La solitudine dei numeri primi
2 23 0
Libri Moderni

GIORDANO, Paolo - Mondadori

La solitudine dei numeri primi

Abstract: Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero. Un romanzo d'esordio che alterna momenti di durezza e spietata tensione a scene rarefatte e di trattenuta emozione, di sconsolata tenerezza e di tenace speranza.


Titolo e contributi: La solitudine dei numeri primi : romanzo / Paolo Giordano

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2008

Descrizione fisica: 304 p. ; 23 cm

Serie: Scrittori italiani e stranieri

EAN: 9788804577027

Data:2008

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Editore)

Classi: 853 Letteratura. Letteratura italiana. Narrativa (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2008

Sono presenti 85 copie, di cui 20 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Solaro 853 GIO SO-24396 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Nerviano M. M 853 GIO NE-64261 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Garbagnate Milanese 853 GIO GA-82043 Su scaffale Prestito interbibliotecario
San Vittore 853 GIO SV-13359 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bresso P1 NARRATIVA 853 GIO BR-50020 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rho - Burba 853 GIO RH-79852 In prestito 17/07/2018
Villa Cortese 853 GIO vc-11078 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Legnano 853 GIO M4 LE-66731 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Canegrate 853 GIO CA-16521 In prestito 07/12/2015
Bollate - Cassina 853 GIO CN-27632 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cesate 853 GIO CE-27879 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cornaredo 853 GIO CD-57368 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Settimo 853 GIO SM-42278 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cusano Milanino PSICOLOGICI-VERDE 853 GIO CM-62732 In prestito 12/07/2018
Rescaldina - Lea Garofalo 853 GIO RL-28073 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Arese d 853 GIO AR-56327 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pero - PuntoCerchiate 853 GIO PE-31078 In prestito
San Giorgio 853 GIO SG-10416 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Vanzago 853 GIO VZ-32298 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Senago 853 GIO SE-36956 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rho - Popolare 853 GIO RP-31278 In prestito 16/07/2018
Lainate - l'Ariston 853 GIO LA-85604 In prestito 23/04/2018
Garbagnate - Bariana 853 GIO GA-74518 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rho - Burba 853 GIO RH-82057 In prestito 03/12/2014
Pogliano 853 GIO CO-25140 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Parabiago 853 GIO CO-25137 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Paderno - Tilane Romanzi e racconti GIOR CO-25136 In prestito 30/06/2018
CSBNO - Centrale 853 GIO CO-25135 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Nerviano 853 GIO CO-25134 In prestito 11/07/2018
Limbiate (non più CSBNO) 853 GIO CO-25133 In prestito
Legnano 853 GIO M2 CO-25132 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Dairago 853 GIO CO-25129 Da scartare Non disponibile
Cusano Milanino 853 GIO CO-25128 Non trovato da cercare Non disponibile
Cornaredo 853 GIO CO-25127 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cesate 853 GIO CO-25125 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cormano 853 GIO CO-25123 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Busto Garolfo 853.91 GIO CO-25120 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bollate - Cassina 853 GIO CO-25118 In prestito
Baranzate Romanzi e racconti GIOR BA-47492 Su scaffale Prestito interbibliotecario
San Vittore 853 GIO SV-13838 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Sesto - Marx 853 GIO MX-19077 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Dairago 853 GIO DA-13034 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rescaldina - Lea Garofalo MG 853 GIO RL-28681 In prestito 04/08/2014
Legnano 853 GIO LE-68475 In prestito 13/07/2018
Garbagnate - Bariana 853 GIO CO-25445 Su scaffale Prestito interbibliotecario
CSBNO - Centrale 853 GIO CO-25442 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Vanzago 853 GIO CO-25441 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Senago 853 GIO CO-25438 Su scaffale Prestito interbibliotecario
CSBNO - Centrale B2955 GIO CO-25434 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pogliano 853 GIO CO-25458 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pregnana 853 GIO CO-25457 Su scaffale Non disponibile
Villa Cortese 853 GIO CO-25453 In prestito
Pero - PuntoPero M 853 GIO CO-25452 In prestito 11/05/2018
CSBNO - Centrale 853 GIO CO-25451 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Garbagnate - Bariana 853 GIO CO-25447 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Sesto - Centrale 853 GIO ST-91385 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rho - Piras 853 GIO RE-9424 Su scaffale Solo prestito locale
Arese d 853 GIO AR-60677 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cormano 853 GIO RC-49891 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Solaro 853 GIO SO-25023 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Rho - Burba 853 GIO RH-87241 In prestito 12/07/2018
Pogliano 853 GIO PM-17712 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pero - PuntoPero M 853 GIO PE-53926 In prestito 08/07/2018
Rho - Piras 853 GIO RE-9896 Su scaffale Solo prestito locale
Barbaiana - Lainate 853 GIO 91041 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bresso P1 NARRATIVA 853 GIO BR-55606 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pogliano 853 gio PM-16673 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Legnano 853 GIO M2 LE-75128 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Novate 853 GIO NO-89975 In prestito 11/07/2018
Nerviano 853 GIO NE-72419 In prestito 07/07/2018
Sesto - Centrale 853 GIO ST-97737 In prestito 18/07/2018
Cornaredo - S. Pietro 853 GIO PT-4153 In prestito 15/04/2015
Bollate 853 GIO BO-114252 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bollate 853 GIO BO-118557 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bollate 853 GIO BO-118851 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bollate - Cassina 853 GIO CN-24478 Su scaffale Solo prestito locale
Cinisello - Il Pertini Mag-Adulti 853 GIO CB-187793 In prestito 13/07/2018
Pogliano 853 GIO PM-23415 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cusano Milanino CORRIDOIO 853 GIO SOL CM-78928 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Pero - PuntoPero 853 GIO PE-60512 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Bollate - Cassina 853 GIO CN-44955 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cormano MAG 853 GIO RC-64398 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Cinisello Balsamo - FuoriPertini - Crocetta GIOR 14 Su scaffale Solo prestito locale
Cinisello - Il Pertini Letterature 853 GIO CB-204750 In prestito 16/04/2018
Parabiago 853 GIO PG*-61441 Su scaffale Prestito interbibliotecario
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Ho cominciato a leggerlo solo qualche mese fa ma .... non sono riuscita a continuare e finirlo: pensavo che questo autore scrivesse molto meglio: deludente!!!

