Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

La sposa dell'inquisitore - romanzo di Jeanne Kalogridis

ottimo romanzo della Kalogridis che conoscevo solo per "I diari del vampiro". Scrittura scorrevole sostenuta da ottima traduzione. Ambientazione storica ottima che spinge senz'altro il lettore alla ricerca di ulteriori opere della medesima scrittrice. Ben sostenuta l'immagine dei personaggi femminili (La madre, la figlia, la schiava nubiana affrancata) alla ricerca non solo della propria indipendenza psicologica, professionale ma anche nel ruolo di difesa della propria indipendenza religiosa, psicologica.... storia di un popolo, storia di donne in una società ancora oscurantista. consigliatissimo!

R: Copertina - Isaac B. Singer

Dopo aver letto il libro, continuo a ritenere il fratello - mai premiato col Nobel - di gran lunga superiore per capacità di scrittura, attuale dopo quasi un secolo; Isaac, al contrario, è prolisso e probabilmente più celebrato dai politicamente corretti.

R: Le parole di Sara - Maurizio de Giovanni

Questo giallo mi è piaciuto più del primo per diversi motivi: 1) perché mi sono abituata alla scrittura notevole e sottile dell'autore, 2) perché conosco meglio i suoi principali personaggi, 3) per la storia (seppure intricata) più completa rispetto a quella precedente......ebbene sì: l'ho incluso tra i miei preferiti. Bravo De Giovanni!

Tex l'implacabile - Gian Luigi Bonelli, Guido Nolitta, Aurelio Galleppini

Ripercorre i tragici fatti che causarono la morte di Lilyth. Aquila della Notte fu implacabile nello scovare e annientare i miserabili assassini. Dopo la fine in una pietraiadi colui che doveva eliminarlo, , la lunga mano di Tex, aiutato dal fido Tiger Jack, si strinse come una morsa su Higgins e sui suoi complici butterati da una vecchia infezione di vaiolo: erano stati loro, ormai immuni alla malattia, a portare le letali coperte ai Navajos. Poi il cerchio si strinse intorno ai mandanti, Brennan e Teller: a El Paso, andò a fuoco il loro General Store, punto di smistamento di un traffico d'armi. Fino ad ottenere finalmente giustizia!

R: Volevo essere una vedova - Chiara Moscardelli

In controcorrente con gli altri commenti, a me non è piaciuto molto.
L'ho trovato ripetitivo e spesso mi sono chiesta se quello che è raccontato è veramente la vita dell'autrice o
pura invenzione. Tante situazioni mi sono sembrate esagerate, delle vere e proprie caricature.
Salvo le riflessioni dell'ultimo capitolo.
Le donne dovrebbero veramente imparare a volersi più bene!
Prima di renderlo rileggerò senz'altro l'ultimo capitolo!

Re: LIBRI IN LINGUA ORIGINALE INGLESE

Mi unisco alla richiesta. Probabilmente il materiale in lingua viene prestato troppo di rado per giustificare nuovi acquisti. A fronte di risorse sempre più esigue, la biblioteca è costretta a investire su libri di sicuro interesse, per la stragrande maggioranza quindi in italiano, il che alimenta il circolo vizioso. Un peccato.

L'ultimo giro della notte - Michael Connelly

Michael Connelly è sicuramente una garanzia. Ho appena finito di leggere questo poliziesco che mi è piaciuto immensamente. Bella la nuova protagonista e ben costruita la trama con una svolta che sinceramente non mi aspettavo. Imperdibile davvero!