Chi comanda qui?
0 0 0
Libri Moderni

Bertinotti, Fausto

Chi comanda qui?

Abstract: Nella primavera del 1945 l'Europa, benché sconvolta dall'immane catastrofe del secondo conflitto mondiale, si sente rinata. Rinata perché la guerra è finita e perché è reduce dalla vittoria contro un nemico dell'intero genere umano: il nazifascismo. In Italia e in Francia tale successo è stato ottenuto anche grazie all'azione e al sacrificio delle donne e degli uomini che hanno dato vita alla Resistenza, ed è proprio in questi due paesi che si sviluppa con maggior vigore lo spirito costituente, cioè la volontà del popolo di stabilire regole di convivenza civile e un assetto istituzionale che scongiurino per sempre il ritorno agli orrori del recente passato. Fausto Bertinottì ricostruisce la genesi della nostra Carta repubblicana - incardinata sui principi inalienabili del lavoro, della libertà, della pace e della giustizia sociale - e il ruolo che ha avuto nei «trent'anni gloriosi» seguiti alla promulgazione. Alla luce di alcuni suoi articoli, essa appare agli occhi dell'autore come uno dei punti più alti del diritto costituzionale di tutti i tempi, poiché il suo destinatario non è più il cittadino indifferenziato, reso tale dalla legge, ma la persona così come storicamente si è andata definendo attraverso il suo lavoro, cioè la lavoratrice e il lavoratore in carne e ossa. In questo modo, il cittadino si umanizza, l'uomo si socializza costituendosi in un popolo, e l'individuo si fa persona. Oggi le Costituzioni democratiche europee sono seriamente minacciate dalla «globalizzazione» - un processo caratterizzato, secondo l'autore, sia da una straordinaria spinta all'innovazione nei campi della scienza, della tecnica e dell'economia, sia da un impulso alla regressione nel livello di civiltà, nei diritti dei lavoratori e nei legami di solidarietà - e si registrano forti pressioni affinchè vengano progressivamente sostituite da costituzioni materiali, che non sono frutto di assemblee costituenti ma di processi reali, le cui finalità spesso non sono neppure dichiarate. Eppure, sostiene Bertinotti, anche se la domanda di Alice nel paese delle meraviglie «Chi comanda qui?» ci fa capire quanto siamo lontani dallo spirito del 1948, quest'ultimo non è stato ancora definitivamente sconfitto, come potrebbe far pensare la triste vicenda della «non Costituzione» europea. La crisi del capitalismo finanziario globalizzato ha fatto riemergere un bisogno forte di politica e di regole, e così nuove esperienze di democrazia partecipata e nuove istanze di qualità per l'uomo e per l'ambiente si sono fatte faticosamente strada nella società civile. Ma questi pur deboli segnali di speranza rischiano di essere spazzati via dalle politiche regressive adottate di fronte alla crisi dalle classi dirigenti europee e dal carattere sempre più oligarchico assunto dal processo decisionale e dall'assetto istituzionale. Ecco perché il lungo cammino della nostra Costituzione e la dura battaglia per affermarne i principi non possono ancora dirsi conclusi.


Titolo e contributi: Chi comanda qui? : come e perché si è smarrito il ruolo della Costituzione / Fausto Bertinotti

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2010

Descrizione fisica: 138 p. ; 23 cm.

Serie: Saggi

EAN: 9788804603962

Data:2010

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: 342.45 SCIENZE SOCIALI. Diritto costituzionale e amministrativo. Italia (14)

Immagini: Immagine 1 di
Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2010
  • Target: adulti, generale

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Csbno - Centrale 2 342.45 BER CSBNO ST-96681 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.