Un buon esordio, a prescindere dal fatto che sia diventato un caso letterario, vendendo moltissimo. La storia e i due protagonisti sono talmente onesti che nemmeno la pessima versione cinematografica di Costanzo è riuscita a privarli del tutto di interesse.

un libro sull'"essere disadattati", a mio parere noioso e pedante

assolutamente un libro che divide: ma a me e piaciuto molto,,ti rimane dentro per un po'...quindi da leggere per poi decidere se cestinarlo o meno

Questo libro divide le critiche: c'è chi lo ha adorato e chi si è annoiato leggendolo.
Personalmente l'ho trovato toccante, sincero ed emozionante.
Ho un unico consiglio: leggetelo!

per essere un 'opera prima lo trovo molto bello e realistico, davvero ben scritto.
da leggere 

Una lettura veramente piacevole, con le storie dei protagonisti che si intrecciano anticipando gli eventi l'una con l'altra. E' scritto veramente bene e ti coinvolge, stimolando la lettura di un capitolo dopo l'altro.
Lievemente triste, forse meglio leggerlo in un periodo diverso da Novembre!!
 

Ho iniziato il romanzo con aspettive basse, che all'inizio parevano confermate. Mi sembrava che l'autore facesse di tutto per cacciare i protagonisti in episodi svilenti, alla scopo di impressionare il lettore.
Eppure... nonostante ciò, non riuscivo a smettere di leggere. Perchè il libro è scritto veramente bene, cosa rara di questi tempi! Lo stile preciso e pulito tiene incollato alle pagine il lettore.
Mano mano, mi sono appassionata alla trama. E' la storia di chi vive ai margini della società, lontano dai sorrisi patinati dei "vincenti". E per dirla tutta, il finale non mi pare così negativo, se lo si legge bene. A me è sembrato che i protagonisti abbiano trovato il modo di vivere la loro speciale solitudine liberi, finalmente, dai sensi di colpa imposti dalla società.

Libro fin troppo scorrevole, un po' deludente.
Odioso il finale.

Se si vuole essere infelici a tutti i costi... ci si riesce!

Tanto fumo e niente arrosto.....

