Community » Forum » Recensioni

Volevo essere una vedova
3 3 0
Moscardelli, Chiara

Volevo essere una vedova

Torino : Einaudi, 2019

Abstract: Che fine ha fatto Chiara, l'aspirante ma mancata gatta morta? L'abbiamo lasciata a trent'anni, senza uno straccio di fidanzato, e la ritroviamo a quarantacinque, ancora single. Com'è potuto accadere? Com'è arrivata a questa età senza sposarsi, fare figli, adeguarsi alla vita che sua madre e le zie, anche quelle degli altri, prevedevano per lei? Per capirlo Chiara si racconta, ai lettori e all'analista, ripercorrendo gli ultimi dieci anni: il trasferimento a Milano, dove sperava di accasarsi e invece ha trovato sciami di gay, il lavoro in una città che per certi versi le è ostile, i disastri sentimentali e il fatto che tutti, ma proprio tutti, persino il dentista o l'ortopedico, continuino a chiederle perché sia sola. Cosí, pur di non essere sottoposta al solito strazio, all'ennesima visita medica decide di spacciarsi per vedova, guadagnandosi uno status finalmente accolto dalla società. Se è vedova, allora qualcuno se l'era presa, anche se poi è morto!

116 Visite, 3 Messaggi
Utente 247
33 posts

Una conferma, una garanzia di non banalità. Da leggere

Utente 32500
14 posts

Non ridevo così tanto leggendo un libro da anni. Consigliatissimo.

Utente 284
199 posts

In controcorrente con gli altri commenti, a me non è piaciuto molto.
L'ho trovato ripetitivo e spesso mi sono chiesta se quello che è raccontato è veramente la vita dell'autrice o
pura invenzione. Tante situazioni mi sono sembrate esagerate, delle vere e proprie caricature.
Salvo le riflessioni dell'ultimo capitolo.
Le donne dovrebbero veramente imparare a volersi più bene!
Prima di renderlo rileggerò senz'altro l'ultimo capitolo!

  • «
  • 1
  • »

6586 Messaggi in 5455 Discussioni di 936 utenti

Attualmente online: Ci sono 57 utenti online