Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

L'isola delle anime - Johanna Holmström

un libro affascinante... la follia delle donne che nel secolo scorso faceva rientrare anche la disperazione, le tragedie della vita... devianze emotive e relazionali che venivano etichettate come follia. Donne allontanate dalle famiglie, dagli affetti e considerate come inguaribili, abbandonate in ospedali psichiatrici in balia di personale, infermiere e medici, che non sempre potevano mettere l'umanità davanti a tutto. in questo libro l'autrice dipinge mirabilmente sia la caratteristiche di queste dispetate "folli" ma anche l'umanità delle infermiere che, anno dopo anno, andavano a costruire la loro unica famiglia. Avrei preferito forse un collegamento maggiore tra le varie storie di donne fragili ma profonde. Una lettura preziosa.

Non guardare nell'abisso - Massimo Polidoro

Questo libro mi è piaciuto solo x metà: bella ed ironica la prima parte ma non la seconda parte. Non si sa come ne' perché si arriva alla fine della storia. Scritto comunque assolutamente molto più che bene.

Wasteland - Giorgio J. Squarcia

Che bello, che romanzo straordinario, tocca con mano le emozioni, i sogni repressi e perduti di ognuno di noi. Sembra riaffiorare in tutto la trama del romanzo della convivenza del rapporto tra dionisiaco e apollineo di Nietzsche.
l dionisiaco è il sogno, l'inconscio, tutto ciò che è talmente forte e per quanto si osi reprimere, trova sempre una sua strada, come l'ha trovato l'autore in Wasteland.
La forza nascosta di tutto ciò che passa e che dobbiamo dimenticare perché altrimenti ci impedisce di vivere bene, perché nel mondo vi è bisogno della razionalità, ci si sveglia e i sogni svaniscono perché serve l'equilibrio formale dell apollineo, ma l'autore parla di un qualcosa di importante che riesce tuttavia a salvarsi e prende forma attraverso l'arte diviene l'unico mondo possibile dove si rifugia il dionisiaco, il ricordo o sogno trascorso, dimenticato...Magnifico!

Ritardo

Buongiorno,vorrei sapere se qualcuno puo rispondere al mio quesito. Ho in scadenza per il 23/4 un libro non rinnovabile,ma per quel periodo sono via per il ponte Pasquale ,e il libro in questione posso riconsegnarlo il 29/4,6 gg dopo. Incorro cmq nella cancellazione dei servizi anche non sforando i 10 gg di ritardo? Grazie