Vorrei parlarvi di questo romanzo di cui ultimamente si sente molto parlare, a causa anche dell’ambito “premio Strega” che ha meritato. L’autore di questo romanzo non è famoso, contrariamente a quanto ci si poteva aspettare: originario di Torino, si chiama Paolo Giordano, e non è neanche un letterato, in quanto laureato in fisica teorica. Cercherò di spiegarvi come e perché questo romanzo è piaciuto a così tante persone, senza, spero, rivelarvi troppo. Questo romanzo percorre parallelamente le vicende di Alice e Mattia, a partire dall’infanzia fino all’età adulta. La narrazione del romanzo è così strutturata: singoli episodi di ciascuno dei due personaggi si alternano fino a che le due storie non si incontrano. La suspense che si crea quando finisce un episodio invoglia sempre di più a leggere l’episodio successivo, che però è intervallato dall’ episodio dell’altro personaggio; ma, contemporaneamente all’interesse per lo svolgersi della prima vicenda, se ne crea anche per la seconda. In altre parole, a leggere la storia di Mattia si prova un grandissimo interesse che invoglia a leggere, ma, continuando a leggere i suoi episodi, ci sono in mezzo quelli di Alice, per i quali si svilupperà un interesse altrettanto vivo. Questa scelta rende quindi il romanzo molto avvincente, soprattutto nella parte in cui i protagonisti sono adolescenti e le loro vicende cominciano ad intrecciarsi. Mattia, che rivela un’intelligenza formidabile, è segnato da piccolo da un avvenimento piuttosto grave (che non vi svelo per non togliervi il gusto) che ne condizionerà per sempre l’esistenza in modo estremamente negativo. Anche Alice è segnata da un avvenimento, non così grave come quello di Mattia: ve lo dico in quanto non è molto interessante. Si rompe una gamba mentre scia. Anche se può sembrare una banalità, questi due avvenimenti sono il contrassegno che ognuno dei due dovrà sempre portarsi dietro e che danno inizio alla storia. Gli episodi dei due protagonisti sono raccontati con un climax crescente che culmina nel loro primo incontro, durante le scuole superiori. La situazione comincerà presto a cambiare da questo punto in avanti, soprattutto a causa degli avvenimenti di una festa a cui entrambi sono invitati (che non vi racconterò). Il rapporto tra i due comincia ad approfondirsi sempre  più, ma è molto difficoltoso e alterna momenti di discordia a momenti di concordia. Il lettore può capire, proseguendo la lettura, il senso del titolo di questo romanzo, che a mio parere è veramente azzeccato. I numeri primi, infatti, sono unici  nel loro genere, isolati dal resto degli altri numeri, anche se spesso separati da un solo numero. E così Alice e Mattia: sono due personaggi particolari, ognuno con le proprie particolarità, unici nel loro genere, che anche se tentano di inserirsi nella “massa” delle altre persone comuni, non ci riescono (come constaterà Alice sulla sua stessa pelle), vicinissimi ma separati sempre da qualcosa. Poi, a mio parere, “numeri primi” si può intendere anche come “le persone migliori degli altri”. Mattia, infatti, è un genio, ma nonostante questo, le sue relazioni sociali sono molto difficili non solo nell’adolescenza ma anche nell’età adulta. Il tema di questo romanzo, cioè un storia di amore, potrà far sembrare che si tratti di un trito e ritrito romanzo romantico. Ma l’autore ha saputo usare un tema molto  comune per svilupparci una storia che, in un climax ascendente e culminante in più punti del romanzo, combina bruscamente tristezza e allegria, sofferenza e soddisfazione in modo tale che il lettore è sempre più invogliato a continuare e finire il romanzo. Spero di avervi dipinto un quadro generale di questo romanzo, senza avervi rivelato troppi dettagli. Lo consiglio a chiunque, perché è davvero una lettura assuefacente che appassiona e fa riflettere. E chissà se alla fine Alice e Mattia riusciranno ad abbattere quel muro che li separa:  non rimane che scoprirlo!

Personalmente sono  stupito dal numero impressionante di prenotazioni in attesa per un libro che, per quanto mi riguarda, è stato sopravvalutato. 

Chi nella propria vita non si è trovato nella situazione di Mattia ed Alice?Quelle parole non dette,quelle situazioni dove nel momento cruciale si è fatto dietro-front.....
Ne ho sentito parlare molto di questo libro,e devo dire che le mie aspettative sono state confermate.
Lo consiglio vivamente.

Colpisce la storia di Alice e Mattia, tenera e crudele al tempo stesso. Una storia fatta di sottintesi, di non detti ma pensati, creduti, anelati... La storia di due" primi gemelli", per usare il lessico matematico: così vicini, eppure mai abbastanza per toccarsi davvero... Il libro colpisce perchè ha per protagonisti i contrappunti di questi tempi che ci vorrebbero tutti disinvolti, disinibiti, estroversi, vincenti (ma di cosa, poi?). Ecco. Alice e Mattia presentano la faccia meno "tirata a lucido", ma per questo più profonda e, certo, più "nera". Quell'abisso che in tutti noi esiste, quell'abisso che temiamo e che per questo alla fine ignoriamo, ma che è lì, sempre, a ricordare che la vita è anche morte, dolore, sofferenza, sconfitta, perdita... Forse è per questo che questo libro lo si apprezza di più quando la vita ha già insegnato qualcosa. Qualcosa che rende questi due protagonisti così umani, così veri, così tragici, ma al tempo stesso VIVI... 

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.