Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Il Vangelo secondo Biff - Christopher Moore

L'ho trovato geniale, ironico, divertente, decisamente migliore degli originali. Non solo non offende la figura di Gesù ma ne ipotizza sfaccettature che potrebbero giustificarne alcuni comportamenti. Lo consiglio.

Wondy, ovvero Come si diventa supereroi per guarire dal cancro - Francesca Del Rosso

Purtroppo, per esperienza personale, mi sono confrontata con questo tema.
Ammiro profondamente chi affronta con coraggio, ottimismo e autoironia il male.
Guardare in faccia la realtà ed essere positivi è importante.
Non tutti ne sono capaci, ma insegnare a vivere meglio la malattia è utilissimo.
Non si cancella il male, non lo si ignora ma lo si affronta, cercando di essere più forti di lui.
Ma quello che mi disturba di questo libro, a confronto di altri già letti sul tema, è leggere perle di saggezza del tipo "se dopo la chemio avete voglia di bere un mojito, prenotate un viaggio a L' Avana".
Tralascio altre banalità, descrizioni a dir poco terrorizzanti sull'agoaspirato che servono solo d angosciare chi magari deve ancora sottoporvisi (io ho subito una biopsia stereotassica tranquillissima) consigli fuori budget, ma questa è l'ultima che mi ha fatto desistere dal continuare la lettura.
Esistono anche pazienti che non hanno la disponibilità economica dell'autrice e non possono permettersi di seguire i suoi consigli per farsi una bevuta intercontinentale.
C'è di meglio...

Là dove fioriscono le magnolie - Darcie Maranich

Un romanzo che racconta dei delicati equilibri di una famiglia alla prese con situazioni difficili ed eventi drammatici.
Nonostante gli argomenti trattati non è per nulla melodrammatico o pesante, ma, al contrario, offre numerosi spunti su cui riflettere e riesce a trasmettere positività.

Copertina - Isaac B. Singer

Il romanzo si apre con quattro pagine di alberi genealogici: nomi, discendenze, ceppi e ramificazioni di unioni e figli. Dapprima la grande famiglia Moskat, con il suo capostipite fertile di figli e avventure; poi le altre, giunte in contatto con quella protagonista. “La famiglia Moskat”, il capolavoro di Isaac B. Singer, è in fondo il dipanarsi di quegli alberi genealogici, strumento indispensabile per seguire le vicende dei tanti personaggi, saga famigliare che è insieme storia degli ebrei polacchi, romanzo di formazione del protagonista principale Asa Heshel, e complesso testo religioso. La lettura del romanzo presenta qualche difficoltà, manca di fluidità, in quanto risente dell’essere stato pubblicato inizialmente a puntate su un periodico ebraico statunitense. Per arricchire la conoscenza della Ostjudentum, la società ebraico-orientale, e in particolare di quella polacca, con la sua complessa e densa cultura, sarebbe opportuno leggere le opere del fratello maggiore di Isaac, Israel J. Singer, a sua volta grandissimo scrittore, morto prematuramente, nel 1944. Il suo capolavoro, “I fratelli Ashkenazi”, abbracciando un periodo che va dall’industrializzazione alla crisi economica del primo dopoguerra, può essere considerato un primo grande capitolo della storia di quella società ebraico – orientale, così come altrettanto importanti, e di piacevolissima lettura sono la raccolta di racconti “Una primavera tardiva” e l’elegia della comunità ebraica contadina “Di un tempo che non c’è più”.

Il venditore di felicità - Davide Calì & Marco Somà

'Oggi si vende proprio di tutto'
Libro illustrato magnificamente, formato grande. ci si perde nei particolari delle illustrazioni seguendo le piume del signor Piccione, venditore di felicità.. con una storia semplice bella da leggere ai bambini, coi suoi risvolti etici
secondo me già da 4-5 anni si può apprezzare.

Il peso dei segreti - Aki Shimazaki

Raccomando vivamente la lettura di questo libro perchè scritto molto bene da una scrittrice poco conosciuta e pubblicizzata, ma molto meritevole di essere conosciuta e apprezzata.

Il sogno della macchina da cucire - Bianca Pitzorno

Bianca Pitzorno ha fatto un lavoro che ricostruisce un tempo, uno stile di vita, figure che non esistono più. Un lavoro sulla memoria prezioso per chi non l'ha vissuto per poterlo capire e non dimenticarlo. La memoria di quello che eravamo. Senza questo libro la mia stessa memoria sarebbe più povera.

R: Non c'è niente che non va, almeno credo - Maddie Dawson

La lettura scorrevole e i temi trattati lo rendono sicuramente un bel romanzo da leggere.
Nulla di particolarmente impegnativo, ma carico di spunti sui quali riflettere.
Nel finale vengono evidenziate le parole che riassumono tutto il senso del libro ... e della vita!
Consigliato.

02.02.2020. la notte che uscimmo dall'euro - Sergio Rizzo

Troppo sintetico per essere un romanzo. Non sviluppa una trama con veri e propri personaggi ma si limita a analizzare cosa potrebbe succedere se uscissimo dall euro. Lo scenario è credibile ahimè, ma per tanto così avrei scritto un saggio apertamente

R: La figlia del tempo - Josephine Tey

Ho letto il libro a seguito della recensione fatta. Purtroppo non mi trovo d'accordo e non sono nemmeno riuscito, con tutta la buona volontà impiegata, a finire di leggerlo. Noioso e poco coinvolgente. Spicente.