo così come doveva presentarsi ai Padri Pellegrini e a percepire tutta la novità che quel viaggio portava con sé. Collocati in un tempo idealmente più recente, ma in fondo sospeso fuori dalla Storia, Natale a Poganuc e La fatina buona fanno parlare vicende umane minute, piene di dolcezza, e incoraggiano a trovare nel proprio quotidiano i «doni giusti», quelli da riservare con amore a chi è in difficoltà.

Leyendas
0 0 0
Libri Moderni

BECQUER, Gustavo Adolfo

Leyendas / Gustavo Adolfo Becquer ; edicion de Pascual Izquierdo

23. ed.

Madrid : Catedra, 2010

Letras hispánicas

Abstract: Bécquer publicó la mayoría sus leyendas de forma irregular, en formato folletín o novela por entregas, en un margen de 54 años, de 1858 a 1864, en varios periódicos madrileños de la época, como son el gran periódico centrista español El Contemporáneo, en el que ejerció como redactor, o La Crónica de Ambos Mundos y La América. Ese tipo de difusión condicionó en gran manera la temática y el momento de publicación de cada una. El Monte de las Ánimas se publicó poco antes del día de Todos los Santos, Maese Pérez, el organista, en Navidad, y El miserere, en Semana Santa. Además, la publicación de algunos de ellos en varias entregas, como Rayo de Luna, hizo que su estructura variara un poco para mantener la intriga durante todo el relato. Tras su muerte en 1870, sus amigos las publicaron en una edición que incluía las Rimas, que en un principio iban a ser costeadas por uno de los ministros del momento, Luis González Bravo, de Unión Liberal. Con un prólogo de Rodríguez Correa, la obra se editó en dos volúmenes con el título de Rimas y Leyendas, en 1871, para ayudar a la viuda y sus hijos económicamente. En sucesivas ediciones se iría ampliando la selección, que a partir de la quinta la obra ya constará de tres volúmenes. Actualmente, se pueden encontrar diferentes versiones de Rimas y Leyendas, dependiendo de la editorial y la edición, en las que varían las obras escogidas.

Lazarillo de Tormes
0 0 0
Libri Moderni

Morros, Bienvenido

Lazarillo de Tormes / edicion de Francisco Rico ; con un apendice bibliografico por Bienvenido C. Morros

17. ed.

Madrid : Catedra, 2003

Letras hispánicas

Abstract: Sono passati quasi cinque secoli da quando è apparso questo inusitato, sconcertante romanzo, eppure lo stupore che proviamo nel leggerlo è lo stesso di allora. L’identità del suo autore resta avvolta nel mistero, ma una cosa è certa: nessuno prima di lui aveva mai osato tanto. Nessuno aveva avuto l’audacia di demolire tutti i modelli tradizionali e di trasformare il figlio di un mugnaio, Lázaro de Tormes, e la sua miseranda realtà quotidiana in materia di romanzo. Ed è Lázaro, per di più, a raccontarci in prima persona, con esplosiva verve, le indiavolate peripezie che ha passato prima di conquistare un posto nella pubblica amministrazione e l’agognato benessere. Rimasto orfano di padre, apprendiamo, è entrato al servizio di un astuto cieco, tanto abile nello spillare quattrini come guaritore quanto avaro, meschino e manesco. È a questa dura scuola che ha imparato a padroneggiare il gergo e i trucchi della malavita, e a non lasciarsi sopraffare, benché sempre più smunto e sfinito, dai padroni che si sarebbero succeduti: fra i quali spiccano, indimenticabili, un chierico che pare concentrare in sé «tutta la pitoccheria del mondo», un hidalgo che maschera dietro un’aria pomposa e soddisfatta la più nera miseria, e un impudente, ingegnosissimo spacciatore di indulgenze. Peripezie che danno vita a un racconto ameno, pieno di grazia, «a una meraviglia di humour e di umanità, a un torrente d’ingegno e di ironia benevola non meno che implacabile» (F. Rico): e che ci invitano ancor oggi ad abbandonarci al puro piacere della lettura.

