Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Re: Sfida di Laura S

2 Missione. 3 - Un libro scritto da un autore/un'autrice napoletano/a (missione speciale per Procida Capitale della cultura 2021). "Fiori per i Bastardi di Pizzofalcone" di Maurizio De Giovanni

I sette killer dello Shinkansen - Isaka Kotaro

Inizialmente i dialoghi sconclusionati e i personaggi con una caratterizzazione altalenante (alcuni sono tratteggiati con più cura, altri in modo approssimativo) mi hanno quasi fatto desistere dal proseguire la lettura. Per fortuna ho perseverato, perché le pecche stilistiche sono compensate dall'intreccio imprevedibile e dalle riflessioni filosofiche che punteggiano la narrazione.
Voto: 7.5/10
Link: https://webopac.csbno.net/opac/detail/view/csbno:catalog:633046

Re: Commenti alla missione n.11: Un libro che ti hanno regalato

HARVEY di ANNA CLINE

L'ultimo giorno di libertà di Harvey Weinstein,.
Nell'appartamento messo a sua disposizione da un amico, attende la sentenza, cercando di convincersi che nulla gli potrà succedere , che la sua carriera non è assolutamente finita, che il mondo che conta continuerà a volerlo con sé.
Emma Cline ci mostra un uomo vecchio,malato, flaccido, gretto e meschino, mediocre, penoso, detestabile.
Eppure H.W. è un orco. E' un uomo che ha fatto del male. Un uomo che non ha il m inimo dubbio su sé stesso.
Un uomo che fa parte di un sistema eticamente ripugnante.
Non riesco a pensare alla forma , all'invenzione narrativa. Questo libro mi è risultato fastidioso, ma capisco che è solo un sentimento personale.

Re: Commenti alla missione 34: Un libro il cui titolo sia composto da una sola parola

Elizabeth Jane Howard, "Confusione"
https://webopac.csbno.net/opac/detail/view/csbno:catalog:552640

Inizio questa II edizione della sfida con il terzo volume della saga dei Cazalet. È sempre un piacere ritrovarli.
In "Confusione" vediamo le ragazze crescere e iniziare le loro vite lontane da Home Place, in bilico tra trepidazione per il futuro, nostalgia per il passato, e smarrimento per un presente che si rivela molto diverso da quello che sognavano.
Elizabeth Jane Howard si conferma una grande scrittrice, capace come pochi di creare dei personaggi vivi e interessanti. Amo molto soprattutto i suoi capitoli corali: il suo stile è una danza, e con eleganza e sensibilità riesce a scavare a fondo nei sentimenti dei suoi personaggi, narrando la quotidianità passando da un punto di vista ad un altro con delicatezza e grazia.
Questa volta è stata la storia di Louise a colpirmi maggiormente: con grande verosimiglianza viene narrata la violenza ostetrica e i pregiudizi sul ruolo della madre della società inglese del 1940. Straziante.
Sono molto curiosa del prossimo volume.

Re: Uno...due...tre...SFIDA!!!

35 - Il vero amore è quando si amorano tutti di Elena e Alessandro Magrini
Quello che emerge dalla lettura di questo libro è un papà che non teme di mostrare le proprie emozioni. Non sono da meno le simpatiche descrizioni degli strambi atteggiamenti della piccola Elena e delle sue delicate furberie, che inteneriscono e fanno sorridere. Può, quindi, definirsi autrice proprio Elena Magrini, perché è lei che pronuncia le parole contenute nel libro, (che prende il titolo da una sua frase), fedelmente riportate da Alessandro, il suo papà. È il suo il profilo di crescita delineato in questa sorta di diario, cadenzato dai giorni, dai mesi e dagli anni. Alessandro teme di perdere il ricordo, di non conservare nel tempo le emozioni date dalle prime parole, i primi gorgoglii, i primi sguardi.

Re: Commenti alla missione 35: Un libro il cui titolo conti almeno 5 parole

Il vero amore è quando si amorano tutti di Elena e Alessandro Magrini
Quello che emerge dalla lettura di questo libro è un papà che non teme di mostrare le proprie emozioni. Non sono da meno le simpatiche descrizioni degli strambi atteggiamenti della piccola Elena e delle sue delicate furberie, che inteneriscono e fanno sorridere. Può, quindi, definirsi autrice proprio Elena Magrini, perché è lei che pronuncia le parole contenute nel libro, (che prende il titolo da una sua frase), fedelmente riportate da Alessandro, il suo papà. È il suo il profilo di crescita delineato in questa sorta di diario, cadenzato dai giorni, dai mesi e dagli anni. Alessandro teme di perdere il ricordo, di non conservare nel tempo le emozioni date dalle prime parole, i primi gorgoglii, i primi sguardi. https://webopac.csbno.net/opac/detail/view/csbno:MLOL:150227692

Re: Commenti alla missione n. 9: Un libro il cui titolo sia anche il titolo di una canzone. UNA LUNGA STORIA D'AMORE di Remo Guerrini. La canzone è di Gino Paoli

Non è una lunga storia d'amore. E' una storia d'amore lunga perché lo scrittore si inventa una cosa altamente improbabile, almeno a mio parere, e cioè che questi due innamoratissimi ragazzini (hanno appena dato la maturità) si perdono di vista perché lei se ne va a Londra per due mesi e lui se ne va a militare. Ma é credibile che non si cerchino? no, e infatti si cercano ma non si trovano. Ma figurarsi! E che dire del ritrovarsi trenta anni più tardi? sempre innamorati? no, per me questa storia d'amore non sta in piedi.

Re: Commenti alla missione 35: Un libro il cui titolo conti almeno 5 parole ESTENSIONE DEL DOMINIO DELLA LOTTA di Michel Houellebecq

Il protagonista è un uomo solo anche se ha un lavoro, se ha avuto delle relazioni sentimentali e ha delle amicizie. Semplicemente non riesce a stabilire alcuna relazione con gli altri e conduce la sua esistenza con il presentimento che la sua vita si sta avviando verso la catastrofe assoluta: tuttavia non ha ancora voglia di morire. Il titolo nasce dalla convinzione dello scrittore che il libelarismo sessuale sia l'estensione del dominio della lotta e pure il libelarismo economico sia l'estensione del dominio della lotta. Il libelarismo economico conduce al libelarismo sessuale, entrambi producono fenomeno di depauperamento assoluto. Chi troppo, chi niente. Non è un libro facile da leggere ma qualche domanda, dopo averlo letto, te la fai.

Mastro Geppetto - Fabio Stassi

Il libro è la rivisitazione della storia di Pinocchio vista dalla parte di Geppetto ma non solo. E' la storia di un vecchio fragile, al termine della propria vita solitaria che scivola inesorabilmente verso la demenza e della cattiveria del paese in cui vive, i cui abitanti si prendono gioco crudelmente di lui. Nessuna possibilità di riscatto per il protagonista se non il suo animo innocente e fanciullo. Triste e molto bello