HOME » 60x365 reading challenge » La sfida

Sfide di Cristina: Bruciare tutto di Walter Siti; sfida n°17

415 Visite, 39 Messaggi
Utente 31856
75 posts

Re: Sfide di Cristina:

Sto leggendo "L'ARTE DI SBAGLIARE ALLA GRANDE " di Galiano; posso inserirla nella sfida n° 18?

Utente 31856
75 posts

ventunesima sfida n° 18: libro in cui si parla di una truffa o di un imbroglio: L'ARTE DI SBAGLIARE ALLA GRANDE di Enrico Galiano

L'ARTE DI SBAGLIARE ALLA GRANDE di Enrico Galiano.
Molto tirata per i capelli l'inserimento di questo libro in questa sfida, ma volevo segnalarlo perchè l'ho trovato veramente interessante. Galiano in tutta umiltà ci dimostra come molto spesso imbrogliamo e truffiamo noi stessi per paura di metterci in gioco completamente, con le nostre debolezze, le nostre piccolezze, le nostre "imperfezioni" che sono proprio le particolarità che ci rendono unici. Bello sia per adulti che adolescenti in crisi

Utente 31856
75 posts

ventiduesima sfida n° 35: un libro di saggistica: LE VERITA' NASCOSTE di Paolo Mieli

LE VERITA' NASCOSTE di Paolo Mieli
Grandissimo divulgatore e storico, Mieli con la sua eccezionale capacità di rendere tutto semplice ed interessante, affascina il lettore su temi apparentemente molto noti ma con sfaccettature poco conosciute, tali da stimolarti nell'approfondire ulteriormente la conoscenza

Utente 31856
75 posts

ventitreesima sfida n°42, un libro con un termine in lingua straniera; "TRASH" di A.MULLIGAN

"TRASH" di A. MULLIGAN: Raphael, Gardo e Ratto, quattordici anni, vivono nel quartiere-discarica di Behala. Passano le giornate a smistare rifiuti per venderli a peso. Finché Raphael trova un borsello in mezzo all'immondizia: dentro ci sono tanti soldi, una carta d'identità, una mappa e una piccola chiave. Da lì iniziano una serie di peripezie fino ad un lieto fine.
Carina la trama ed il lieto fine, bella la schiettezza a volte cruda con la quale viene raccontata la vita dei ragazzi spazzatura, della povera gente, dei ricchi, senza nascondere le meschinità degli animi, anche di quelli più "nobili". E' per esempio la prima volta che trovo scritto che "certo esistono i valori, la rettitudine, la fiducia......Ma la più importante rimane il denaro ed è prezioso come l'acqua......Senza denaro si finisce per avvizzire e si muore". Nessuna ipocrisia nè buonismo!!!

Utente 31856
75 posts

ventiquattresima sfida n° 10: un libro che parli di un libro: "I CUSTODI DEL LIBRO" di G. Brooks

"I CUSTODI DEL LIBRO" di G. Brooks
È il 1996 a Sarajevo e Hanna Heath, trentenne restauratrice australiana di manoscritti e libri antichi, giunge nella capitale bosniaca devastata da cinque anni di guerra civile e ancora sotto il fuoco dei cecchini perchè ha ricevuto da Gerusalemme una telefonata con cui le hanno comunicato che durante la Pasqua ebraica, il capo della comunità giudaica di Sarajevo ha tirato fuori la Haggadah, il celebre libro di preghiere che si pensava ridotto in cenere sotto i bombardamenti del '92. A lei il compito di restaurarla.
L'autrice costruisce sulla base di anomalie e fattori estranei ritrovati nel libro, una possibile spiegazione dei lunghi e perigliosi viaggi di questo antico manufatto che lo hanno portato attraverso l'Europa, dalla Spagna fino a Sarajevo, lungo 500 anni di storia, conflitti e convivenze tra Cristiani, musulmani ed ebrei

Utente 31856
75 posts

Venticinquesima sfida n° 15 un libro che parla di una catastrofe climatica:" QUALCOSA LÀ FUORI"di B. Arpaia

Anno 2070 circa, la terra è completamente stravolta dai mutamenti climatici, Livio il protagonista e migliaia di persone come lui cercano di sfuggire al destino di morte certa emigrando clandestinamente verso il nord dell'Europa, ultimo spazio vivibile rimasto. La vicenda si dipana facendo numerosi flash back sulla vita svolta nel cinquantennio precedente, sugli errori politici mondiali e compartimentali personali che hanno portato la terra alla sua agonia. MOOOLTO realistico, non sono riuscita a staccarmi dal libro finché non l'ho finito. Pur terminando con un parziale lieto fine, mi ha riempito di angoscia per il futuro.

Utente 31856
75 posts

ventiseiesima sfida n°44, un libro con una forma geometrica nel titolo."LE PIRAMIDI STANNO A GUARDARE" di B.Yoshimoto,

"LE PIRAMIDI STANNO A GUARDARE" di B.Yoshimoto,
Appunti di viaggio molto particolari; partendo alle piramidi di Giza, passando poi per Toscana, Taiwan, Sicilia, Australia, Brasile, Argentina, l'autrice ritrae i luoghi visti attraverso l'occhio del cuore, delle sensazioni, dei ricordi, stando attenta a ogni singolo particolare.

Utente 31856
75 posts

ventisettesima sfida n: un libro con una forma architettonica del titolo. "LA CUPOLA DEL MONDO" di S.Fleming

"La cupola del mondo" di Sebastian Fleming è un romanzo scorrevole che offre un'ampia panoramica sul rinascimento italiano, vissuto dai principali protagonisti, Michelangelo e Bramante. Roma, 1505. La basilica della città è un cumulo di macerie. Ma è proprio da quelle rovine che Donato Bramante sogna di far sorgere una nuova chiesa, superbo emblema della Cristianità. Per questo è stato chiamato a Roma dal papa. Per questo lavora giorno e notte, senza un attimo di tregua. Per questo sarà disposto a sacrificare tutto, perfino la donna che ama. Diventerà l'edificio più grandioso di tutto l'Occidente, l'imponente simbolo della Cristianità. Ma chi sarà degno di mettere la propria firma su quell'opera destinata ad attraversare i secoli? Bramante è l'architetto di papa Giulio II, eppure Michelangelo è disposto a vendere l'anima al diavolo pur di ottenere l'incarico... D'un tratto, Roma intera diventa il palcoscenico su cui si succedono cortigiane affascinanti e artisti geniali, prelati senza scrupoli e nobili crudeli, tutti coinvolti nel dramma scatenato dall'ambizione e dalla sete di potere. E, dietro le quinte, c'è proprio il cardinale Giacomo Catalano, più che mai deciso a lasciare la propria impronta su quella che sarà considerata la cupola del mondo...
BELLO VERAMENTE

1793 Messaggi in 471 Discussioni di 192 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.