L'ultimo giorno di un condannato a morte
0 0 0
Libri Moderni

Hugo, Victor

L'ultimo giorno di un condannato a morte / Victor Hugo ; traduzione e cura di Maurizio Grasso ; introduzione di Arnaldo Colasanti

Roma : Newton Compton, 2021

Classici ; 29

Abstract: Un uomo sta per essere privato del suo unico bene, della sua stessa vita. Nella sua mente incredula e atterrita si consuma lenta e inesorabile l'attesa, scandita dal ritmo ossessivo, martellante degli ultimi pensieri. L'angoscia cresce, di minuto in minuto, e la coscienza della colpa si infrange di fronte all'oscenità abominevole della folla che pretende, urlante, il suo spettacolo capitale. È con questa sorta di lucidissima e appassionata perorazione letteraria a favore dell'abolizione della pena di morte, pubblicata nell'ultimo anno della monarchia dei Borbone, che Victor Hugo, all'età di ventisette anni, prese posizione in difesa dei diritti inalienabili dell'uomo e innanzitutto di quello alla vita. Gli uomini, mi ricordo d'averlo letto in non so che libro dove c'era solo questo di buono, gli uomini sono tutti condannati a morte con rinvio indefinito. Che cosa c'è dunque di tanto diverso nella mia situazione? Introduzione di Arnaldo Colasanti.

Il capro espiatorio
0 0 0
Libri Moderni

Strindberg, August

Il capro espiatorio / August Strindberg ; traduzione e introduzione di Franco Perrelli

Milano : Carbonio, 2023

Origine

Abstract: Il giovane avvocato Libotz è l'ultimo arrivato in una cittadina svedese sperduta tra le montagne, un tempo famosa stazione termale. Ora è un luogo spettrale, rifugio di pensionati, vedove e infermi, che trascinano la loro vita tra le vestigia inerti di un romantico passato. Timido e impacciato, Libotz ha difficoltà a trovare clienti per il suo studio, né riesce a evitare di rendersi ridicolo mentre tenta di allacciare una relazione con la giovane cameriera Karin. Straniero in un luogo ostile, portato ad accollarsi colpe non sue e a farsi schiacciare dal senso del dovere, sembra destinato a incarnare perfettamente il ruolo della vittima sacrificale, che infatti gli abitanti non tardano ad assegnargli. Scritto nel 1906, Il capro espiatorio è l'ultimo romanzo di August Strindberg, il terzo della 'trilogia della solitudine', iniziata con Solo e proseguita con La festa del coronamento: una potente indagine sulla natura umana, sulla tragica inutilità di qualsiasi tentativo di opporsi al destino, sull'inafferrabilità dell'esistenza, che lo sguardo maturo dell'autore può finalmente contemplare con ironia e senza più amarezza.

Vita dei campi
0 0 0
Libri Moderni

Verga, Giovanni

Vita dei campi / Giovanni Verga

[Firenze] : Edimedia, 2022

Universale economica Edimedia. Classici

Abstract: Vita dei campi è una raccolta di racconti di Giovanni Verga pubblicata per la prima volta nel 1880 e riedita in nuova versione definitiva nel 1897. (Wikipedia)

Racconti gotici
0 0 0
Libri Moderni

Edwards, Amelia B.

