Community » Forum » Recensioni

Internet ci rende stupidi?
4 1 0
Carr, Nicholas

Internet ci rende stupidi?

Milano : R. Cortina, 2011

Abstract: Ogni giorno navighiamo nel Web, passando da un sito all'altro, a caccia di notizie, documenti, video; controlliamo la nostra casella di posta elettronica, inviamo SMS e non dimentichiamo di inseguire emozioni sui social network più alla moda. La rete rende più rapido il lavoro e più stimolante il tempo libero ma, mentre usiamo a piene mani i suoi vantaggi, stiamo forse sacrificando la nostra capacità di pensare in modo approfondito? Abituati a scorrere freneticamente dati tratti dalle fonti più disparate, siamo diventati tutti superficiali? Che ci piaccia o no, la rete ci sta riprogrammando a sua immagine e somiglianza, arrivando a plasmare la nostra stessa attività cerebrale. Con stile asciutto e incisivo, lontano sia dagli entusiasmi degli adepti del cyberspazio sia dai toni apocalittici dei profeti di sventura, Nicholas Carr ci invita a riflettere su come l'uso distratto di innumerevoli frammenti di informazione finisca per farci perdere la capacità di concentrazione e ragionamento.

10 Visite, 1 Messaggi
Utente 7646
61 posts

Trovate difficile concentrarvi su un libro? Provate a disconnettervi da Internet per un po’, se ci riuscite...

È assodato che la tecnologia influenza il nostro modo di pensare. Ad esempio, la lettura di un libro richiede focus, disciplina e attenzione prolungata; questo, a sua volta, stimola la riflessione, la contemplazione e il ragionamento critico. Per contro, per via della sua stessa natura multimediale, Internet (inclusi digital media come Whatsapp, Facebook, Twitter e Instagram) ci bombarda di avvisi, notifiche, stimoli e distrazioni, il che incoraggia il multi-tasking, ovvero un approccio superficiale alla raccolta di informazioni. Da una parte, questo potrebbe renderci più efficienti nel separare il grano dal loglio, il dato significativo dal superfluo; d’altra parte, una serie di esperimenti psicologici evidenzia che a risentirne è la nostra capacità di assemblare le singole informazioni all’interno di schemi logici di ordine superiore. In effetti, il cervello è in grado di adattarsi agli stimoli provenienti dall’ambiente; l’utilizzo abituale di una tecnologia rafforza specifici circuiti neurali, e ne indebolisce altri. Nel nostro caso, la capacità di gestire il bombardamento di “distrazioni digitali” si paga con una ridotta concentrazione, e in ultima analisi un’esperienza intellettuale più povera. In questo senso, “Internet ci rende stupidi”.

Il saggio è interessante, ben documentato e sostanzialmente equilibrato: Carr stesso ammette che non potrebbe fare a meno facilmente di Youtube, Netflix, email, del suo blog eccetera; è però importante disconnettersi, ogni tanto, per non rischiare di perdere una parte significativa di quello che ci rende umani.

Il libro è tratto da un articolo apparso su The Atlantic nel 2008:

https://www.theatlantic.com/magazine/archive/2008/07/is-google-making-us-stupid/306868/

  • «
  • 1
  • »

6745 Messaggi in 5590 Discussioni di 953 utenti

Attualmente online: Ci sono 11 utenti online