Racconti gotici / Amelia B. Edwards ; traduzione di Elisabetta Parri

Argelato : Minerva, 2023

Libri sperduti

Abstract: Giornalista e scrittrice, egittologa, archeologa, pittrice e instancabile viaggiatrice: Amelia Ann Blandford Edwards era tutto questo, e anche di più. È stata la prima egittologa donna, nonché tra i fondatori dell’Egyptological Society e curatrice del Dipartimento di Monete e Medaglie del British Museum. Ma Amelia Edwards fu anche autrice di altri numerosi testi, romanzi e racconti e, tra questi, si trova una serie di racconti gotici pubblicati su varie riviste tra il 1863 ed il 1874. Molti di questi risultano del tutto inediti in Italia e questa raccolta li ripropone in una accurata e nuova selezione. Ambientate tra Parigi, la brughiera nel nord dell’Inghilterra, l’Italia e la Germania, queste narrazioni ci restituiscono il sapore e colore locale, le ambientazioni più amene e tipiche dei luoghi in cui sono ambientate: da un misterioso quadro conservato in una delle più prestigiose gallerie al mondo, alla Foresta Nera, passando da antichi monasteri aggrappati alle montagne dove appaiono misteriosi e inquietanti personaggi, alcuni dei quali rimasti intrappolati in un loop temporale dal quale non usciranno mai. La raccolta comprende: Caino, La carrozza fantasma, L’undici di marzo, Una notte ai confini della Foresta Nera, La storia di un ingegnere, La storia di Ernst Christian Schoeffer, I ricordi del professor Henneberg.

Alice nel paese delle meraviglie
0 0 0
Libri Moderni

CARROLL, Lewis

Alice nel paese delle meraviglie ; e Attraverso lo specchio / Lewis Carroll ; introduzione e note di Paola Faini

Edizioni integrali

Roma : Newton Compton, 2019

I mini mammut

Abstract: A oltre un secolo dalla sua pubblicazione, Alice, come romanzo e come personaggio, conserva ancora intatta tutta la sua freschezza, incantando non solo i più giovani ma anche gli adulti, che nel suo mondo meraviglioso scoprono un altro sé, pronto a sfidare ardui giochi linguistici, entusiasmanti trucchi psicologici, situazioni impossibili che mettono in discussione la realtà e svelano l'irresistibile fascino dell'assurdo. In un romanzo in cui la sospensione dell'incredulità è d'obbligo, il gusto del gioco non può essere dimenticato e va riscoperto con occhi che sappiano guardare al di là del consueto. Perché qui è l'essenza della vita, e forse tra i sogni segreti di tanti c'è proprio la tana di un coniglio bianco in cui perdersi, uno specchio al di là del quale riscoprire la bellezza della vita reale. È letteratura per ragazzi? È un libro da leggere punto e basta. Premessa di Simona Vinci, introduzione e note di Paola Faini.

Madame Bovary
0 0 0
Libri Moderni

Flaubert, Gustave

Madame Bovary / Gustave Flaubert

Firenze ; Milano : Giunti, 2022

Y. Classici

Abstract: Giovanissima e ingenua, Emma si affaccia alla vita credendo che il matrimonio sia il coronamento di ogni sua aspirazione all'amore. Ma quando, dopo aver sposato Charles, scopre che la realtà è molto diversa dalle aspettative e che i sogni romantici rimarranno solo fantasie, sceglie di percorrere una strada diversa: quella della passione e della perdizione, trascorrendo le sue giornate alla ricerca del piacere e del lusso. Così tra feste raffinate e appuntamenti galanti Emma si perde in un destino non suo, molto lontano da quello che aveva immaginato.

Il ritratto di Dorian Gray
0 0 0
Libri Moderni

Wilde, Oscar <1854-1900>

Il ritratto di Dorian Gray / Oscar Wilde ; traduzione di Massimo Scorsone

Milano : Rizzoli, 2019

BUR. Ragazzi ; 92

Abstract: La storia di Dorian Gray e del suo scellerato patto col demonio per preservare intatta la sua giovinezza e la sua straordinaria bellezza. Un capolavoro della letteratura inglese, il romanzo manifesto dell'estetica di Oscar Wilde, caro ai ragazzi di tutte le generazioni. Età di lettura: da 10 anni.

Mastro-Don Gesualdo
0 0 0
Libri Moderni

Verga, Giovanni

Mastro-Don Gesualdo / Giovanni Verga

Rimini : I libri di Gulliver, 1985

Le perle della letteratura universale

Canto di Natale
0 0 0
Libri Moderni

Dickens, Charles

Canto di Natale / Charles Dickens ; traduzione di Emanuele Grazzi ; illustrazioni di Anna Merli

San Dorligo della Valle : EL, 2015

Oscar junior classici

Abstract: Avaro e aspro nell'aspetto e nell'animo, Ebenezer Scrooge è un fiero odiatore del Natale. Per lui, tutti quelli che lo festeggiano dovrebbero finire sotterrati con una spina di agrifoglio nel cuore! Ma gli Spiriti del Natale passato, presente e futuro, gli appaiono in una notte solitaria per fargli ritrovare l'umanità perduta. Dickens fa vibrare tutte le corde della sua scrittura nel breve spazio di quello che è insieme racconto gotico, denuncia sociale, satira amara, ma soprattutto fiaba. Età di lettura: da 8 anni

Il giocatore
0 0 0
Libri Moderni

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

Il giocatore / Fëdor Dostoevskij ; traduzione di Bruno Del Re ; nota introduttiva di Leone Ginzburg

13. ed.

Torino : Einaudi, 2015

ET. Classici

Abstract: Il romanzo è la storia di un progressivo inaridimento morale, il percorso deplorevole di un giovane uomo che lentamente, ma inesorabilmente, perde interesse verso tutto ciò che lo circonda, in nome di un'unica passione: il gioco d'azzardo.

Il ritratto di Dorian Gray
0 0 0
Libri Moderni

Wilde, Oscar <1854-1900>

Il ritratto di Dorian Gray / Oscar Wilde ; saggio introduttivo di Bernhard Fehr ; traduzione di Massimo Scorsone

[Milano] : Rizzoli, 2019

Grandi Classici BUR

Abstract: Dorian è un giovane bellissimo e vizioso, che attraversa la vita senza pagare il prezzo della propria dissolutezza: per una sorta di patto col diavolo, sarà un ritratto, donatogli dall'amico e pittore Basil, a corrompersi al suo posto. Così, tra salotti, lusso e cinismo, scorre la vita luminosa del protagonista, costruendo uno dei modelli più affascinanti e ambigui della letteratura: il dandy. Ma, pagina dopo pagina, il mito scricchiola e il sangue comincia a scorrere, la fiaba diventa romanzo maledetto e la commedia muta in tragedia. Alla fine l'eccezionale vicenda di Dorian assumerà la forma della parabola senza tempo: quella di un uomo che, a un certo punto dell'esistenza, è costretto a guardare in faccia il proprio peccato. Saggio introduttivo di Bernhard Fehr.

Lizzie Leigh
0 0 0
Libri Moderni

Gaskell, Elizabeth

Lizzie Leigh ; e Il pozzo di Pen-Mortha / Elizabeth Gaskell ; traduzione e cura di Massimo Ferraris

Roma : Elliot, 2019

Raggi

Abstract: Comparsa per la prima volta sulla rivista dickensiana «Household Words» nel 1850, "Lizzie Leigh" è la storia di una ragazza che a diciassette anni rimane incinta senza un marito e dunque nel peccato, e dei suoi conflitti con i genitori, divisi tra un naturale sentimento di amore e una morale inflessibile che obbligherebbe alla condanna. Un piccolo gioiello che contiene tutti i temi cari a Gaskell - la critica delle dinamiche familiari dell'Inghilterra vittoriana e la discriminazione della donna, l'amore materno, il sacrificio, l'espiazione e il perdono. Nel volume si accompagna a un altro racconto assai simile per le tematiche - ambientato nelle campagne del Galles, dal titolo "Il pozzo di Pen-Mortha", incluso in una raccolta successiva alla pubblicazione sulla rivista insieme a "Lizzie Leigh".

La beffa del pallone e altri racconti
0 0 0
Libri Moderni

Poe, Edgar Allan <1809-1849>

La beffa del pallone e altri racconti / Edgar Allan Poe ; traduzione di Decio Cinti e Maria Gallone

Roma : Elliot, 2019

Lampi

Abstract: Anche se Edgar Allan Poe è noto principalmente come capostipite del racconto poliziesco, della letteratura dell'orrore e del giallo psicologico, non va dimenticato che fu anche un brillante osservatore della società e degli ambienti intellettuali della sua epoca, e che le sue pungenti riflessioni trovarono spazio in alcuni racconti brevi che meritano di essere riscoperti, soprattutto in tempi di falce news. E questo il caso de "La beffa del pallone", che ruota intorno a un falso articolo di giornale (realmente pubblicato sul «New York Sun» del 1844, cento anni prima dell'inganno radiofonico di Orson Welles) e a un incredibile viaggio in pallone aerostatico, e dei due racconti che seguono, incentrati sulla vita mondana di un bizzarro vip, in Celebrità, e sul mondo del giornalismo, in "X-ando un pezzo".

Il re nudo
0 0 0
Libri Moderni

Andersen, Hans Christian

Il re nudo / Hans Christian Andersen, [illustrazioni di] Albertine ; traduzione [dal francese] di Daniela Iride Murgia

Milano : Topipittori, 2019

Abstract: Età di lettura: da 4 anni.

Cime tempestose
0 2 0
Libri Moderni

BRONTE, Emily

Cime tempestose / Emily Brontë ; traduzione di Monica Pareschi

Torino : Einaudi, 2019

Abstract: È un paradosso biografico fin troppo noto che il più grande romanzo passionale dell'Ottocento europeo, quello che con più pervicacia esplora «gli abissi del Male» - secondo la definizione che ne diede un ammirato Bataille - e che crea il personaggio sadiano forse più potente della letteratura di ogni tempo, sia opera della figlia virtuosa di un pastore protestante di origine irlandese, cresciuta e morta prematuramente in una canonica dello Yorkshire, da cui si allontanò solo sporadicamente per frequentare un austero collegio per figlie di ecclesiastici e in seguito per lavorare come istitutrice. Romanzo unico per intensità visionaria e originalità narrativa, e unico romanzo di Emily Brontë, fu pubblicato per la prima volta nel 1847 con lo pseudonimo di Ellis Bell, e dopo la morte dell'autrice vide una seconda edizione nel 1850, a cura della sorella Charlotte, fortunata autrice di "Jane Eyre". In entrambi i casi non incontrò i favori della critica: i contenuti troppo forti, la violenza psicologica e materiale che pervade tutto il libro, il carattere mistico e insieme distruttivo dell'amore tra i due protagonisti, la malvagità irredenta di Heathcliff, gli elementi gotici che fanno continuamente incursione in un romanzo di impianto realista, uniti a una struttura non lineare che sfida le convenzioni del romanzo coevo, il punto di vista multiplo della narrazione, la mancanza di progressione in una vicenda che si consuma in un andirivieni ineluttabile tra le due dimore opposte e speculari di Wuthering Heights e Thrushcross Grange, spiazzarono da principio i critici. Ci vollero anni perché il romanzo suscitasse l'entusiasmo di lettori come Dante Gabriel Rossetti, Matthew Arnold e, prevedibilmente, Swinburne. Fu solo a partire dal Novecento, tuttavia, che a "Cime tempestose" venne accordato lo statuto di capolavoro della letteratura di tutti i tempi. In una società letteraria percorsa dai fermenti delle nuove avanguardie e dalle prospettive aperte dalla psicoanalisi, quelle che i primi lettori avevano giudicato trasgressioni eccessive e incoerenze narrative dovettero al contrario apparire una sorta di sperimentalismo in nuce, quasi un presagio delle novità formali che già avevano cominciato a scardinare l'impianto strutturale del romanzo realista ottocentesco. A testimoniare la grande vitalità del libro si aggiungono via via i tanti adattamenti cinematografici, teatrali, musicali e letterari, colti e popolari, che amplificano la sua portata e risonanza ben oltre i confini narrativi. A noi lettori di oggi, smaliziati e consapevoli, non resta che continuare a godere di tutto il fascino ambiguo di quest'opera spregiudicata e poetica, mistica e malvagia, trasgressiva e asessuata, visionaria e grottesca, barbara e innovativa: così isolata dalla società ed estranea alle convenzioni del suo tempo da risultare, miracolosamente, eterna.